La prova al banco della Tiger 1200 GT Explorer dopo 2.300 km

Una moto che si definisce globetrotter dev'essere in grado di coprire grandi distanze senza battere ciglio. Per questo abbiamo attraversato Portogallo, Spagna, Francia e Italia per scoprire pregi e difetti della Triumph Tiger 1200 GT Explorer nelle lunghe percorrenze. Il video racconto, la prova sul banco di Motociclismo e il confronto con i dati dichiarati dalla Casa

1/33

Il test della Triumph Tiger 1200 GT Pro

1 di 2

Dell'ultima arrivata nel segmento delle maxi enduro, la Triumph Tiger 1200, ne abbiamo ampiamente parlato in più occasioni: dopo aver raccontato com'è fatta e come va su strada e fuoristrada, mancava il nostro test finale. L'abbiamo messa sul nostro banco prova per scoprire cos'è in grado realmente di offrire il suo motore 3 cilindri in linea da 1.166 cc.

Per raggiungere la redazione, però, la Tiger 1200 ha attraversato per il largo tre stati (Portogallo, Spagna e Francia) fino ad arrivare alla nostra sede, alle porte di Milano. Un percorso prevalentemente autostradale, in cui abbiamo scoperto pregi e difetti della versione GT Explorer, con cerchio anteriore da 19" e un serbatoio da 30 litri. Dunque, una vera e propria globetrotter in grado di macinare centinaia e centinaia di chilometri senza stancare il pilota. Ma sarà veramente così? Scopriamolo nel video che trovate sopra a questo paragrafo.

Nella pagina successiva trovate la tabella che mette a confronto i dati di potenza e coppia rilevati del nostro centro prove con quelli dichiarati da Triumph.

Triumph Tiger 1200 Dati dichiaratiDati rilevati all’alberoDati rilevati alla ruota
Potenza150 CV a 9.00 giri/min.151,4 CV a 9.100 giri/min.131,7 CV a 9.100 giri/min
Coppia130 Nm a 7.000 giri/min125,3 Nm a 7.300 giri/min.109 Nm a 7.300 giri/min.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA