Vincere il caldo in 8 mosse: comfort sicuro

Col caldo, diciamocelo, i capi tecnici non sono il massimo della vita. Traspirabilità e ventilazione sono proprietà a volte solo abbozzate nell’abbigliamento estivo, ma le Case ci stanno lavorando e propongono soluzioni per tutte le tipologie di prodotto.

Vincere il caldo in 8 mosse: comfort sicuro

di Paola Verani

 

Sono tante le strade per combattere la calura estiva, anche se si vuole viaggiare sicuri. Nel nostro guardaroba più leggero il tessuto traforato continua a farla da padrone, declinato ormai in tutte le tipologie di prodotto: giacche, stivali, guanti, tute e pure caschi e paraschiena. Ma esistono anche altri metodi “scaccia-afa”, come i trattamenti in grado di rendere più fresca la pelle scura, o materiali come il carbonio che, utilizzato nell’underwear, è in grado di garantire una perfetta traspirazione. Infine, i più refrattari a bardarsi possono optare per i classici dell’abbigliamento casual rivisitati in chiave “tecnica”, come il caro vecchio jeans, difficile da abbandonare per comodità e leggerezza, soprattutto nella bella stagione. Ma ecco come si sopravvive al caldo senza rinunciare alla sicurezza, otto tipi di… intervento che elenchiamo qui in maniera sommaria ma che approfondiremo (per alcuni lo abbiamo già fatto, vedi i link)

 

1) LA MODA DEL “MESH”

È il termine tecnico che designa il tessuto traforato, il primo che si associa ai capi estivi. Ogni Casa ormai ne propone qualcuno: AIR-Tex, Airtech, Airmesh, ecc. solitamente abbinato a Nylon, cotone o poliestere. Può essere equipaggiato con antivento, inserito all’interno della giacca. Cliccate qui

per una rassegna delle giacche traforate.

 

2) LA PELLE CHE “RIFLETTE” IL CALDO

La rete non è l’unico rimedio al caldo. Esistono, tecnologie che rendono più fresca la pelle come la il Cool System TFL, utilizzato da BMW, le cui parti scure respingono i raggi solari come fa un materiale chiaro, evitando quindi il surriscaldamento.

 

3) LE SCARPE CHE RESPIRANO

Non esistono molti stivali areati in commercio, ma rappresentano il miglior compromesso fra sicurezza e ventilazione. Gore-Tex ha sviluppato la tecnologia XCR, ovvero la membrana impermeabile e altamente traspirante (perché traforato non è sinonimo di permeabile) adottata da TCX.

 

4) SCOCCA A NIDO D’APE

Siamo tutti d’accordo sulla necessità di proteggere la schiena quando si viaggia. Ma la quasi totalità dei paraschiena non ha ancora risolto il problema della ventilazione. Dainese è l’unica azienda a proporre una struttura ventilante a nido d’ape abbinata a placche esterne forate.

 

5) LA TESTA IN ARIA!

Anche i caschi possono garantire una buona ventilazione grazie a sistemi di canalizzazione interna dell’aria o, più semplicemente, grazie a delle griglie, che possono essere fornite di coperture o meno.

 

6) LA SCOPERTA DELL’INTIMO

Finalmente l’underwear si è guadagnato l’attenzione che di solito è riservata agli strati esterni e non è più usato solo come imbottitura per ripararsi dal freddo ma, in estate, gioca un ruolo fondamentale nella traspirazione. I più importanti marchi di abbigliamento, specialisti del genere o meno, hanno in catalogo l’intimo tecnico estivo

.

7) FESTIVAL DEL “CORTO”

È ormai consolidata da anni la moda del guanto corto nella stagione più calda. Di solito coniuga il mesh con inserti in pelle e, a volte, ha protezioni in carbonio sulle nocche oppure in poliuretano.

 

8) CARO VECCHIO DENIM

Il Jeans rimane forse il pantalone che meglio unisce freschezza e praticità. L’ultima tendenza ne prevede la versione “rinforzata” con pannelli in Kevlar o Armalith, protezioni CE su ginocchia e fianchi, cuciture rinforzate, cerniere YKK, passanti per l’aggancio alla giacca, prese d’aria, inserti reflex.

 

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA