WSBK 2016, round 1: Guintoli davanti in FP, poi van der Mark, Rea, Sykes e Camier

Il primo venerdì di libere della stagione vede il monopolio Kawasaki sul passo con Rea e Sykes, ma Guintoli e VD Mark riescono a far meglio sul giro singolo. Grande prestazione per Camier, che porta la MV Agusta F4 in quinta piazza a un soffio da Tom. Brutto incidente per Razgatlioglu, a sua volta in pista come sostituto l’infortunato Hook

FP1: Sykes, Guintoli e Rea racchiusi in un decimo

Dopo due giorni di test pre campionato (qui i report di Day1 e  Day2) i protagonisti del Mondiale SBK 2016 rimettono le ruote sul tracciato australiano per le prove libere ufficiali, valide per accedere alle Superpole 1 e 2 (qui gli orari TV). In mattinata Sykes sigla il miglior tempo a pochi minuti dalla fine del turno fermando il cronometro a 1’31.543 davanti a Sylvian Guintoli, sulla debuttante R1M, e al compagno di squadra Jonathan Rea. La costanza delle verdi di Akashi e il loro passo confermano che anche nel 2016 la moto da battere sarà proprio la ZX-10R. I tempi del trio di testa sono quasi sovrapponibili: tra Sykes e Rea c’è poco meno di un decimo e il pilota francese ha un solo millesimo di distacco dall’inseguitore. Da segnalare l’ottima prestazione di Leon Camier che porta la sua MV F4 a meno di un decimo dalla Kawasaki ufficiale di Rea. Davies segue il connazionale in sella alla Ducati Panigale R. La prima Honda è quella dell’ex-MotoGP Niki Hayden davanti a un determinato Reiterberger seguito da Van der Mark e Davide Giugliano. Le Aprilia occupano il tredicesimo e il sedicesimo posto, rispettivamente con Salvadori e De Angelis alla guida. Da segnalare anche la prestazione del giovane turco Razgatlioglu, alla sua prima esperienza con la Kawasaki 1000 è davanti a Karel Abraham, ex-MotoGP. I piloti hanno girato n condizioni meteo favorevoli anche se a fine turno è scesa ancora qualche goccia di pioggia.
 

FP2: Guintoli e Van der Mark scavalcano le Ninja, Camier quarto su MV. Occasione sfumata per Razgatlioglu

1/51 Rea, Hayden, Davies, Camier, De Angelis, Brookes, Guintoli, Epis, Sofuoglu e Krummenacher: sulla spiaggia di Cowes, dove i piloti si sono misurati in gare di castelli di sabbia (esattamente, non avete letto male!) e paddle boarding
Nel pomeriggio Guintoli replica il copione dei test pre-campionato risultando il più veloce del pomeriggio e della giornata con un tempo di 1'30.865 (unico a scendere sotto il muro dell’1’31). A quattro decimi d distanza il pilota della Honda Van der Mark che precede di solo un decimo i piloti Kawasaki Rea e Sykes, tra loro separati da una manciata di millesimi. Dopo il quartetto di testa spunta un competitivo Leon Camier che porta la sua MV a un decimo dalla Kawasaki di Sykes, seguito da Niki Hayden su Honda. L’egemonia del quattro cilindri è rotta alla settima riga della classifica da Davide Giugliano; il pilota Ducati precede il compagno di squadra Davies di mezzo decimo. Il secondo turno di libere ha visto un miglioramento globale di tutti i tempi (in fondo all'articolo trovate la classifica combinata) eccezion fatta per Reiterberger, Ramos, Toth e Sebestyen, quest’ultimo a causa di uno strappo alla gamba sinistra. A terra anche Fores che ha rimediato un’abrasione sul ginocchio. Brutta caduta invece per il giovane turco Razgatlioglu in sella alla Kawasaki: a circa un quarto d’ora dalla fine del turno il pilota diciannovenne è caduto fratturandosi il malleolo mediale sinistro, non sarà al via questo weekend. Cliccate qui per vedere le foto.

Chi si aggiudicherà la prima gara della stagione? Fate il vostro pronostico sulle due gare e, a fine stagione, chi avrà totalizzato più punti potrà diventare tester di Motociclismo per un giorno! Scoprite qui il regolamento, se invece siete già esperti, cliccate sul link qui sotto e partecipate:
 
FANTAMOTOCICLISMO
 

WSBK 2016, Phillip Island: le dichiarazioni dei piloti

Sylvian Guintoli
Questi due giorni sono stati ottimi, le prove sono state molto utili. Ho provato molte soluzioni che si sono rivelate efficaci - ci siamo trovati sempre più vicini ai primi e abbiamo chiuso in testa l’ultimo turno, una bella sensazione! Ho fatto solo un piccolo incidente a fine turno ma nulla di grave. Il passo gara è ottimo e mi sento molto a mio agio, forse troppo, ma in fondo sta andando tutto per il verso giusto. Ora aspetto con impazienza il weekend. Il tracciato viene molto in contro a quello che è il carattere della YZF-R1 -con i cambi di direzione e le curve molto lunghe e veloci- e la guida risulta molto dolce ed efficace. Per il nostro lavoro per queste prime due gare è molto importante non concentrarci solamente sulla prestazione sul singolo giro ma abbiamo comunque fatto un buon lavoro.
Tom Sykes                      
Oggi ci siamo concentrati su un paio di cose che dovevamo confermare e ora posso dire che avremo la possibilità di mettere insieme il miglior pacchetto possibile. purtroppo non sono riuscito a terminare il long run ma per il resto è andato tutto alla grande. Il nuovo orario? Va abbastanza bene, la giornata finisce presto e così abbiamo tutto il pomeriggio per confrontarci e lavorare sulla messa a punto. Domani sarà una giornata intensa con Superpole e prima manche ma abbiamo un buon set-up e sono molto fiducioso”.
Jonathan Rea
Sono molto felice che sia arrivato il primo weekend di gara della stagione. Siamo stati fortunati perché disporre di test nella prima parte della settimana significa partire già con una buona base. Pere, Paolo e i ragazzi del team hanno lavorato sodo nel corso dei test per mettere mano a tutto e siamo arrivati ad oggi con un’ottima base di partenza, ora si tratta solo di fare affinamenti. La temperatura in pista oggi era decisamente inferiore a quella rilevata durante i test perciò in simulazione di gara nel pomeriggio abbiamo fatto tempi migliori. Pirelli inoltra ha portato un nuovi pneumatico e mi ha chiesto di testarlo per un giro: ha un buon potenziale, lo proveremo ancora in condizioni meteo meno calde. Sono abbastanza felice di arrivare in Superpole domani con una moto su cui mi sento a mio agio. Il nuovo regolamento riguardo alle prove è OK. Sono molto eccitato al pensiero di alzarmi domani per correre la prima gara dell’anno.
Michael van der Mark
Stamattina siamo partiti molto bene e sono riuscito a migliorare i tempi molto velocemente. Ho deciso di non provare un giro veloce già alla fine del primo turno anche se eravamo già abbastana sicuri. Nel pomeriggio abbiam provato uno pneumatico diverso, sono uscito in pista e ho provato un long run, non previsto ma rivelatosi buono. Poi abbiamo provato un nuovo assetto ma non riuscivo ad avere lo stesso feeling. Per concludere, sono molto felice di questo secondo posto, ci siamo qualificati direttamente in Superpole 2 sono molto concentrato per domani.
Niki Hayden
“Il primo giorno del mio nuovo inizio è passato ed è stato niente male. Ovvio, vorrei sempre essere più veloce e mi sarebbe piaciuto essere più costante nel pomeriggio nonostante sia riuscito a essere leggermente più veloce che durante i test. Ho solo bisogno di padroneggiare meglio la moto nei cambi di direzione e in uscita, ma credo sia una mia sensazione dato che, dopo aver analizzato la telemetria, il team mi ha riportato che la moto non si muove molto. Credo di dover essere più dolce nei cambi di direzione per non sollecitare troppo la moto. Siamo felici di essere passati in Superpole 2 e domani lavoreremo ancora sulla moto”.
Leon Camier
“Abbiamo dimostrato d’essere molto veloci qui a Phillip Island e sono sicuramente felice per il risultato di queste qualifiche. Abbiamo risolto alcuni piccoli problemi riscontrati durante gli ultimi test e adesso siamo sulla strada giusta. Il telaio sembra rispondere bene e lo stesso vale per l’elettronica. Forse abbiamo bisogno di perfezionare ancora leggermente il setting al telaio ma sono soddisfatto dal feeling generale con la moto. Adesso dobbiamo restare concentrati sulla Superpole e cercare di raggiungere la miglior posizione in griglia in vista della gara”.
Davide Giugliano
“Il bilancio è sicuramente positivo. Nei test si lavora di più per trovare la performance, ora per mantenerla e fare la differenza in gara. Abbiamo lavorato sul passo, con risultati davvero buoni. Ci manca un po’ di velocità pura, due o tre decimi per stare con i primi tre piloti in classifica, ma sono fiducioso di trovarli insieme alla mia squadra. Ho fatto due buone progressioni con gomme diverse, la scelta per domani dipenderà dal meteo. Sono anche curioso di provare il nuovo format, che sulla carta mi piace”.
Chaz Davies
“Al mattino ero abbastanza soddisfatto delle mie prestazioni, ma al pomeriggio abbiamo incontrato qualche ostacolo in più e quando abbiamo capito come superarlo era troppo tardi per intervenire sulla moto. Peccato, perché con il nuovo format abbiamo circa mezz’ora in meno a disposizione in pista al sabato. In ogni caso, faremo qualche cambiamento più marcato del solito per trovare un grip maggiore. Il ritmo al vertice si è alzato ulteriormente e, nonostante io abbia fiducia nelle mie prestazioni sulla distanza di gara, dobbiamo migliorare la nostra performance con gomme fresche”.
Lorenzo Salvadori
"Sono soddisfatto di essere entrato nella Superpole 2, anche perché per me è tutto nuovo. Nel turno di prove libere di domani mattina cercheremo nuove soluzioni per aumentare il feeling con la moto, nostro principale obiettivo".
 

WSBK 2016, Phillip Island: la classifica delle FP1

WSBK 2016, Phillip Island: la classifica combinata di FP1 ed FP2

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA