Tourist Trophy 2014: date e novità

Già pronto il programma di gara della più famosa road race del mondo, che prenderà il via il prossimo 31 maggio. Tra cambi di casacca, defezioni e ritorni, i colpi di scena sono già iniziati…

Tourist trophy 2014: date e novità

Oggi l’Isola di Man è fredda, umida e silenziosa, e così rimarrà per molti mesi. Tuttavia, questo non le impedisce di essere l’epicentro dell’attenzione di tutti gli appassionati di road race del mondo. Le notizie da laggiù arrivano puntuali via via che l’edizione 2014 del Tourist Trophy prende forma, ed è il caso di fare il punto della situazione visto che qualche scoop è già nell’aria.

Prima di entrare nel merito della situazione attuale però, credo sia il caso di sgranchirsi un po’ la memoria. E non c’è modo migliore di farlo che gustandosi questo meraviglioso video dedicato all’edizione 2013 (nonché leggendo tutti gli articoli di Fabio Meloni direttamente dall’Isola: cliccate qui per report, approfondimenti e gallery - ndr)

 

 

Bene, possiamo iniziare. Facciamolo con le date: il programma prende il via con la SBK e la gara 1 della categoria Sidecar sabato 31 maggio, e continua lunedì 2 giugno con la gara 1 della Supersport e la Superstock. Mercoledì 4 giugno il TT Zero, la gara delle elettriche, e gara 2 della Supersport; Venerdì 6 gran finale con la Lightweight e la Senior.

 

CHI VIENE E CHI VA

Ma voi siete curiosi di notizie, lo so, e allora veniamo al dunque partendo da quelle, diciamo così, di contorno. Dean Harrison, che nel 2013 si è classificato 2° nella gara delle Lightweight e ha ottenuto buoni risultati in tutte le altre gare (8° nella Senior, 11° nella SBK, 8° nella SS1, 7° nella SS2 e 4° nella Stock), correrà con l’esordiente – nel mondo road race – team Mar-Train Racing, vincitore nel 2013 del BSB categoria Supersport. È invece confermato che il velocissimo James Hillier, che l’anno scorso ha vinto la Lightweight e ottenuto altri ottimi piazzamenti come il 4° posto nella Senior, continuerà col Team quattro Plant Kawasaki, col quale ha dimostrato un ottimo affiatamento. Nella classe Sidecar, un rientro altisonante: vincitore nel 2003 e ritiratosi nel 2004 a seguito di un grave infortunio torna Ian Bell. Correrà su un prototipo su base Yamaha.

 

CHI TORNA

Veniamo ora alle notizione “pesanti”. La prima è che il Team Tyco Suzuki, oltre a confermare Guy Martin, ha messo sotto contratto il veloce William Dunlop (nipote del grande Joey), che nel 2013 ha corso con Yamaha ottenendo un importante 3° posto nella gara 1 della Supersport.

La seconda, è che il Team Milwaukee Yamaha schiererà nientemeno che Ian Hutchinson, che torna sull’isola dopo il brutto incidente che nel 2010, anno in cui vinse la cifra record di 5 gare al TT, sembrava averlo tagliato fuori definitivamente dalle road race. Dopo 29 operazioni chirurgiche e tre anni di assenza dalle gare, Hutchinson sembra già pronto per lottare per la vittoria: appena tornato in sella, qualche giorno fa ha vinto il GP di Macau.

 

CHI HA DOMINATO MA MANCHERÀ

Un’altra “bomba” riguarda Michael Dunlop. Protagonista indiscusso dell’edizione 2013 con quattro strepitose vittorie (SBK, SS1, SS2, Stock), il giovane pilota non ha trovato una sistemazione soddisfacente. In un comunicato ufficiale, deluso, ha dichiarato di non voler vanificare tanto lavoro e i suoi ultimi risultati correndo con un mezzo che non ritiene competitivo e che quindi, a meno di sorprese, si augura di poter tornare a gareggiare nel 2015.

 

PER FINIRE IN BELLEZZA

Chi invece ha trovato un’ottima sella, e con questa notizia concludo, è Conor Cummins. Il forte 26enne è il nuovo compagno del mai domo John McGuinness, in seno al Team Honda TT Legends. Cummins è stato protagonista nel 2010 di un incidente memorabile

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA