Tiger 800 XRx: una crossover piacevolissima

Seconda parte del test su strada con le nuove enduro stradali medie made in Hinckley. Oggi tocca alla più turistica delle nuove Triumph Tiger 800, la XR. Ce ne parla sempre Fabio Meloni, nostro inviato in Spagna

Tiger 800 xrx: una crossover piacevolissima

L’articolo in cui il tester di Motociclismo dava in anteprima le impressioni di guida della Triumph Tiger 800 XCx terminava con un appuntamento: “Appuntamento a domani per il test della Tiger XR, la sorella più votata all'asfalto stradale” (cliccate qui per rileggere il tutto). È arrivato il momento di continuare il racconto, stavolta parlando della più stradale delle Tiger 800 2015. Prima di lasciare la parola a Fabio Meloni, un piccolo pro memoria, con qualche link per farvi orientare meglio nell’argomento.

 

 

LA “X” CHE VALE

Eccoci oggi pronti a partire con la sorella più stradale, che Triumph ci fa provare come ieri con l'allestimento "x", il più completo. Come probabilmente avrete letto, questa moto guadagna in sostanza tutti i miglioramenti della XC, quindi acceleratore RBW, ABS evoluto, comfort migliorato, sella regolabile; e sul modello "top" mappature, cruise control e varie altre cose.

Bando alle chiacchiere però.

 

MAGGIORE SPORTIVITÀ SU STRADA

Buona parte delle caratteristiche che ci hanno fatto apprezzare la XC le ritroviamo sulla XR. Il motore è una meraviglia: riprende dal minimo con una dolcezza esemplare, spinge bene da subito e si irrobustisce progressivamente fino a soddisfare qualunque prurito. E la posizione di guida è davvero azzeccata. Gambe e braccia possono distendersi comodamente, la sella è accogliente, le vibrazioni pressoché trascurabili e la protezione dall'aria buona. Anche la ciclistica in qualche modo è simile, nel senso che trasmette piacevolissime sensazioni di sicurezza, rigore, precisione. Dove la XR è ben diversa è nelle sospensioni, che sono più "stradali". I trasferimenti di carico sono sensibilmente limitati, in particolare quando si guida spediti, e questo trasmette una sensazione di maggiore sportività, ben supportata da un buon impianto frenante e da una piacevole sensazione di aderenza.

 

POTREBBE PIEGARE ANCHE DI PIÙ

Peccato che il gusto di tutto ciò sia - in minima parte - vanificato dalla luce a terra, che, proprio per le sospensioni con la corsa ridotta, è inferiore. Si fanno delle belle pieghe, ma può capitare di voler fare di meglio. Il lato positivo è che la sella è piuttosto bassa, diversamente da quanto accade sulla XC. Tutto questo, unito a una dotazione più che completa, la rende una validissima scelta nella sempre più "frequentata" categoria delle crossover di media cilindrata. 

 

DISPONIBILITÀ

  • Tiger 800 XRx e XCx: da febbraio 2015
  • Tiger 800 XR e XC: da aprile 2015

 

PREZZI

  • Tiger 800 XR: 10.640 euro chiavi in mano
  • Tiger 800 XRx: 11.740 euro chiavi in mano
  • Tiger 800 XC: 11.640 euro chiavi in mano
  • Tiger 800 XCx: 12.740 euro chiavi in mano

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA