Un’azienda di San Francisco e un’università londinese iscritti al GP ecologico del TT

Svelati i progetti di alcune squadre iscritte al TTXGP, il Gran Premio ecologico all’isola di Man, in occasione del quale si sfideranno le moto a zero emissioni inquinanti. Fra i più interessanti si sono fatti notare quello della società californiana Mission Motors, una moto elettrica con telaio Aprilia del Costruttore artigianale Jozz Bikes e il prototipo realizzato dalla Kingston University di Londra.

Un’azienda di san francisco e un’università londinese iscritti al gp ecologico del tt



Milano 23 marzo 2009
– Due settimane fa abbiamo accennato al TTXGP, il Gran Premio ecologico che si terrà nei giorni del Tourist Trophy all’isola di Man, in occasione del quale le moto a zero emissioni inquinanti si sfideranno in un giro del circuito dove si disputa la storica corsa su strada. Le voci circolate in questi giorni hanno convinto le squadre a svelare il lavoro che avevano messo in cantiere. Così è uscita allo scoperto le moto di una società di San Francisco (U.S.A.), la Mission Motors, che produce moto elettriche e ha affidato lo stile della sua GP allo studio One Design, capitanato da Yves Behar. Per questo il prototipo è stato chiamato Mission One. Il progetto promette grandi performance per una moto elettrica: una velocità di punta di oltre 240 km/h e oltre 240 km di autonomia. Oltre ad essere cattiva per le prestazioni, purtroppo lo è anche nel prezzo, almeno quello di realizzo: 68.995 dollari. Altro partecipante sarà Jozz Bikes, un Costruttore artigianale, che ha realizzato con propulsore elettrico montato in un telaio Aprilia (www.jozzbikes.co.uk). Infine, e forse più interessante in termini di ricerca e sviluppo, sarà in gara anche il Team Motorsport della Kingston University di Londra. La moto del Team Kingstone sarà pubblicata dalla donna che ha vinto nella sua categoria il TT del 2004, Maria Costello.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA