Statistiche web
14 March 2016

Valentino Rossi: “Marquez mi ha tradito, non mi farò fregare più!”

Quando manca meno di una settimana al via della stagione MotoGP 2016, il nove volte Campione del Mondo si dice pronto a dare battaglia. Ripensando al suo rapporto con Marquez, il pesarese dichiara di essere deluso dall’essere stato fregato da Marc e che non ci potrà mai più essere un rapporto personale tra loro due. Si prevedono scintille in pista. Non manca uno sguardo al futuro...

PRONTI ALLA BATTAGLIA

A una settimana dal via della stagione 2016 della MotoGP (il primo round in Qatar il 20 marzo), torna ad infiammarsi la vicenda Rossi-Marquez che ha caratterizzato il finale del campionato 2015. In un’intervista rilasciata a “La Gazzetta dello Sport”, Valentino Rossi parla del suo futuro, della sua vita privata, della stagione che sta per iniziare e… si torna sul discorso Marquez. Forti le parole del nove volte Campione del Mondo, che dice: “Marquez mi ha tradito, non mi farò fregare più!”. 

I TEST QUEST’ANNO SONO ANDATI BENE, NON MI FARò FREGARE ANCORA

Dalle parole di Rossi si capisce che lui è pronto più che mai a far bene in questa stagione, circondato dagli amici di sempre, dal calore dei fan e dalla voglia di riscatto, la voglia di cancellare ciò che è successo lo scorso anno e di dimostrare a tutti le proprie potenzialità. “Quest’anno i test sono andati meglio (5° negli ultimi test di Losail, ndr), poi l'anno scorso è iniziato che meglio non si può, con una delle più belle gare della mia carriera (la vittoria in Qatar, ndr). Sarà difficile ripetersi, però vorrei salire almeno sul podio” dice Valentino. È dunque un Rossi determinato a fare grandi cose, che vuole dimostrare a tutti che nonostante i suoi 37 anni i età è in grado ancora di poter dire la sua, come se il tempo per lui si fosse fermato. “Dimostrare meno degli anni che ho secondo me è dovuto a due fattori” continua Rossi “un po' di culo genetico e poi da quello che pensi nella tua testa, da quello che fai: io corro ancora, sono sempre a contatto coi pilotini... quello mi aiuta. Penso che quando smetterò, il giorno dopo diventerò subito un po' più vecchio".
Ora veniamo all’argomento più scottante, il rapporto tra Rossi e Marquez. Rapporto che Valentino paragona alla rivalità in Formula1 tra Prost e Senna negli anni ’90, augurandosi lo stesso finale: Senna che batte Prost in pista. Dalle parole di Rossi si capisce la sua delusione nell’essere stato fregato da Marquez, ma il Dottore si dichiara più pronto e aggressivo che mai! Ecco il frammento dell’intervisto in cui parla di Marc:
 
Con Marquez esclude quindi un riavvicinamento?
"Sì. Dopo quello che è successo non ci potrà mai più essere un rapporto personale tra noi due. Neanche minimo. Ma dovremo essere avversari in pista, per qualche anno spero, e lì tutti e due dovremo portarci rispetto. Quello sarà importante".
 
Lo ha sopravvalutato?
"Più che altro mi sono fatto fregare da Marquez. Lui mi ha veramente tradito. È arrivato dicendo che era mio tifoso, ma erano tutte cagate. Io ci avevo quasi creduto, ero pronto ad avere una rivalità matura, dando il 100% in pista, ma poi fuori comportandoti alla stessa maniera. Ma da parte sua era tutta una bugia. Ad Assen ho capito che faceva il mio amico solo se mi batteva. Troppo facile così".

ANCORA UN PAIO D’ANNI IN YAMAHA E POI…

Rossi poi parla anche del suo futuro ed espone una notizia non ancora ufficializzata ma che era nell’aria da qualche mese, ovvero il suo futuro in Yamaha ancora per qualche anno, per poi passare magari… alle auto. “Passeranno 5 o 6 gare, ma sono abbastanza convinto di continuare un paio di anni e Yamaha anche. Poi basta, anche perché mi vengono i capelli bianchi. Però a 39 anni potrò correre una decina in auto, fare le gare più affascinanti, la 24 Ore di Le Mans o la Dakar. Anche se lì ci si alza troppo presto”. Riguardo invece i progetti per la VR46 Academy Rossi dice: "La MotoGP è un'altra storia, non ci interessa tanto. In Moto2 e 3 puoi toglierti soddisfazioni, poi è dura. E io vorrei soprattutto aiutare i giovani a crescere".
 
E alla domanda: “È Lorenzo l'uomo da battere?” Rossi risponde : "Lui e Marquez. Al momento di più Lorenzo". Si prospetta dunque una stagione di grande bagarre tra i cordoli, anche perché il Dottore promette:  “Un anno fa sono partito benissimo ma ho finito male. Mi piacerebbe anche partire non così bene ma poi essere forte fino alla fine”.
 
Appuntamento dunque al 20 marzo!
© RIPRODUZIONE RISERVATA