SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Yamaha tratta con il Ministero del Lavoro la cassa integrazione straordinaria

Yamaha ha annunciato l'avvio della trattativa con il Ministero del Lavoro per attivare la misura della cassa integrazione straordinaria destinata ai 66 lavoratori in mobilità.

Yamaha tratta con il ministero del lavoro la cassa integrazione straordinaria


Gerno di Lesmo (MONZA E BRIANZA) 22 dicembre 2009 – Tornano a sperare i 66 lavoratori della Yamaha che sono stati messi in mobilità dalla Casa giapponese e successivamente subiranno la misura di licenziamento collettivo. Da giorni alcuni di loro protestavano, nonostante le intemperie, sul tetto dello stabilimento brianzolo, chiedendo che l’azienda utilizzasse sino all’ultima misura possibile gli ammortizzatori sociali. Ieri sera Yamaha ha fatto sapere con una nota che “la direzione ha comunicato al Ministero del Lavoro la propria disponibilità ad esaminare un ricorso alla cassa integrazione straordinaria per le 66 persone oggetto della procedura di mobilità al fine di trovare una soluzione concordata di tale procedura, avviata a causa delle chiusura del reparto produzione. Era stato il Ministero stesso a suggerire di percorre questa strada al fine di trovare una soluzione concordata, promettendo il proprio sostegno e il proprio impegno. L’azienda auspica quindi che si possa giungere al più presto alla sigla di una soluzione concordata che ponga fine all’attuale difficile situazione”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA