Davies: "Non ci voleva, spero di tornare in fretta al 100%"

Mondiale SBK 2016, le dichiarazioni dopo Misano. Davies non si spiega la caduta e pensa al futuro; Rea è esaltato per le due vittorie; Sykes sperava di far meglio; Giugliano dedica il podio a Pirovano; Forès soddisfatto ma voleva di più; Savadori vuole ripetere l'ottima prestazione; Hayden si colpevolizza e il compagno Van der Mark è convinto di non aver espresso il potenziale della Honda

Mondiale Superbike 2016, Misano

L’ottavo appuntamento stagionale del Mondiale Superbike, andato in scena a Misano, si è concluso con due vittorie di un Jonathan Rea in grande spolvero. Cliccando qui trovate come sono andate Gara 1 e Gara 2; di seguito invece trovate le dichiarazioni dei protagonisti.

Rea: "A Misano ho ottenuto io mio primo successo in carriera, volevo vincere ancora"

"Dire che sono felice non basta per rendere l'idea di cosa provo. Per molti motivi speravo di vincere qui, su uno dei miei circuiti preferiti, e farlo con una doppietta è davvero il massimo per me. Su questa pista ho ottenuto il mio primo successo in carriera nella classe SBK. Malgrado le vittorie e i punti conquistati devo restare concentrato in vista delle prossime gare, quelle prima della pausa estiva, durante le quali sarà importante rafforzare la leadership. Voglio ringraziare il mio team e Pirelli per questi successi, hanno lavorato da veri professionisti".

Sykes: "Ottimi risultati, ma non sono stato forte come credevo"

"Purtroppo in gara non sono stato forte come credevo o forse Jonathan ha saputo tirar fuori quel qualcosa in più che ti permette di vincere. Un doppio secondo posto e una pole position sono risultati davvero positivi e posso solo essere contento anche se resta il rammarico per non essere riuscito a vincere almeno una delle due gare, sarrebbe stato importante in ottica campionato dato che Rea resta il mio principale avversario per il titolo. Detto questo sono determinato e mancano ancora cinque round alla fine della stagione, può ancora succedere di tutto e io andrò avanti a lavorare sodo".

Giugliano: "Dedico questo podio a Pirovano e alla sua famiglia"

“Ieri abbiamo sofferto, avevamo il passo per fare bene ma una scivolata ci ha tolto dalla lotta al vertice. Sapevamo di poterci rifare oggi, ed abbiamo anche fatto un piccolo passo avanti con il setup per Gara 2. All’inizio ho cercato di gestire le gomme perché mi aspettavo un calo nella seconda parte di gara, come era successo ieri, da parte di Rea e Sykes. Tuttavia, questo calo non c’è stato. Comunque era importante riscattarci e dedico questo podio, che avrei preferito fosse una vittoria, a Pirovano e la sua famiglia”.

Davies: "Non so cosa sia successo, ma queste sono le gare"

“Sono molto deluso perché nel weekend abbiamo sempre avuto un buon passo ma non abbiamo raccolto i frutti del nostro potenziale su questo tracciato. Ieri la vittoria sarebbe stata alla nostra portata, ed oggi eravamo pronti a rimontare ma da meno lontano. La scivolata è difficile da spiegare, non mi sentivo al limite ed avevamo la solita velocità di percorrenza ed angolo di piega, ma queste sono le corse. Se non altro non ho riportato gravi infortuni, il polso destro mi fa male ma spero di tornare in fretta al 100% e dare battaglia a Laguna Seca”.

Forès: "Avrei voluto lottare per il podio"

"Sono davvero molto contento di questo risultato! Dopo tutti gli imprevisti avuti negli ultime gare, finalmente siamo riusciti ad ottenere una soddisfazione che tutta la squadra stava aspettando. Questa mattina un problema non mi ha permesso di prendere parte al warm up. Temevo di essere in svantaggio oggi per questo, visto le condizioni della pista mutate così tanto rispetto a ieri. Durante i primi giri, con il serbatoio pieno non mi sentivo a mio agio, poi ho iniziato ad acquisire feeling con la moto, ma ormai Giugliano davanti era lontano, altrimenti avrei potuto lottare con lui per il podio. Ora speriamo di riuscire a ripeterci anche nel round di Laguna Seca".

Savadori: "Voglio rimanere nella top five in ogni gara possibile"

“È stata una gara positiva questa per noi. Peccato solo per la caduta di ieri. Oggi avevamo il passo dei primi ma la caduta di Davies ha fatto perdere al nostro gruppo il contatto con Forès che era in quarta posizione. Purtroppo io, Hayden, Lowes e Torres giravamo con gli stessi tempi e alla fine non siamo riusciti ad andare a prenderlo. Sono comunque soddisfatto di essere riuscito a portare a casa un quinto posto che è positivo per me, per Iodaracing e per i ragazzi di Aprilia. Questo week end è andato in crescendo. Venerdì non eravamo molto a posto e poi ci siamo rifatti salendo dalla SP1 alla SP2, fino alla seconda fila, peccato solo per la caduta in Gara1. A me fa certamente piacere essere nella top five, l’obiettivo è di rimanerci il più a lungo possibile per continuare a migliorare. La prossima gara sarà su una pista che non ho mai visto, in America a Laguna Seca, cercherò di impararla alla svelta con l’aiuto del Team”.

Hayden: "Non sono soddisfatto, potevo fare meglio"

"Speravo di poter mettere in campo un'ottima prestazione in gara 2 ma non è stato così. Sono partito bene ma nei primi giri tutto andava storto, per fortuna mi sono ripreso dal quinto passaggio e ho iniziato ad avere un feeling migliore con la moto. Il sesto posto è un risultato di tutto rispetto ma speravo di poter ottenere qualcosa di più, posso solo prendermela con me stesso perchè avrei dovuto essere più competitivo e aggressivo. Farò del mio meglio per arrivare in forma a Laguna Seca dove ho molti tifosi".

Torres: "Abbiamo rischiato con la scelta delle gomme, ma è andata bene"

“Onestamente posso dire di essere più contento di gara 2 rispetto a gara 1. Mi dispiace di essere caduto nel warm-up. Una scivolata inaspettata, ma fortunatamente non è successo nulla di grave. Proprio nel warm-up abbiamo provato una gomma diversa che ci è sembrata più stabile e quindi abbiamo optato per due gomme diverse per la seconda manche rispetto a quelle usate ieri. Abbiamo preso questo rischio ma mi ha dato un feeling migliore. Abbiamo cominciato abbastanza bene la gara ma dopo i primi giri ho constatato, dopo aver quasi rischiato una caduta, che la gomma dava più sostegno, ma offriva allo stesso momento anche un po’ meno grip. Tutto sommato sono soddisfatto di come è andata oggi, perché abbiamo fatto bene a prendere quel rischio e la strada si è rivelata quella giusta”.

Lowes: "L'ottavo posto non rispecchia il nostro potenziale"

"Non posso dire di essere pienamente soddisfatto dato che ho perso tre posizioni in un solo giro e non sono riuscito a recuperarle, tuttavia volendo vedere il lato positivo di questo week end siamo cresciuti durante il week end e la moto è migliorata dal punto di vista del set up; avevo un feeling migliore. Chiudere la gara all'ottavo posto non è un gran che, la moto va bene e dobbiamo essere più competitivi. Ora è tempo di guardare avanti con fiducia e dimostrare il prima possibile quanto potenziale c'è nella nostra Yamaha YZF-R1".

Canepa: "Se non avessi perso tempo al primo giro sarebbe andata decisamente meglio"

"Non posso dire di essere soddifatto per il risultato in gara ma posso ritenermi contento del lavoro svolto durante il week end. Ho fatto del mio meglio senza commettere troppi errori e di questo sono felice, sfortunatamente l'incidente di Reiterberger al primo giro mi ha fatto precipitare in 22esima posizione, non è stato facile risalire il gruppo. Se non avessi perso tutto quel tempo a causa dell'incidente sarebbe andata meglio. Voglio ringraziare il Team per avermi dato la possibilità di correre in Superbike".

Van der Mark: "Abbiamo un potenziale da podio, il decimo posto è frustrante"

"Abbiamo cercato dei set up migliori per la moto durante tutto il week end ma alla fine non siamo riusciti a trovare le soluzioni che stavamo cercando; è stato un week end di lavoro intenso che purtroppo non ha dato i frutti sperati. La partenza è stata buona ma poi ho perso numerose posizioni, ho fatto del mio meglio per tutta la gara malgrado gli inconvenienti e alla fine ho trovato un buon ritmo per recuperare. Il decimo posto, considerate le circostanze, va bene; tuttavia sono ugualmente frustrato perchè il nostro potenziale potrebbe permetterci di essere sul podio in molte gare".

De Angelis: "Gara positiva, stiamo crescendo"

“Dopo quella di ieri la mia è stata un’altra gara nettamente positiva. Mi ha aiutato molto fare una bella partenza, ma quello che è più importante è che il set up di oggi mi ha permesso di essere più veloce, come abbiamo visto anche nel warm up di questa mattina. Il problema è stato intorno alla metà gara quando la gomma ha iniziato a calare di grip e questo ha comportato un eccessivo nervosismo della moto e per questo ho perso un paio di posizioni. Non è certamente questo quello che cambia la positività della gara. Per me è contato molto essere stato più veloce rispetto all’inizio del week end e nei test di lunedì cercheremo di capire come mantenere questo ritmo con costanza in modo da fare meglio nelle prossime gare”.

Camier: "Male per la gara, ma almeno sappiamo come migliorare"

“In gara ho inizialmente dovuto lottare per tenere la mia posizione ma non appena ho trovato un buon ritmo anche il passo gara è sostanzialmente migliorato. Alla fine non sono riuscito a completare la gara e questo mi spiace davvero, ma se non altro abbiamo trovato una buona direzione da seguire per il setting del telaio”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA