World SBK 2012: Gara1 a Monza rimandata per pioggia

Dopo i primi tre giri viene data bandiera rossa per le condizioni difficili del tracciato che provocano varie cadute, tra cui quella di Melandri. Mentre si attende la ripartenza arriva il diluvio. Gara annullata

World sbk 2012: gara1 a monza rimandata per pioggia

La gara parte con asfalto apparentemente asciutto, ma in vari tratti della pista non è così. Se ne accorge già dal giro di ricognizione l'australiano Aitchison, che va per terra alla parabolica. In effetti è questo uno dei tratti più infidi.

Comunque la gara prende il via e si assiste a belle partenze di Checa, Sykes, Hopkins. Ma la situazione è complicatissima, per via della pista dall'aderenza a dir poco mutevole. Il primo a cadere è Gadea, ma vanno giù anche Hopkins, Salom e Melandri. Al terzo giro riprende pure a piovere e viene data bandiera rossa.

I piloti tornano ai box sapendo che chi è caduto all'ultimo giro non potrà riprendere la gara, come vuole la regola. Alla BMW sono pessimisti sul fatto di riuscire a rimettere insieme una moto per Melandri e già danno Gara1 per persa. Anche Biaggi ha i suoi problemi: nel giro di ritorno ai box gli si spegne il motore e viene portato al traino da Checa per tutta la pista. Grande gesto e applausi dagli spalti. poi la RSV4 entra al box e ai tecnici non resta che cambiare il motore.

Intanto la direzione gara comunica che i giri fatti sono annullati, si ricomincia da zero come se nulla fosse successo: tutti possono riparrtire. Peccato che nel momento in cui bisognerebbe allinearsi in griglia le condizioni siano ancora a dir poco incerte. Così una commissione di 5 piloti tra cui Checa e Biaggi fa un giro di pista sulle Alfa Romeo Giulietta "pace car" per verificare di persona e prendere poi una decisione.

Come al solito, si vorrebbe o pista tutta asciutta o pioggia costante, altrimenti la scelta delle gomme si fa davvero ardua. In griglia ci sono alcune vecchie glorie della SBK presenti a Monza per i festeggiamenti dei 25 anni del campionato. Tutti concordano che ai loro tempi si sarebbe corso senza problemi, ma è fuor di dubbio che le moto di oggi abbiano motori decisamente più potenti, quindi c'è anche comprensione per l'indecisione che regna.

Proprio nei minuti in cui si deve scegliere se correre o no, ci pensa Giove pluvio a dirimere la questione. E' vero che dal rettilineo di partenza fino a circa metà pista non piove, ma da dopo la seconda di Lesmo fino alla parabolica si scatena un vero e proprio nubifragio, perfino le auto fanno fatica a procedere.

Non c'è storia: gara annullata per motivi di sicurezza, proprio nel momento in cui la pioggia diminuiva.

Gara 2 si correrà all'orario previsto se le condizioni lo permetteranno.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA