WSS 2015: Sofuoglu vince in scioltezza a Jerez

Parte primo, arriva primo e i tentativi di Jacobsen di raggiungerlo non lo impensieriscono minimamente. Kenan controlla una gara che conclude un weekend perfetto. Dopo Jacobsen, 3° Zanetti. In top 5 Smith e un ottimo Terol (sostituto di Cluzel in MV), poi Faccani, Baldolini e Gamarino

Wss 2015: sofuoglu vince in scioltezza a jerez

Parte a razzo dalla pole Kenan Sofuoglu, seguito a ruota da Jacobsen, Mahias, Gino Rea, Zanetti e Faccani. Baldolini, partito bene, precede Smith e attacca Faccani. Intanto Zanetti ha passato Rea, ma Sofuoglu pare in grado si scappare senza problemi: 7 decimi al primo giro su Jacobsen.

All’inizio del secondo giro rompe il motore Mahias, si tocca con Rea attraversando la pista a mano alzata nel tentativo di togliersi di torno. Incidente evitato per un soffio, ma le posizioni si sgranano. Quella di Mahias passa a Zanetti, mentre l’arretramento di Rea fa guadagnare a Faccani la quarta posizione, seguito da Smith, Terol (ottima partenza per il sostituto di Cluzel in MV Agusta), Baldolini e Leonov. Tra gli italiani, Gamarino 11°, Manfredi 16°, Rolfo 20°,

 

Al giro 4 Leonov va dritto e Rea ne approfitta per soffiargli l’8° posto, mentre Faccani fatica a tenere dietro un Terol perfettamente a proprio agio con la F3. Il vantaggio che ha Sofuoglu è identico a quello guadagnato fin dal primo giro, pare che abbia il totale controllo della situazione.

Al giro 5 Terol passa Faccani, ma in uscita lo spagnolo allarga e l’italiano si riprende la posizione. Ma la guida di Nico sembra più sicura e veloce: notevole per uno che di fatto non ha mai visto la moto con cui sta correndo! Il tentativo si ripete tale e quale il giro successivo, con Faccani che resiste ma in due curve deve cedere la posizione a Terol ma anche a Smith.

 

Terol ha 2 secondi e mezzo da recuperare su Zanetti, ma più che altro deve guardarsi da Smith, che lo passa al giro 8 con una lunghissima frenata di traverso. Sono entrambi più veloci di Zanetti e puntano al podio, mentre dietro di loro Faccani e Baldolini lottano per il 6° posto.

Gino Rea caduto con volo clamoroso della moto, in precedenza si era ritirato anche Menghi, mentre al giro 9 cade anche Leonov  con uno spettacolare crash.

Al giro 9 sono Jacobsen e Smith i più veloci, facendo “44 alto” mentre Zanetti e Terol girano il “45”. Posizioni un po’ cristallizzate davanti, mentre in top 10 entrano sia Gamarino che Rolfo (9° e 10°). Un problema tecnico costringe invece Manfredi al ritiro. Il miglior giro finora appartiene a Jacobsen, che a inizio gara ha fatto 1’’44”177, mentre Kenan ha fatto segnare 1’44”195. I tempi al giro 13 sono parecchio più alti e il migliore è Zanetti, che fa 1’44”948. Lui e Smith sono gli unici due ad essere scesi sotto il “45”: il distacco da Jacobsen per Lorenzo è di un paio di secondi e va diminuendo, il 2° posto è nel mirino. Intanto Smith ha guadagnato un vantaggio rassicurante su Terol, che già può dirsi soddisfatto.

 

Lotta tra Gamarino e Wahr per l’8° posto: ce la fa l’italiano al 15° giro. A 4 giri dalla fine, Jacobsen si è accorto di Zanetti e abbozza una difesa nonostante i suoi tempi sul giro siano di circa mezzo secondo peggiori rispetto a quelli di Zanetti. Qusti, a sua volta, deve davvero guardarsi da Smith, che spinge. A un paio di giri dal termine Jacobsen ha finito le gomme e Zanetti lo punta decisamente cercando di soffiargli il 2° posto.

Giro finale: complicato per Zanetti arrivare a Jacobsen, che fa numeri pazzeschi per compensare le gomme finite.

 

Non cambia nulla: vince Sofuoglu, seguito da Jacobsen e Zanetti a podio. Completano la top 10 Smith, Terol, Faccani, Baldolini, Gamarino, Wahr e Rolfo. A punti anche Schmitter, Ramirez, Wagner, Cardenas e Chrobak.

La classifica generale vede il sorpasso di Jacobsen sull’assente Cluzel (che viene operato il lunedì dopo Jerez e per cui si prospettano 60 giorni di convalescenza), ma soprattutto il consolidamento del primo posto di Sofuoglu.

 

Ora è il momento di Gara 2 della SBK (qui la programmazione TV), che sicuramente sarà spettacolare, specie se il neo campione del Mondo, Jonathan Rea, correrà come sa fare oora che ha raggiunto l’obbiettivo più importante.

 

Wss 2015, jerez - classifica gara

  Pos.

Pilota

Moto

Distacco

1

SOFUOGLU Kenan

Kawasaki ZX-6R

LEAD

2

JACOBSEN Patrick

Honda CBR600RR

+1.037

3

ZANETTI Lorenzo

MV Agusta F3 675

+2.020

4

SMITH Kyle

Honda CBR600RR

+3.561

5

TEROL Nicolas

MV Agusta F3 675

+7.777

6

FACCANI Marco

Kawasaki ZX-6R

+11.391

7

BALDOLINI Alex

MV Agusta F3 675

+16.822

8

GAMARINO Christian

Kawasaki ZX-6R

+28.339

9

WAHR Kevin

Honda CBR600RR

+29.997

10

ROLFO Roberto

Honda CBR600RR

+31.822

11

SCHMITTER Dominic

Kawasaki ZX-6R

+41.505

12

RAMIREZ Marcos

Honda CBR600RR

+41.840

13

WAGNER Aiden

Honda CBR600RR

+41.967

14

CARDENAS Martin

Honda CBR600RR

+47.343

15

CHROBAK Janos

Honda CBR600RR

+47.582

 

Wss 2015 - classifica generale

Pos.

Pilota

Moto

Punti

1.

K. SOFUOGLU

KAWASAKI

193

2.

P. JACOBSEN

HONDA

160

3.

J. CLUZEL

MV AGUSTA

155

4.

L. ZANETTI

MV AGUSTA

129

5.

G. REA

HONDA

88

6.

K. SMITH

HONDA

80

7.

R. ROLFO

HONDA

74

8.

A. BALDOLINI

MV AGUSTA

59

9.

C. GAMARINO

KAWASAKI

55

10.

M. FACCANI

KAWASAKI

53

11.

M. CARDENAS

HONDA

47

12.

R. WILAIROT

HONDA

46

13.

F. MENGHI

YAMAHA

38

14.

D. SCHMITTER

KAWASAKI

37

15.

R. RUSSO

HONDA

31

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA