Yasushi Okamoto è il nuovo Presidente Honda Motor Europe Ltd Italia

Dopo molti anni di esperienza in Giappone, è giunto il momento per Okamoto di spostarsi per la prima volta in Europa, dove sostituirà Shingo Kimata al timone del ramo italiano della Casa di Tokyo. In bocca al lupo

Yasushi okamoto è il nuovo presidente honda motor europe ltd italia

La Casa di Tokyo, dopo aver presentato al Salone di Milano le novità per il 2015 (cliccate qui per la gallery dedicata), è in periodo di cambi al vertice: dopo il cambio al vertice di Honda "Mondo" e la nomina di Vito Cicchetti a General Manager per la Divisione Motocicli di Honda Motor Europe, è ora il momento di Yasushi Okamoto, nominato nuovo Presidente della filiale italiana colosso giapponese. 

 

Yasushi okamoto è il nuovo presidente honda motor europe ltd italia

Dopo quasi tre anni di amministrazione da parte di Shingo Kimata, ad ottenere la carica di Presidente di Honda Motor Europe Italia è Yasushi Okamoto. Okamoto, in Honda dal 1986, ha ricoperto diversi incarichi in Giappone (occupandosi prevalentemente di business moto, nonostante si abbia maturato esperienze anche nel settore auto e power equipment); dal 2005 al 2007 è stato capo della divisione moto in Cina e dal 2012 ad oggi ha ricoperto l'incarico di Presidente e Direttore Generale di Honda Filippine.

 

Al via la prima esperienza europea per okamoto

Alla sua prima esperienza i Europa, Okamoto ha annunciato che si impegnerà al massimo per espandere il business di tutte le linee prodotto, per incrementare i risultati di mercato e per rendere più piacevole la vita dei clienti Honda italiani. Durante il suo discorso di insediamento, tenuto di fronte a tutti i dipendenti, Okamoto ha manifestato una grande soddisfazione per l'incarico ottenuto, ricco di sfide importanti e obbiettivi ambiziosi.

Auguriamo ad Okamoto, in carica dal 1° aprile 2015,  una soddisfacente prosecuzione di carriera nel nuovo ruolo di presidente di Honda Italia.

 

I modelli honda prodotti ad atessa (ch)

 

Ci sono poi altri modelli non presenti nel listino italiano ma ancora richiesti in altri Paesi, come la CBF1000 (con telaio sia in acciaio che in alluminio).

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA