SSP, Imola: Cluzel in pole, dopo il disastro di Assen

Nella sessione di qualifiche della classe Supersport, è Jules Cluzel che, in sella alla MV Agusta F3 675, ottiene la pole position davanti a Kenan Sofuoglu e PJ Jacobsen. Randy Krummenacher aprirà la seconda fila, ma è seguito da 4 italiani (Zanetti, Badovini, Caricasulo e Baldolini). Report e griglia di partenza

Khairuddin si aggiudica la SP1, lo segue Baldolini

Nella affollatissima SP1 (27 piloti in pista) è Roberto Rolfo (1’52”831) in cima alla lista dei tempi dopo 5 minuti dal via, seguito da Axel Bassani (1’53”325) e Kevin Wahr (1’53”452). Il tedesco scivola 4° dopo che Kyle Smith gira in 1’53”338, tempo che gli vale il terzo posto della sessione. A 6 minuti dalla fine, Gamarino si migliora (1’53”420) e si porta alle spalle di Smith. A 5 minuti dalla bandiera a scacchi i piloti sono ai box per montare la gomma nuova utile a cercare il tempo migliore. Nel frattempo Hill cade alla staccata della Variante Alta, e Alex Baldolini (a 3 minuti dalla fine) si fa sentire: suo il 1’53”043 che gli vale il secondo posto valido ad accedere in SP2; Baldolini si migliora ancora e si porta a 42 millesimi da Roby Rolfo che è ancora in testa alla classifica della SP1.
Poco prima della bandiera a scacchi, Khairuddin sorprende e si porta in prima posizione, ma con la bandiera a scacchi il suo tempo viene migliorato prima da Roberto Rolfo e poi da Nico Terol. Ma Alex Baldolini mette in riga tutti…ma Khairuddin che conclude la SP1 davanti a tutti (1’52”060) seguito da Alex Baldolini (1’52”489) e Nico Terol (1’52”674): sono il malese e l’italiano ad accedere in SP2. Luke Stapleford, in seguito alla caduta nelle prove libere, non è sceso in pista in questa sessione di qualifiche.

Cluzel detta il passo, Sofuoglu insegue

L’inizio della SP2 è posticipata dai commissari di gara, che hanno a che fare con una macchia d’olio all’uscita della curva 13. Dopo 5 minuti dal semaforo verde, la classifica vede Kenan Sofuoglu in cima a tutti (1’51”829) seguito da PJ Jacobsen (1’52”251), Jules Cluzel (1’52”359) e Alessandro Zaccone (1’52”451). Tempi che si abbassano ancora, ma le prime 3 posizioni sono le stesse, mentre Federico Caricasulo si porta 4° davanti a Randy Krummenacher. Zaccone ora è 8° alle spalle di Zanetti. A 6 minuti dal termine, quando quasi tutti i piloti rientrano ai box per il cambio gomme, Sofuoglu si migliora ulteriormente: 1’51”339 per il turco, che precede di 426 millesimi Cluzel e di 664 millesimi Jacobsen. Caricasulo è staccato di 22 millesimi dallo statunitense. Cluzel rientra in pista dopo aver regolato il freno motore. I tempi non migliorano e le posizioni non cambiano fino a 1 minuto dalla bandiera a scacchi: Krummenacher (+0”399) si porta in terza posizione alle spalle di PJ Jacobsen (+0”196); ma Jules Cluzel sorprende tutti, con un fantastico 1’51”132 che rimane imbattuto fino alla fine della sessione e che lo ripaga dopo il brutto weekend di Assen.

Così, con la bandiera a scacchi che sventola sul tracciato di Imola, è Cluzel il poleman della Supersport, seguito da Kenan Sofuoglu e PJ Jacobsen. Krummenacher (4°) precede 4 italiani: Zanetti, Badovini, Caricasulo e Baldolini che occupano le posizioni 5, 6, 7 e 8. Chiudono la top 10 Gino Rea e Ondrej Jezek. Solo 14° Smith, vincitore della gara di Assen.
 
Ora è tempo di Gara1 della WSBK: cliccate qui per vedere gli orari TV e non dimenticatevi del nostro FANTAMOTOCICLISMO: ricordiamo che a fine stagione, chi avrà totalizzato più punti diventerà tester di Motociclismo per un giorno! 

SCOPRITE QUI IL REGOLAMENTO e CLICCATE QUI PER PARTECIPARE.

Mondiale SUPERSPORT 2016, IMOLA: GRIGLIA DI PARTENZA

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA