WSBK 2016, Sepang: pole e record di Sykes, seguono Lowes e Rea

Il britannico del Kawasaki Racing Team è costretto "agli straordinari": dopo aver siglato il miglior tempo nella SP1, Tom Sykes agguanta la Superpole (e il nuovo record del tracciato: 2’02”246) davanti a Lowes e Rea. Ottimo 4° posto per Hayden, 5° Davies, 7° Savadori, 9° Giugliano. Report e griglia di partenza

SP1: Sykes e Camier rimediano alle performance del Venerdì

A causa dell'undicesimo tempo nelle FP di venerdì, Tom Sykes è costretto a partecipare alla Superpole 1. Insieme a lui ci sono De Angelis, Scassa, Forès, Abraham, Camier, Brookes, Hook, Vizziello, Schmitter, Szkopek, Toth e Al Sulaiti che provano ad accedere in Superpole 2.

Con l’apertura della pit lane, tutti escono subito dai loro box, fatta eccezione per Sykes che invece è l’ultimo ad entrare in pista. Dopo circa 3 minuti dal semaforo verde, iniziano a scendere le prime gocce di pioggia. Il primo giro veloce è di Sykes (2’12”029) che precede Szkopek (+0”248), Camier è 3° (+2”960) ed è ipoteticamente fuori dalla SP2. Sorprendono il 4° ed il 5° tempo di Al Sulaiti e Scassa, 6° Hook, sottotono il 7° tempo di Xavi Forès. Seguono Schmitter, De Angelis, Vizziello, Abraham, Brookes e Toth.

Quando mancano 5 minuti al termine della sessione, i piloti montano un secondo treno di gomme slick approfittando del fatto che, nel frattempo, ha smesso di piovere. Dopo il primo giro veloce, la classifica viene sovvertita: Camier passa in testa (2’06”397), seguito da De Angelis (+0”339), Brookes e Scassa. A soli 20 secondi dal termine, Sykes stampa un 2’05”159, 270 millesimi più rapido di Camier che è 2°.

Con la bandiera a scacchi che sancisce la fine della SP1, sono Tom Sykes e Leon Camier i due piloti ad accedere in SP2. 

SP2: Sykes inarrestabile, sorpende Lowes

Sykes e Camier si aggiungono ai 10 più veloci della sessione di venerdì, ovvero: Savadori, Hayden, Reiterberger, Lowes, Giugliano, Torres, VD Mark, Davies, West e Rea.

Dopo la prima tornata, è Nicky Hayden a registrare il miglior crono (2’04”162), lo seguon Davies, Rea e Torres. Ma Sykes sorprende tutti fin da subito: 2’03”544, più rapido di 618 millesimi rispetto allo statunitense. A metà sessione, le Ducati di Davies e Giugliano sono i primi a rientrare nella pit lane per montare la gomma da tempo, gli altri protagonisti della sessione rientrano poco dopo.

A 3 minuti dal termine, Chaz Davies stacca un 2’03”485 che gli vale la pole provvisoria (+0”059 davanti a Sykes), Giugliano si migliora e si porta in terza posizione. Un minuto dopo, le gomme da tempo iniziano a fare la differenza: Hayden migliora il tempo di Davies di appena 2 millesimi ed è momentaneamente 1°, tempo che poco dopo viene migliorato da Rea.

Con la bandiera a scacchi che sventola sul traguardo, Tom Sykes agguanta la pole con record della pista (2’02”246), segue un sorprendente Alex Lowes (+0”756) che eguaglia il vecchio record (2'03"002 risalente al 2014 e detenuto fino a quel momento da Guintoli) e chiude la prima fila Jonathan Rea (+0”775). 4° tempo per Nicky Hayden (+1”189), dietro a lui ci sono Chaz Davies (+1”239) e Markus Reiterberger (+1”303) in quinta e sesta piazza. Terza fila composta da Lorenzo Savadori (+1”366), Jordi Torres (+1”609) e Davide Giugliano (+1”806). Chiude la top 10 Michael Van Der Mark (+1”937) seguito da Anthony West e Leon Camier.

Non perdetevi Gara 1: trovate qui gli orari TV e ricordatevi di giocare al nostro FANTAMOTOCICLISMO: chi avrà totalizzato più punti a fine stagione, diventerà tester di Motociclismo per un giorno! 

SCOPRITE QUI IL REGOLAMENTO e CLICCATE QUI PER PARTECIPARE.

MONDIALE SUPERBIKE 2016, SEPANG: GRIGLIA DI PARTENZA

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA