di Beppe Cucco - 15 maggio 2019

Vespa Sei Giorni II Edition, prestazioni senza precedenti

Ispirata alla storia della più famosa Vespa da competizione è equipaggiata con il nuovo motore 300 hpe, il più potente mai montato su una Vespa. La nuova Sei Giorni II Edition verrà prodotta in serie limitata
1/6 Vespa Sei Giorni II Edition
Dopo il successo della prima edizione del 2017 nasce la Vespa Sei Giorni II Edition, che rievoca in chiave moderna l’omonima Vespa Sport realizzata per la gara di regolarità “Sei Giorni Internazionale di Varese” del 1951, nella quale lo scooter di Pontedera fu protagonista conquistando ben 9 medaglie d’oro.

La nuova Vespa Sei Giorni II Edition, prodotta in edizione numerata come il modello precedente, è rivista nello stile e nei contenuti tecnici. Caratterizzata dalla scocca in acciaio, la nuova versione adotta la più potente motorizzazione nella storia della Vespa. Si tratta del nuovo motore 300 hpe (High Performance Engine), ultima evoluzione del monocilindrico di 300 cc a 4 tempi, 4 valvole, raffreddato a liquido e a iniezione elettronica. La potenza raggiunge 23,8 CV a 8.250 giri (+12% rispetto al modello precedente), mentre la coppia massima sale a 26 Nm a 5250 giri, bel il 18% in più rispetto al passato.

Uno stile unico

Il look è un richiamo alla classicità di Vespa, con il “faro basso”, il manubrio con tubo metallico a vista, il tachimetro analogico su fondo bianco e il cupolino brunito. Il frontale accoglie gli stessi interventi stilistici che hanno rinnovato il design di Vespa GTS: al centro dello scudo, ridisegnato, è incorporata la “cravatta”, allungata e arricchita con tre fregi in nero opaco. Ai lati dello scudo, le griglie sono caratterizzate da un motivo a nido d’ape.

La livrea presenta la tabella portanumero nera ed è caratterizzata da unínedita colorazione grigio opaco in contrasto con dettagli neri - come i cerchi e il silenziatore di scarico - e alcune finiture in rosso rossi. La sella è dal look monoposto (ma in realtà omologata anche per il passeggero), ha un doppio rivestimento con cadenino, impunture elettrosaldate sulla seduta e cuciture bianche in contrasto. Sul retroscudo, infine, è presente la targhetta numerata “Vespa Sei Giorni II Edition”.

Lunga serie di accessori

Di serie è presente la porta USB, collocata all’interno del cassetto nel retroscudo, evi fari posteriori sono ora full LED. Per la Vespa Sei Giorni, come per tutte le versioni di Vespa GTS, sono disponibili numerosi accessori: parabrezza, bauletto da 42 lt, supporto bauletto, portapacchi anteriore e posteriore, kit perimetrale cromato, sella con conformazione biposto, sella in vera pelle “Made in Italy” color testa di moro, telo copri gambe in materiale termico, telo copri veicolo, antifurto meccanico, antifurto elettronico, tappetino in gomma antiscivolo e borsa in vero cuoio.

Infine, come optional troviamo il sistema VESPA MIA, che permette di mettere in comunicazione il proprio smartphone con lo scooter.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli