SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Yamaha MT-09: ok prezzo e motore, ma il look...

Dopo decenni a Iwata si torna al 3 cilindri: il pubblico sembrava non aspettare altro: la nuova naked-motard entusiasma per ciò che offre a meno di 8.000 euro, anche se molti vorrebbero l’ABS di serie

Yamaha mt-09: ok prezzo e motore, ma il look...

Nel consueto sondaggio del lunedì, è la prima volta che parliamo di prodotto. Lo facciamo questa volta dopo aver raccolto un grandissimo interesse intorno alla nuova naked (o motard?) della Yamaha. Già: naked o motard? La MT-09 è una di quelle moto che animano e animeranno le più accese discussioni da bar. Difficile collocarla, impossibile ignorarla: è per questo che la nuova Yamaha fa già molto parlare di sé.

 

YAMAHA NON LO FA DA 33 ANNI MA IL PUNTO DI FORZA È IL 3 CILINDRI

Yamaha non produce moto a tre cilindri da 33 anni (Yamaha XS 850), eppure il pubblico sembra non aspettare altro, sicuro com’è che la Casa di Iwata abbia azzeccato al primo tentativo un motore su cui ha un’esperienza relativamente ridotta. Infatti ben tre persone su quattro, tra le quasi ottocento che hanno partecipato, individuano nel propulsore il pezzo forte della moto. Salvo poche eccezioni, non cambierebbero né la cilindrata (12%) né le prestazioni (8%), anche se il dato più sorprendente per la MT-09 è che solo il 3% dei votanti avrebbe preferito per questa moto un bicilindrico o un quattro cilindri.

 

È UNA NAKED-MOTARD (PIÙ NAKED CHE MOTARD) E MERITEREBBE L’ABS DI SERIE

I nostri lettori non si sono lasciati ingannare dal manubrio alto né dal design minimalista: solo 1 su 100 ritiene che la MT-09 sia una motard. Ma a molti non è sfuggito il carattere ibrido della moto: il 40% delle persone colloca la MT-09 a cavallo tra il mondo motard e naked, pur se la maggioranza degli intervenuti (53%) propende per il secondo. Insomma una naked pura. Alla quale però manca l’ABS di serie su tutte le versioni. E qui emerge la cultura della sicurezza che ha il motociclista di oggi. Come dimostra chiaramente il responso di questo sondaggio, si ritiene che la mancanza più grande sia l’ABS (54%) e non il controllo di trazione (5%). Prestate attenzione, ragazzi, 115 CV non sono pochi…

 

A QUESTO PREZZO LA COMPRO “ALLA CIECA”… MA SE APRO GLI OCCHI CONTINUA A PIACERMI?

Il 73% delle persone intervenute al sondaggio di Motociclismo ritiene che il prezzo, che sarà certamente inferiore agli 8.000 euro, è da ritenersi un affarone o, alla peggio, un prezzo in linea col mercato. Ottenere un tale consenso su questioni meramente economiche, di questi tempi equivale a un mezzo miracolo! Buon per Yamaha: ci sono tutti i presupposti per fare grandi numeri con questo nuovo prodotto. Resta un solo, piccolo dubbio: un design così anticonvenzionale rischia forse di spaccare in due gli appassionati e di penalizzare una moto che invece avrebbe un bacino d’utenza molto vasto. Stupisce che solo il 4% dei nostri partecipanti ritenga che l’estetica sia il pezzo forte della moto. E vista l’importanza che diamo al look in Italia, il risultato potrebbe suonare come un piccolo campanello d’allarme.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA