Triumph chiude in crescita il 2021 sotto la spinta di Tiger 900 e Trident

La Casa inglese ha registrato performance superiori alla media consuntivata complessivamente dal mercato di riferimento nel quale opera, quello delle motociclette con cilindrata superiore ai 500 cc, che nel corso dell’anno fiscale 2021 ha evidenziato rispettivamente una crescita del 31,7% e dell’11% nel confronto con il 2020 e il 2019

1/3

Triumph Motorcycles Italia ha consegnato 4.800 moto nel corso dell’anno fiscale appena concluso (periodo compreso tra il 01.07.2020 e il 30.06.2021), segnando una crescita del 38% rispetto al periodo precedente (dal 01.07.2019 al 30.06.2020) e del 22% rispetto all’anno fiscale 2019 (dal 01.07.2018 al 30.06.2019), l’ultimo non interessato dagli effetti della pandemia da Covid-19. Si tratta di performance superiori alla media consuntivata complessivamente dal mercato di riferimento nel quale opera il Costruttore inglese, quello delle motociclette con cilindrata superiore ai 500 cc, che nel corso dell’anno fiscale 2021 ha evidenziato rispettivamente una crescita del 31,7% e dell’11% nel confronto con il 2020 e il 2019.

Triumph Motorcycles vede così crescere la propria quota di mercato in Italia, che si attesta alla fine del primo semestre 2021 al 6,5%, con un guadagno netto di mezzo punto percentuale rispetto alla rilevazione al termine del precedente periodo fiscale. Rilevante la spinta assicurata dalla nuova gamma Tiger 900: nella sue declinazioni GT, Rally e Sport la mid-size adventure a 3 cilindri ha segnato 1003 immatricolazioni, equivalenti al 21% del totale nel corso del FY21. Al secondo posto, ma considerata singolarmente si tratta del modello più venduto all’interno della gamma del Costruttore inglese, la brillante Trident 660, consegnata in ben 629 esemplari. Un risultato ottenuto in soli 4 mesi, considerato il lancio sul mercato avvenuto nel corso del mese di febbraio.

1/6

Andrea Buzzoni, General Manager e Amministratore Delegato di Triumph Motorcycles Italia, ha commentato:

“Si chiude un anno di business particolarmente intenso che ha proposto sfide inedite a tutti i Costruttori. Performance così positive sono il risultato di molteplici fattori, il più importante dei quali è stata indubbiamente la capacità di interpretare correttamente i segnali del mercato e le possibili evoluzioni della domanda, mettendo in campo anche un pizzico di audacia. Certamente, la strategia di sviluppo della nostra gamma sta riscontrando un crescente interesse da parte del mercato, e ciò è testimoniato dal brillante percorso fatto segnare tanto dalla famiglia Tiger 900 quanto dall’ultima arrivata, la Trident 660. Parallelamente, lavoriamo intensamente per aumentare la conoscenza dei tanti aspetti che rendono uniche le nostre motociclette, ad esempio la cura e la qualità costruttive che segnano una leadership chiara ed evidente osservando o testando i nostri prodotti. Infine, questi 12 mesi ci hanno visti particolarmente impegnati nello sviluppo della nostra rete di vendita, che si è fatta più capillare con l’inaugurazione di nuove Concessionarie e più innovativa grazie al lancio dei nostri showroom digitali Triumph First”.

Gaetano Vasques, Sales Manager di Triumph Motorcycles Italia:

“Analizzati nel contesto dello scenario complesso e senza precedenti che stiamo attraversando, i risultati positivi dell’Anno Fiscale appena concluso sono soprattutto il risultato di un intenso lavoro di squadra che ci ha visti lavorare quotidianamente a stretto contatto con la nostra rete. È innegabile che la crescita della domanda di mercato, ed in particolare della desiderabilità del nostro prodotto, hanno richiesto una pianificazione particolarmente scrupolosa che, unita alla massima attenzione per la soddisfazione dei tanti nostri appassionati, ci ha consentito di limitare al minimo possibile i tempi di consegna”

1/4

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA