SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Madman CUP: nuovo trofeo amatoriale a costo “zero”

Nato da un’idea di un gruppo di amici, Madman CUP è il primo campionato a squadre disputato durante i giorni di prove libere su circuiti come il Mugello, Misano, Vallelunga, Imola e altri. Scoprite tutti i dettagli e il regolamento del trofeo

Madman cup: nuovo trofeo amatoriale a costo “zero”

Tutti gli amanti della velocità e delle supersportive hanno un pallino fisso: diventare veri piloti. Purtroppo non sempre è possibile, sia per motivi economici che per talento... non sufficiente. Negli ultimi anni, però, si stanno sempre più diffondendo trofei low cost (un esempio sono la R125 Cup e il KTM Duke 200 Trophy, dedicati ai più giovani), che permettono a molti di approcciarsi al mondo delle corse senza troppo impegno finanziario e divertendosi. A tal proposito, è nata la Madman CUP: la prima competizione amatoriale a squadre disputata durante i classici turni di prove libere, non durante una gara ufficiale e non in un giorno particolare. Entriamo nel dettaglio di una formula molto particolare.

 

Il trofeo che costa pochissimo

La Madman CUP, nata dall’idea di un gruppo di amici appassionati di due ruote, si svolgerà alcune delle più importanti piste italiane: Vallelunga, Misano, Mugello, Imola, Adria e Magione. Per partecipare al trofeo non è neccessaria una licenza FMI, quindi è sufficiente girare durante una qualsiasi giornata di prove libere, inoltrare all’organizzazione del trofeo i tempi rilevati con transponder e concorrere con la propria squadra per vincere i premi messi in palio dagli sponsor. I costi sono praticamente nulli, se non per l’iscrizione al club: circa 10 euro (gli organizzatori stanno valutando l'ipotesi di offrire un'assicurazione che copra i danni in pista, in questo caso la quota associativa subirà un incremento).

 

Comanda il cronometro: gara al giro veloce

Come funziona questo trofeo? Come detto prima, i partecipanti si sfideranno a suon di giri veloci nel corso delle prove libere, quindi non ci sarà una vera e propria gara con partenza da fermo. Ogni pilota, una volta completata la propria sessione, deve inviare i propri tempi (registrati dal transponder) all’organizzazione della Madman CUP, che calcolerà il tempo medio basato sui migliori 5 giri effettuato dal pilota e lo inserirà nella squadra a cui egli appartiene. Tutto molto semplice: gli iscritti sono liberi di andare in pista quando e dove vogliono (in una delle piste ammesse), anche senza i propri compagni di squadra. Dall’1 marzo all’1 novembre 2015 (inizio e fine del calendario del trofeo) i piloti possono recarsi in circuito e migliorare il proprio best lap, che verrà tenuto in considerazione al fine della classifica. Inoltre, i tempi verranno normalizzati a quelli del circuito di Vallelunga secondo tabella riportata nel regolamento (cliccate qui per consultarlo).

 

Vallelunga, misano, mugello, imola, adria e magione, ma 6 tappe sono speciali

Ogni squadra dovrà essere composta da 6 piloti e verrà formata dall’organizzazione calcolando la media dei tempi dichiarati dai singoli piloti: questo criterio ha lo scopo di uniformare tutte le squadre, che dovranno avere un tempo medio sul giro di circa 1’59”5 (riferito a Vallelunga). Nel caso il best lap dichiarato dagli iscritti non sia in linea con i tempi rilevati successivamente durante le prove libere, l’organizzazione ha la facoltà di imporre penalità. Inoltre, per rendere ancora più divertente il trofeo, verranno stabilite 6 tappe ufficiali (rese note a inizio anno) dove i partecipanti beneficeranno di un bonus di un secondo in meno sul giro.

 

Per iscriversi a questo divertente trofeo a costo “zero” basta compilare il modulo di adesione (che trovate nel sito ufficiale www.madmanracingteam.wordpress.com) entro l’1 ottobre 2015. Le iscrizioni sono già aperte, fatevi sotto, smanettoni!

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA