Rea vince gara 1 ma non basta, Razgatlioglu è campione del mondo

Il clima tropicale rovina le previsioni dei piloti poco prima dell'avvio di Gara 1 in Indonesia: un temporale bagna la pista e costringe tutti a fare i conti con l'asfalto bagnato in alcuni settori. La gara è una questione a tre tra Rea, Razgatlioglu e Redding; alla fine la spunta il Cannibale, ma grazie al secondo posto il pilota turco conquista il titolo mondiale Superbike

1/10

1 di 3

Questa per il turco è la seconda annata con Yamaha dopo il passaggio dal team Kawasaki Puccetti Racing avvenuto a inizio 2020: il nuovo campione del mondo nel WorldSBK arriva nel paddock iniziando la sua esperienza nella Superstock europea 600, categoria in cui vince il titolo nel 2015 prima di passare per due stagioni alla Superstock 1000 per poi approdare nel 2018 nel WorldSBK.

Razgatlioglu alla sua prima stagione con Yamaha nel 2020 conquista tre vittorie a cui fanno seguito altre 13 in questo 2021 oltre a 28 podi in 35 gare. Grazie ai successi ottenuti in questo 2021 diventa il secondo pilota Yamaha a vincere il titolo nel WorldSBK, replicando quanto fatto dallo statunitense Ben Spies nel 2009. È il 18° pilota a laurearsi campione del mondo nel WorldSBK.

La stagione che consacra Razgatlioglu parte al MotorLand Aragon con il primo podio dell’anno che arriva in Gara 1 prima di due sesti posti. Una settimana dopo il WorldSBK fa tappa al Circuito Estoril dove Razgatlioglu inizia una striscia di sette gare sul podio nonostante la prima vittoria del 2021 arrivi in occasione del terzo Round della stagione.

Il WorldSBK poi si sposta in Italia dove Razgatlioglu al Misano World Circuit “Marco Simoncelli” porta a casa le sue prime due vittorie della stagione mentre Rea inizia l’annata con quattro successi che gli permettono di avere 20 punti di vantaggio sul turco prima del ritorno del WorldSBK in Gran Bretagna: un Round molto importante per le sorti del mondiale.

Nella Tissot Superpole sul bagnato Razgatlioglu stacca solo il 13° tempo ma in Gara 1 parte benissimo in pieno stile Ayrton Senna andando a vincere e a ridurre ulteriormente le distanze nei confronti di Rea. A Donington Park Rea in Gara 2 arriva 20° marcando quindi uno zero che unito al successo di Razgatligolu permette al portacolori Yamaha di poartarsi per la prima volta in testa alla classifica.

Poi ci si sposta ad Assen dove Rea torna al comando della classifica grazie a tre vittorie ma le emozioni non mancano nemmeno in terra olandese dove Razgatlioglu in Gara 1 arriva terzo ripetendosi poi anche in Superpole Race prima dello zero in Gara 2 a causa della caduta provocata alla curva 1 subito dopo il via da Garrett Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team); Rea vince e ha 37 punti di vantaggio in classifica su Toprak.

Agosto ci propone altre due sfide con due piste inedite nel calendario, quelle dell’Autodrom Most che segna il ritorno del Round della Repubblica Ceca oltre alla novità rappresentata dal Circuito de Navarra che per la prima volta ospita il Round di Navarra. Razgatlioglu riscatta la delusione di Assen con sei podi tra cui tre vittorie, regalandoci anche un bellissimo duello all’ultimo giro con Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati), In Gara 1 Rea cade ma conserva la testa della classifica. Dopo Most il nordirlandese ha tre punti di margine mentre alla fine del primo Round della storia che va in scena a Navarra i due sono appaiati al comando con 311 punti.

Per il WorldSBK il mese di settembre inizia con il Round di Francia in programma a Magny-Cours dove Razgatlioglu conquista due vittorie e Rea una; Razgatlioglu pensa di aver portato a casa la sua prima tripletta in carriera nel WorldSBK ma dopo Gara 2 viene comunicata la sua retrocessione di una posizione nell’ordine di arrivo della Superpole Race – in seguito a un reclamo presentato da Kawasaki – per aver superato i limiti della pista nel corso dell'ultimo giro. Prima dei tre appuntamenti consecutivi in programma in Catalogna, a Jerez e a Portimao i due sono divisi da soli sette punti.

Al Circuit de Barcelona-Catalunya in Gara 1 arriva la pioggia ma Razgatlioglu mette in mostra un ottimo passo prima di doversi ritirare a causa di un problema tecnico. Una settimana dopo a Jerez nel WorldSSP300 avviene la tragica scomparsa del giovane pilota spagnolo Dean Berta Viñales. Razgatlioglu dopo la cancellazione della Superpole Race vince entrambe le gare. Portimao è l’ultimo dei tre Round consecutivi. Rea cade in Gara 1 e in Superpole Race prima di andare a vincere Gara 2 mentre Razgatlioglu batte tutti in Gara 1 e arriva sesto nella Superpole Race che si disputa sul bagnato. In Gara 2, è Razgatlioglu a finire a terra. Nell’arco di poche ore il vantaggio del turco in classifica si riduce da 49 a 24 punti: alla fine della stagione mancano due soli Round.

Nel penultimo Round in programma in Argentina Razgatlioglu vince altre due gare e porta a 30 i punti di vantaggio in classifica anche se Rea riesce a batterlo in Gara 2. Anche a San Juan - che torna in calendario per questo 2021 - tra i due è grande lotta. Il titolo quindi si decide all'ultimo Round in programma in Indonesia.

Nel Paese asiatico sul nuovissimo Pertamina Mandalika International Street Circuit Gara 1 - posticipata a domenica con conseguente cancellazione della Tissot Superpole Race per le difficili condizioni meteo - ci regala una spettacolare lotta tra i primi tre della classifica. La vittoria va a Rea ma Razgatlioglu chiude alle sue spalle: per il 25enne turco questo secondo posto gli vale la certezza di essere il nuovo campione del mondo nella classe regina delle derivate di serie mettendo così fine alla striscia di Campionati consecutivi vinti da Rea.

Fonte: Worldsbk.com

PosNo. RiderTeamBikeGapRel.
11 J. REAKawasaki Racing Team WorldSBKKawasaki ZX-10RR
254 T. RAZGATLIOGLUPata Yamaha with Brixx WorldSBKYamaha YZF R10.6700.670
345 S. REDDINGAruba.it Racing - DucatiDucati Panigale V4 R2.1551.485
455 A. LOCATELLIPata Yamaha with Brixx WorldSBKYamaha YZF R17.6445.489
547 A. BASSANIMotocorsa RacingDucati Panigale V4 R8.1330.489
660 M. VAN DER MARKBMW Motorrad WorldSBK TeamBMW M 1000 RR9.8091.676
719 A. BAUTISTATeam HRCHonda CBR1000 RR-R13.9494.140
87 C. DAVIESTeam GoElevenDucati Panigale V4 R14.0590.110
936 L. MERCADOMIE Racing Honda RacingHonda CBR1000 RR-R22.9078.848
1066 T. SYKESBMW Motorrad WorldSBK TeamBMW M 1000 RR25.5252.618
1131 G. GERLOFFGRT Yamaha WorldSBK TeamYamaha YZF R125.6090.084
1221 M. RINALDIAruba.it Racing - DucatiDucati Panigale V4 R26.2670.658
1332 I. VINALESOrelac Racing VerdNaturaKawasaki ZX-10RR27.1680.901
1476 S. CAVALIERIBarni Racing TeamDucati Panigale V4 R43.74816.580
153 K. NOZANEGRT Yamaha WorldSBK TeamYamaha YZF R150.2446.496

Malgrado con la seconda gara in Indonesia Rea possa raggiungere Razgatlioglu a quota 551 punti, il turco è Campione del Mondo grazie a migliori piazzamenti stagionali rispetto al rivale.

POS.PILOTAPUNTIMOTO
1TOPRAK RAZGATLIOGLU551YAMAHA
2JONATHAN REA526KAWASAKI
3SCOTT REDDING481DUCATI
4ANDREA LOCATELLI283YAMAHA
5MICHAEL RUBEN RINALDI282DUCATI
6MICHAEL VAN DER MARK246BMW
7GARRETT GERLOFF218YAMAHA
8ALEX LOWES213KAWASAKI
9AXEL BASSANI210DUCATI
10ALVARO BAUTISTA189HONDA
11TOM SYKES173BMW
12CHAZ DAVIES139DUCATI
13LEON HASLAM134HONDA
14KOHTA NOZANE55YAMAHA
15LORIS BAZ53DUCATI
16TITO RABAT50KAWASAKI
17LUCAS MAHIAS44KAWASAKI
18EUGENE LAVERTY40BMW
19ISAAC VINALES38KAWASAKI
20LEANDRO MERCADO33HONDA
21CHRISTOPHE PONSSON31YAMAHA
22JONAS FOLGER21BMW
23SAMUELE CAVALIERI14DUCATI
24MARVIN FRITZ6YAMAHA
25LORIS CRESSON3KAWASAKI
26ANDREA MANTOVANI2KAWASAKI
27LUKE MOSSEY2KAWASAKI

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA