a cura della redazione - 08 dicembre 2019

Vespa 300 GTS: i consigli per scegliere un buon usato

La Vespa 300 GTS non ha mai evidenziato gravi anomalie ma, nei controlli, dovete approfondire l’analisi di alcuni dettagli. Con 2.200 euro per un esemplare del 2008, potrete mettere le mani su uno scooter solido, originale e versatile

1/12

Vespa GTS 300 2008-2012

1 di 4

Se avete intenzione di comprare una Vespa usata ricordatevi che è uno scooter dal grande successo commerciale, quindi le quotazioni sono abbastanza elevate, ma vi portate a casa un mezzo robusto e perfetto per la città. La versione in cima alle richieste, quella più cliccata sui siti specializzati, è la 300 GTS. Si tratta di trovare quella che piace di più, quindi sappiate che le varianti sono: GTS, GTS Super, GTS Touring e GTS Super Sport.

Tecnicamente queste versioni sono identiche, cambiamo accessori e colori. Tutte possono essere equipaggiate con alcuni optional che le rendono più versatili e ne valorizzano lo stile, tra i più richiesti ci sono portapacchi posteriore a ribaltina (157 euro), bauletto originale (piccolo 172 euro, grande 276 euro), cupolino (106 euro) o parabrezza (basso 133 euro, alto 152 euro). Ricordate che se la Vespa li monta, inevitabilmente avrà una valutazione un po’ più alta rispetto al modello di serie.

1/12

Vespa GTS 300 2008-2012

Il libretto dei tagliandi è un documento importante, che vi racconta la storia dello scooter e, soprattutto, vi aggiorna su tutti i lavori eseguiti. Quindi, sarebbe meglio averlo fra i documenti. Ricordiamoci che la Vespa ha un telaio monoscocca che comprende anche scudo e fiancate in metallo (questo è uno dei motivi che la rendono più costosa degli scooter con telaio in ferro e sovrastrutture di plastica), è inutile controllare saldature e punti ossidati perché il processo di verniciatura è molto articolato ed efficace.

Il monocilindrico è robusto e se è in ordine, non consuma olio. Però, essendo la Vespa un veicolo usato molto in città, è facile che l’impianto di raffreddamento sia più sollecitato, perciò accertatevi che il livello del liquido refrigerante sia corretto e ricordate di controllarlo con periodicità. Inoltre, verificate che la frizione centrifuga non funzioni a “scatti”. Sui modelli più anziani controllate che tutti i pulsanti sul manubrio funzionino correttamente perché l’esposizione ad acqua e sole potrebbe avere creato un po’ di ossidazione sui contatti. Se non basta un buon fluido riattivante elettrico, la spesa per sostituirli non supera i dieci euro. Se potete fare una prova su strada, verificate che il tubo di sterzo non sia danneggiato a causa di urti più forti. Basta andare a velocità moderata e controllare che l’avantreno sia stabile o lo scooter non tiri da un lato.

Controllate il freno dietro. Nel controllo generale dei freni, prestate più attenzione alla integrità del disco posteriore, un po’ meno longevo: se presenta microsolchi sulla fascia frenante, le pastiglie si consumeranno più velocemente. Il disco costa 72 euro.

Sono vietati i cali di tensione. Su alcuni esemplari è stato segnalato un malfunzionamento del regolatore di tensione, che inevitabilmente porta allo spegnimento dello scooter. Avviate la Vespa per un controllo sullo stato della batteria ma verificate anche che luci e spie del cruscotto non abbiano cali di tensione anomali.

Rumore di scarico? Ok, ma quello giusto. La boccola in grafite che collega marmitta e collettore andrebbe sostituita ogni tanto perché può deteriorarsi. Se lo scooter vi sembra un po’ rumoroso, controllate quel componente e se va cambiato la spesa è di soli 20 euro.

Attenti al cavo del contachilometri. Potendo fare un giro di prova, buttate l’occhio sul contachilometri, che deve segnare la corretta progressione. Questo perché il cavo che arriva alla ruota anteriore potrebbe essersi danneggiato, senza rompersi del tutto: la curva che disegna è ampia e rimane un po’ esposto a eventuali urti e strappi. Il pezzo di ricambio costa 20 euro.

1/12

Vespa GTS 300 2008-2012

  • Ammortizzatore anteriore: 160 euro
  • Disco freno anteriore: 72 euro
  • Gruppo faro anteriore: 94 euro
  • Kit cinghia e rulli variatore: 127 euro
  • Leve freni (cad.): 11 euro
  • Candela di accensione: 15 euro
  • Filtro olio: 7 euro
  • Gruppo faro posteriore: 27 euro
  • Kit frizione: 78 euro
  • Pastiglie freno ant./post.: 28 euro
1/12

Vespa GTS 300 2008-2012

  • 2008 da 2.200 a 2.500 euro
  • 2009 da 2.500 a 2.700 euro
  • 2010 da 2.700 a 2.900 euro
  • 2011 da 3.000 a 3.200 euro
  • 2012 da 3.200 a 3.500 euro

Campagne di richiamo

Il sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti non riporta informative tecniche riguardo la Vespa 300 GTS degli anni 2008-2012.

1/12

Vespa GTS 300 2008-2012

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli