Yamaha Open Week-end 2008

Un fine settimana per testare i nuovi modelli della gamma, la possibilità di vincere una R1 Decimo Anniversario

Yamaha open week-end 2008




Gerno di Lesmo (MILANO) 18 marzo 2008 –  Yamaha organizza per sabato 19 e domenica 20 aprile l’Open Week-end. Un’occasione per testare presso i concessionari i modelli della gamma 2008, fra cui faranno il loro debutto la Tènèrè – che nacque 25 anni fa sull’orda delle Dakar – e la nuovissima R125, la prima supersport a 4 tempi targata Yamaha, pensata per offrire a 16 anni le emozioni delle sorelle maggiori R1 ed R6. Tutti coloro che faranno un test in uno dei concessionari aderenti all’iniziativa potranno partecipare ad un concorso che metterà in palio una R1 10th ANNIVERSARY contraddistinta dalla livrea della moto Campione del Mondo Costruttori Superbike 2007 e dalla targhetta 001/500.

La R1 10th ANNIVERSARY celebra i dieci anni di vita di un’icona delle supersportive 1.000 cc. Sarà prodotta in edizione limitata per un totale di soli 500 esemplari distinti da una targhetta numerata. La prima moto di questa esclusiva serie sarà consegnata al vincitore del concorso – ospite con il suo accompagnatore per l’intero week-end – da Noriyuki Haga in occasione della prossima edizione di Yamaha Fest che si terrà a Misano Adriatico dal 4 al 6 di luglio.

Partecipare al concorso è semplice: sarà sufficiente testare su strada una delle novità della gamma 2008 messe a disposizione presso i Concessionari Ufficiali o gli Scooter Store Yamaha e compilare il coupon d’iscrizione all’Open Week-end. In palio anche mille fasce multiuso firmate Yamaha che potranno essere vinte e ritirate subito dopo il test, grattando il coupon del concorso.

Per informazioni consultare il sito www.yamaha-motor.it dove sarà possibile trovare, per ciascun concessionario, l’elenco delle moto disponibili per la prova. In occasione dell’Open Week-end i tutti i Concessionari e gli Scooter Store saranno aperti con orario continuato.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA