di Beppe Cucco
- 26 September 2020

UFFICIALE: Rossi resta in MotoGP! Nel 2021 con Petronas

Il Team Petronas Yamaha annuncia la firma con Valentino Rossi per la stagione MotogP 2021. Il nove volte Campione del Mondo sarà il compagno di squadra di Franco Morbidelli. E per il futuro? Gli scenari possibili sono molti

1/30

1 di 2

La notizia era nell’aria da mesi, ma ora è arrivata l’ufficialità: nel 2021 Valentino Rossi sarà ancora in MotoGP e sarà un pilota del Team Petronas Yamaha SRT. Per la prossima stagione il Dottore farà quindi scambio di sella con Fabio Quartararo, che il prossimo anno salirà sulla M1 del Team ufficiale. Rossi potrà contare anche su alcuni uomini del suo team, che lo seguiranno in questa nuova avventura. Con lui ci saranno il capotecnico David Munoz, il telemetrista Matteo Flamigli e il coach Idalio Gavira. Contrariamente a quanto si pensava inizialmente, però, non potranno seguirlo i suoi storici meccanici Alex Briggs e Brent Stephens. Il compagno di squadra di Valentino sarà Franco Morbidelli, che è stato confermato da Petronas per le stagioni MotoGP 2021-2022 e avrà a disposizione una M1 Spec-A.

"Ho ancora voglia di guidare"

Questo il commento di Valentino Rossi: "Sono molto felice di continuare a guidare nel 2021 e di farlo con il Petronas Yamaha Sepang Racing Team. Ho pensato molto prima di prendere questa decisione, perché la sfida sta diventando sempre più calda. Per essere al vertice in MotoGP bisogna lavorare molto e duramente, allenarsi ogni giorno e condurre una "vita da atleta", ma mi piace ancora e ho ancora voglia di guidare. Nella prima metà dell'anno ho fatto la mia scelta e ho parlato con Yamaha, che era d'accordo con me. Mi hanno detto che anche se nel Factory Team non c'era posto per me, la moto ufficiale e il supporto ufficiale erano garantiti.

Sono molto felice di passare alla Petronas Yamaha SRT. Sono giovani, ma hanno dimostrato di essere un top team. Sono molto seri e molto ben organizzati. Per quest'anno ho cambiato anche il mio capotecnico. Sono molto contento di David, e penso che non abbiamo ancora raggiunto il massimo, questo è stato uno dei motivi per cui ho scelto di continuare, perché l'atmosfera nella squadra è qualcosa che mi piace molto.

Sarà bello avere Franco come mio compagno di squadra, dato che è un pilota dell'Academy. Penso che possiamo lavorare insieme per far accadere cose buone”.

Al contrario di quanto trapelato inizialmente, però, il contratto che legherà Rossi alla Petronas sarà di una sola stagione. Questo per due motivi. Il primo è che il prossimo anno scade il contratto tra le Case e l’Irta, che dovrà essere rinnovato per il periodo compreso tra il 2022 e 2026 e gli scenari potrebbero cambiare radicalmente: si parla di un ipotetico ingresso della VR46 in MotoGP, della creazione di un team satellite Suzuki… Insomma, c’è molta carne al fuoco.

Il secondo è che si pensa che Rossi alla fine del 2021 possa annunciare il suo ritiro dalle corse, per dedicarsi al 100% ad una nuova vita da Team Manager, magari proprio di un suo team in MotoGP, e continuare in prima persona il progetto dell'Academy. Ma, se nel corso del 2021 ci saranno buoni risultati, da entrambe le parte c'è la possibilità di continuare per un alto anno...

1/24

Valentino Rossi

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli