Lotta al Covid-19: Yamaha supporta la Croce Rossa Italiana

Yamaha e RCS Sport annunciano un'iniziativa per la mobilità a supporto delle misure di contenimento del Covid-19. Le Niken destinate dalla Casa di Iwata al servizio dei Grand Tours di ciclismo saranno date alla Croce Rossa Italiana

1/18 Il nostro viaggio con la Yamaha Niken GT inizia a Ravenna, dalla linea di partenza della decima tappa del 102° Giro d'Italia

Sabato scorso, 9 Maggio, la flotta di motociclette Yamaha Niken fornita da Yamaha Motor Europe per supportare i tre Grand Tours del ciclismo avrebbe dovuto imboccare le strade della 103° edizione del Giro d'Italia. A causa dell'attuale pandemia di COVID-19, gli eventi sono stati posticipati, ma la flotta non resterà inattiva durante i mesi estivi. Lavorando in stretta collaborazione con RCS Sport, Yamaha si è impegnata a fornire per i prossimi mesi le Niken originariamente assegnate a supporto del Giro d'Italia alla Croce Rossa Italiana che si trova in prima linea nella lotta contro il Covid-19.

1/18 Le ottime doti dinamiche della Niken GT sono le medesime della sorella naked a tre ruote

La moto a tre ruote Yamaha rappresenta infatti una soluzione di mobilità per trasportare e fornire servizi di assistenza nonché consegne a domicilio di beni essenziali quali cibo, prodotti per la cura e medicine a coloro che necessitano di supporto. Paolo Pavesio, direttore marketing e sport motoristici:

"La mobilità sarà fondamentale nel periodo di transizione dal lockdown alla normalità ed in particolare per le organizzazioni umanitarie come la Croce Rossa che continuano a svolgere un ruolo vitale nel supporto dei servizi medici in tutta Europa. La flotta NIKEN con la quale Yamaha normalmente fornisce supporto alle principali competizioni ciclistiche in Europa rappresenta la soluzione di mobilità ideale per la Croce Rossa, fornendo una forma di trasporto che consentirà al personale di fornire supporto medico, medicine o cibo a chi ne ha bisogno, riducendo al minimo i contatti durante questi viaggi essenziali. Vorrei ringraziare RCS Sport per la loro assistenza nel fornire questo servizio alla Croce Rossa italiana”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli