di Nicolas Patrini - 20 novembre 2019

Valencia, day 2: a metà giornata è Marquez a dettare il passo

Continua il lavoro dei tema per lo sviluppo delle MotoGP 2020. Ducati, Honda, Yamaha e Suzuki si concentrano sulle novità che riguardano motore, telaio, elettronica e setting di base. La classifica con i tempi alle 13, con Marc Marquez in vetta

1/60

Prosegue nella seconda giornata di Test IRTA il lavoro dei Team MotoGP. Nella prima parte della mattinata nessuno è sceso in pista a causa della temperatura troppo bassa dell'asfalto, che ha quindi ritardato l'inizio dei lavori. Numerose le novità viste nel primo giorno, le stesse su cui le squadre si concentrano anche nel day 2: quasi tutti provano i motori in configurazione 2020, così come nuovi telai e sistemi di intervento elettronico rinnovati. KTM modifica il prototipo con un telaio inedito; Suzuki cerca di aumentare la competitività della GSX-RR con un motore dotato di più potenza e allungo; Ducati cerca la via per battere Honda e mette sul piatto un nuovo motore, un telaio modificato e sistemi di gestione elettronica rinnovati, ma senza Petrucci (assente per un'infiammazione alla spalla sinistra); Aprilia lavora in particolare sulla gestione elettronica, in attesa di mostrare la RS-GP 2020 nei prossimi test. Il team di Noale ha girato con uno speciale sensore montato sulla gomma posteriore che ne valuta le caratteristiche. Ad attirare l'attenzione a fine mattinata è stato Iannone, che si è dovuto fermare con la moto in fiamme. Honda prova con Marc Marquez la moto in configurazione 2020, con il campione del mondo in carica che alterna sessioni sulla RC213V 2019 per confrontare i dati rilevati e valutare il nuovo telaio, inedito anche il codone, ora dotato di più aperture per far defluire l'aria calda. Yamaha, infine, stravolge il progetto dotando la M1 di un nuovo motore, un nuovo telaio e numerose parti rinnovate, come ad esempio il frontale della moto. Stando a quanto dichiarato i piloti sembra che tutti siano soddisfatti del lavoro svolto: la preparazione alla prossima stagione prosegue per step, ma chi ben comincia...

Classifica tempi: top 10 alle ore 13

POS#RIDERGAP
193M. MARQUEZ1:30.664
244P. ESPARGARO+0.021
321F. MORBIDELLI+0.139
436J. MIR+0.150
520F. QUARTARARO+0.274
612M. VIÑALES+0.372
74A. DOVIZIOSO+0.549
842A. RINS+0.579
943J. MILLER+0.838
1027I. LECUONA+0.851
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli