di Nicolas Patrini - 29 novembre 2018

“Stessi problemi: con la moto 2019 non siamo da podio”

Valentino Rossi, al termine della prima giornata di test a Jerez, non è soddisfatto. Malgrado le novità introdotte e l’arrivo di un nuovo propulsore il gap da colmare sulla M1 numero 46 è ancora troppo grande

Valentino Rossi chiude la prima giornata di test con un miglior tempo di 1’39”564, a più di 1 secondo e mezzo dal primo. Il Dottore, come detto anche da Massimo Meregalli, è alle prese con la scelta del motore, ma sembra essere poco convinto sulla reale competitività delle modifiche provate a Jerez. Di seguito la sua dichiarazione:

“Al termine della prima giornata il mio tempo non è affatto buono, questo perché non abbiamo provato il time attack ma anche per alcuni problemi che abbiamo nella gestione delle nuove gomme. Penso che il passo gara possa essere leggermente migliore ma devo controllare meglio i tempi sul giro. Ieri abbiamo lavorato molto sul motore, comparando quello nuovo al propulsore 2018. La strada da seguire è chiara, ma per come la penso io le soluzioni portate non faranno la differenza. Sarò chiaro: se messi a confronto con gli altri team il nostro livello attuale è lo stesso dello scorso anno. Continueremo a lavorare…ma se dovessimo correre domani arriveremmo sesti o settimi. Magari quarti, ma se gli altri cadono”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news