Valentino sceglie Galbusera al posto di Burgess

La voce girava da tempo ma ora ecco l’annuncio: sarà il tecnico brianzolo a seguire i pilota di Tavullia per la stagione 2014. Ecco chi è Galbusera

Valentino sceglie galbusera al posto di burgess

È ufficiale: Silvano Galbusera prende il posto di Jeremy Burgess, storico capotecnico di Valentino Rossi: 7 Mondiali vinti insieme nel Motomondiale non sono bastati a tenerli uniti in questo momento così avaro di soddisfazioni sportive. La firma del contratto col tecnico italiano e l’ufficializzazione questa mattina, a Valencia, dove Silvano è già al lavoro con Valentino sulla Yamaha M1 per i test previsti fino a mercoledì.

Ma come è scoccata la scintilla tra i due dato che corrono da moltissimi anni in campionati diversi? Pare che Valentino a Brno e Misano sia stato conquistato dal metodo di lavoro di Silvano nell’estate del 2010, quando in sella alla Yamaha R1 Superbike gestita proprio da Galbusera cercò di riprendere confidenza con la pista dopo il lungo stop per l’infortunio al Mugello. La trattativa lampo tra il capotecnico e il team si è conclusa - a quanto pare - anche grazie alla mediazione di Maio Meregalli che, interpellato sia da Valentino sia dai vertici Yamaha sulle competenze tecniche di Galbusera, ha sgombrato il campo da qualsiasi dubbio: “è l’uomo giusto!”.

 

SUPER ESPERTO

Ma chi è Silvano Galbusera? E come può, un uomo cresciuto quasi solo in Superbike, lavorare con un 9 volte campione del mondo e approcciare una moto ricca di elettronica come la MotoGP?

Innanzitutto Silvano è un tecnico Yamaha di altissimo profilo ormai da diversi anni. La SBK, poi, contrariamente a quanto si creda, è una moto simile alla MotoGP in fatto di elettronica: è possibile dire che la condivide, sia pure ricevendola con un po’ di ritardo. Inoltre Galbusera ha già lavorato per piloti del calibro di Marco Melandri, Ben Spies e Tom Sykes. Il suo esordio nel mondo delle corse è avvenuto nel 1979 con Gilera, al fianco di JanWitteveen, e la collaborazione è durata ben 14 anni, al fianco di piloti come Casoli e Gramigni nella classe 250 GP (ma anche esperienze alla Dakar con Michele rinaldi . Successivamente, nel 1994, è entrato a far parte dello staff tecnico del team di Giacomo Agostini, dove seguiva la Cagiva 500 di John Kocinsky. Dopo il lavorocon la Casa italiana, è il turno di Yamaha, dove viene chiamato da Davide Brivio. Qui rimane per ben 16 anni, fino al passaggio in BMW con Melandri, avvenuto solo in seguito al ritiro della Yamaha dal Mondiale SBK. Nei mondiali per derivate di serie, Galbusera ha seguito piloti come Troy Corser, Haga, Cal crutchlow e Ben Spies, vincendo il mondiale SBK nel 2009. Oggi l’avventura riprende, e non può farlo in maniera migliore.

 

Devo ringraziare la Yamaha e Valentino - dice galbusera - per questa grande opportunità di lavorare con un pluri-Campione del Mondo come lui. Sono anche felice di tornare in Yamaha e di lavorare in un team di così grande successo, sempre al top della MotoGP”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA