Krummenacher in pole ad Assen, ottimo Stapleford: 2°, Sofuoglu 3°

La Superpole della Supersport è conquistata dal sempre più convincente "debuttante" della Kawasaki, Randy Krummenacher (1'39"300), seguito da un incredibile Luke Stapleford, in sella all'unica Triumph Daytona in griglia; chiude la prima fila Sofuoglu. 4° PJ Jacobsen, 5° Baldolini, 9° Zanetti. Cluzel cade in SP1: partirà 13°. Info e griglia di partenza

SP1: guizzo di Stapleford, segue Krummenacher. Cluzel a terra1

Con 20 moto che affollano la pista di Assen, i piloti della Supersport (così come i colleghi della SBK precedentemente) affrontano per la prima volta la pista in condizioni di asciutto. Tra i top rider del campionato, troviamo Krummenacher e Cluzel, che nelle prove libere non hanno trovato il giusto feeling sul bagnato. Assente Anthony West, che si è procurato una frattura alla mano nelle sessioni del venerdì

Nella prima metà della sessione, sono proprio Krummenacher (1’41”203) e Cluzel (+0”356) ad occupare i primi due posti della classifica. Con il rientro in pista dopo la tradizionale sosta ai box, Stapleford porta la propria Triumph davanti a tutti siglando un tempo di 422 millesimi migliore di quello segnato dallo svizzero. Ricordiamo che Stapleford ha abbandonato la Honda CBR600RR e ha “rispolverato” la Daytona 675. A 5 minuti dal termine, Axel Bassani cade ma fortunatamente senza conseguenze. A 3 minuti dal termine Cluzel è protagonista di un brutto highside, che però non causa nessun tipo di infortunio al pilota, che si rialza subito, si rimette in sella e torna ai box, ma non ha tempo per migliorare la sua seconda posizione (1’41”122). Krummenacher, sotto la bandiera a scacchi, supera Cluzel e ottiene il secondo posto utile ad accedere in SP2 (1’40”415), che dista solo 1 decimo esatto dalla Triumph di Stapleford, leader della sessione. 

SP2: Volata finale di Krummenacher, Kenan è terzo

Nel turno utile a comporre le prime file della griglia di partenza troviamo: Jacobsen Sofuoglu, Smith, Jezek, Mikhalchik, Rea, Baldolini, Zanetti e Wahr, oltre ai due più veloci della SP1 (Stapleford e Krummenacher).

Dopo 5 minuti, Stapleford conferma la performance della manche precedente e sigla il tempo di riferimento, seguito da Krummenacher, Sofuoglu e Baldolini. Jacobsen (5°) precede Smith, Jezek e Zanetti. Incredibile la prestazione dell’inglese numero 81, che è alle prese con la moto che ha utilizzato negli anni scorsi, quando correva nel Campionato Supersport Britannico.
A 7 minuti dal termine, arriva il consueto pit stop, con cambio di pneumatici. Al rientro, però, la classifica non subisce cambiamenti eclatanti: Jacobsen si migliora e guadagna una posizione, Sofuoglu è velocissimo nei primi due settori ma nel T3 perde molto, così come Stapleford.

Con la bandiera a scacchi che sventola sul rettilineo di Assen, Krummenacher sbaraglia tutti e ottiene la pole: 1’39”300, seguito da un incredibile Luke Stapleford (+0”175) e da un Kenan Sofuoglu (+0”280) al di sotto delle sue vere potenzialità. Seconda fila composta da PJ Jacobsen (+0”865), Alex Baldolini (+0”948) e Kyle Smith (+1”045). Lorenzo Zanetti (+2”755) partirà dalla nona casella, ed è preceduto da Gino Rea (8°, +2”212) e dal ceco Ondrej Jezek (7° a +1”970 dalla prima posizione). Chiude la top 10 Kevin Wahr.

Ora è il momento della tanto attesa Gara 1 della Superbike: controllate qui gli Orari TV  e ricordatevi di partecipare al nostro FantaMOTOCICLISMO, c'è tempo fino a 5 minuti prima della partenza: a fine stagione, chi avrà totalizzato più punti diventerà tester di Motociclismo per un giorno! 

SCOPRITE QUI IL REGOLAMENTO e CLICCATE QUI PER PARTECIPARE.

WSSP 2016, Assen: Griglia di partenza

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA