Yamaha e Jorge Lorenzo di nuovo insieme

La Casa di Iwata ha annunciato l’ingaggio di Jorge Lorenzo, che sarà in pista già in Malesia in veste di tester ufficiale

1/43 Jorge Lorenzo, Campione del mondo 2015 MotoGPa Valencia

Dopo aver piazzato i colpi di mercato che riguardano Maverick Vinales e Fabio Quartararo, la Casa di Iwata ha scelto Jorge Lorenzo per lo sviluppo della M1. Il maiorchino, fresco di addio alle gare, continuerà la propria avventura in sella tornando con Yamaha dopo la separazione del 2016. Lorenzo sarà il tester ufficiale europeo per il Team MotoGP, e affiancherà nel lavoro Nakasuga e Nozane. Un colpo di scena che mostra chiaramente quali siano le intenzioni della Casa di Iwata: tornare in vetta. Per ora non sono previste Wild Card per il maiorchino, ma Yamaha ha fatto sapere di essere aperta a questa possibilità qualora il pilota volesse schierarsi nuovamente in griglia. Ancora da definire, invece, il futuro di Valentino Rossi, che ha preso tempo per capire che fare del proprio futuro.

Jorge Lorenzo: “Sono davvero felice per la decisione di tornare in Yamaha come tester. Ho sempre pianificato di restare nel mondo della MotoGP dopo il ritiro dalle gare, di restare nel paddock, e questo ruolo è perfetto ora per me. Conosco bene la M1 e si adatta alla perfezione al mio stile di guida. Sarà bello tornare in sella alla mia vecchia moto. Il mio ritorno porta con sé molti bei ricordi: ho vinto tanto. Ringrazio Yamaha per l’opportunità che mi ha dato, in questo modo posso continuare a fare ciò che nella vita mi piace maggiormente. La motivazione a fare bene è davvero alta e non vedo l’ora di iniziare. Farò del mio meglio per il futuro di Yamaha e spero di poter dare un aiuto concreto agli ingegneri e ai piloti in vista della conquista del titolo MotoGP”.

Lin Jarvis: “Siamo felici del ritorno di Jorge in Yamaha. Appena abbiamo saputo la sua scelta di interrompere la propria carriera ci siamo mossi per offrirgli una proposta di ritorno come tester. Le statistiche parlano per lui e siamo certi sia il pilota giusto per portare avanti il lavoro di sviluppo della moto. Ha un bagaglio di esperienza molto importante, è preciso e motivato. È un pilota capace di offrire importanti feedback e in questo sarà affiancato da Silvano Galbusera”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli