06 June 2013

Tourist Trophy 2013: ancora Dunlop! Velocissime le elettriche

Riprendono le gare ma la musica è sempre la stessa: al nipote del grande Joey vanno vittoria, record sul tempo totale di gara e primato di categoria sul giro. Intanto al TT Zero si sfiorano le 110 miglia di media: Vince Rutter. In silenzio

Tourist trophy 2013: ancora dunlop! velocissime le elettriche

di Fabio Meloni

 

Ci risiamo. Michael Dunlop. Quarta partenza (SS gara 2), quarta vittoria. Un altro record sul tempo totale di gara, un altro primato di categoria sul giro (cliccate qui per la classifica completa). Lo speaker quasi si strozza a fine gara, quando il giovane finisce primo, con una media sul giro incredibile: 128,667 mph, che sarebbe a dire 17'35"65 (il precedente rifermento era sempre suo, 127,836 mph, ovvero 17'42"52). Ed è giustificato: con questa vittoria Dunlop può eguagliare il record di 5 vittorie in un'unica edizione (cliccate qui per la nostra gallery del TT 2013): mancherebbero infatti ancora due gare, la Lightweighte la Senior. L'attuale recordman - spero che sia giusto, me l'ha detto un commissario di percorso che sembrava saperla lunga - è Ian Hutchinson, che nel 2010 vinse 5 gare. e si correranno entrambe venerdì. Ma Dunlop ha deciso di non partecipare alla Lightweight... 

Sul secondo e terzo gradino del podio della SS sono saliti rispettivamente Bruce Anstey (2°) e John McGuinness (3°).

 

TTZERO E SIDECAR

La gara delle elettriche - una sfida a due, in sostanza: il gap tecnico delle altre moto è evidente - l'ha vinta Michael Rutter con l'americana MotoCzysz (cliccate qui per la gallery), e come l'anno scorso John McGuinness gli è arrivato alle spalle con la Mugen (raggiungendo quota 40 podi, come Joey Dunlop). Distacchi contenutissimi però, in questa occasione: i due finiscono separati da 1,7 secondi. Durante la gara lo speaker comunica le velocità massime a Sulby Straight. 142 mph(230 km/h) per la MotoCzysz, 131 mph(210 km/h) per la Mugen. Immagino, visto il tempo di gara paragonabile, che la moto giapponese si rifaccia del gap di potenza tra le curve. L'obiettivo di superare le 110 mph di media sul giro di gara è stato solo sfiorato - 109,675 mph per Rutter, 109,527 per McGuinness - ma comunque rispetto al ritmo dell'anno scorso (104,056 mph) l'incremento delle prestazioni, e quindi tecnico, è notevole e di gran lunga superiore a quello di tutte le altri classi. Le moto elettriche sono il futuro? Permettetemi, spero proprio di no. Riescono a essere noiose persino qui, in questa strepitosa cornice. Sul terzo gradino del podio, ben lontana, arriva la RW-2della Ohio State University guidata da Robert Barber, con una media di 90,403 mph (cliccate qui per la classifica completa). La moto italiana in gara, la Yamaha R6E/Vercarmoto guidata dal britannico Chris Mcgahan, è arrivata sesta, con una media sul giro di 83,857 mph. C’è ancora da lavorare.

 

Nessun record invece nella gara 2 dei sidecar. La vittoria va all'equipaggio composto da Ben e Tom Birchall, seguiti da Dave Molyneux con Patrick Farran. Al terzo posto Conrad Harrison e Mike Aylott (cliccate qui per la classifica completa).

Oggi nessuna gara; per il gran finale, appuntamento a venerdì!

 

IL TT 2013 SU MOTOCICLISMO.IT

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA