Vespa LX e S: nuovi motori da 55 km/l

Lotta al consumo per le Vespa LX e S, ora anche con motore a tre valvole. Si annunciano percorrenze record e tagliandi di manutenzione allungati. Il nostro test a Roma

Vespa lx e s: nuovi motori da 55 km/l

Siamo nella Capitale per un test di assaggio delle nuove Vespa equipaggiate col nuovo motore raffreddato ad aria forzata e dotato di distribuzione monoalbero e tre valvole (due di aspirazione). Una configurazione voluta per contenere costi e consumi, dichiarati in 55 km/litro a 50 km/h. In generale, ciò si traduce in un risparmio di carburante del 30% rispetto agli analoghi propulsori con la testata a due valvole.

 

+ PRESTAZIONI, - COSTI

Ma il nuovo “3V” non è solo parco. Sono stati modificati i valori di alesaggio e corsa (ora lunga) per avere una migliore erogazione, gli attriti interni del motore sono stati ridotti il più possibile sempre alla ricerca del minore consumo, e c’è un’iniezione elettronica Marelli di terza generazione e dotata di sonda lambda. Ne guadagnano anche la potenza, che cresce del 7,1% per la 125 e del 6,3% per la 150 (11,6 CV a 8.250 giri e 12,9 CV a 7.750 giri) e la coppia (+10,3% la 125, + 7,8% la 150: 10,7 Nm a 6.500 giri e 12,8 Nm a 6.250 giri).

 

MANUTENZIONE

Una riduzione dei costi di gestione si ottiene anche con più lunghi intervalli di manutenzione, ora a 10.000 km, e la sostituzione della cinghia di trasmissione a 20.000 km (12.000 km sui modelli precedenti).

 

I PREZZI

Aumentano i prezzi di listino di poco meno di 150 euro rispetto alle due valvole

  • Vespa LX 125: 3.820 euro (cim)
  • Vespa LX 150: 4.020 euro (cim)
  • Vespa S 125: 3.970  euro (cim)
  • Vespa S 150: 4.170 euro (cim)

 

SEMPRE BELLA

Dal punto di vista estetico, solo pochi particolari differenziano le LX e S dai modelli equipaggiati con il tradizionale due valvole: nuove grafiche della strumentazione per la LX, mascherina cromata che cela gli avvisatori acustici, finiture nere e aggressive per la S (brutta però la cornice nera della strumentazione, che oltretutto è poco leggibile). Nulla di nuovo per quel che riguarda la ciclistica con cerchio anteriore da 11”, forcella monobraccio con ammortizzatore a doppio effetto e singolo ammortizzatore posteriore con precarico regolabile su quattro posizioni

 

BRILLANTI E MANEGGEVOLI

Le nuove Vespa sorprendono per la prontezza all’acceleratore. La progressione è davvero brillante, i nuovi motori “frullano” piacevolmente senza apprezzabili vibrazioni. Nello spunto la 125 è gagliarda quasi come la sorella di maggiore cilindrata che, ovviamente, allunga con più decisione dopo i 70 km/h. Per il resto offre una posizione naturale in sella, una grandissima maneggevolezza, discreto comportamento delle sospensioni mentre i freni richiedono uno sforzo sensibile per ottenere un grip soddisfacente. Peccato che la percorrenza particolarmente ridotta del test non ci abbia permesso un prima prova di consumo. Torneremo presto sull’argomento.

 

www.it.vespa.com

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA