Trentino: nuovi limiti di velocità. Alcuni specifici per le moto

La giunta provinciale di Trento ha stabilito nuovi limiti di velocità, che su alcune particolari strade valgono solo per i motociclisti

1/10 Comparativa sport-tourer 2017: Honda VFR800F in azione. La Honda è veloce e divertente, a patto di tenere il V4 oltre i 7.000 giri, cioè nella zona in cui il VTEC fa funzionare la distribuzione a 4 valvole per cilindro. La sportività è evidente, anche nel sound. Sotto i 7.000 giri, invece, la spinta è un po' debole

Le nuove limitazioni sono in vigore da sabato 25 luglio (erano state proposte a giugno, insieme a una campagna di sensibilizzazione rivolta ai centauri e al miglioramento della sicurezza) e riguardano i passi dolomitici, la strada del Bondone, la provinciale 3 del Monte Baldo, la statale 240 di Loppio e della val di Ledro, i comuni di Ledro e Storo e il tratto della val d’Ampola. La velocità limite deliberata dalla giunta è di 60 km/h per tutti i veicoli. Mentre, solo per i motociclisti, le nuove limitazioni saranno estese lungo la strada del Tonale e della Mendola, fino al comune di Fucine; sulla provinciale 31 del Passo Manghen (in corrispondenza dell’inizio del passo, ovvero dall’intersezione con la provinciale 65 Panoramica della Valsugana), fino all’intersezione con la provinciale 232 di Fiemme che porta in direzione di Molina, nei comuni di Telve e Castello.

1/10 Passo Sella
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli