12 June 2014

Torna la NSR500 4 cilindri 2T? No, è la Ronax 500, GP targata

46 esemplari per una moto pazzesca, una racer stradale delle più dure e pure: 4 cilindri a V, 2T, 500 cc, 160 CV. L’estetica è quella di una moto da Gran Premio anni ’90, ispirata alla Honda di Valentino Rossi. Il prezzo elevato la rende un giocattolino non per tutti

Torna la nsr500 4 cilindri 2t? no, è la ronax 500, gp targata

Per chi, come il sottoscritto, è cresciuto con icone del calibro di Rainey, Gardner, Schwantz e Doohan, le moto da pista 2 tempi rimangono oggetti mitici, capaci di scatenare le emozioni più profonde. A livello motociclistico, ovviamente… Da ragazzo, quando ancora andavo al liceo con la spernacchiante NSR125, bramavo le più potenti e iconiche Honda NSR400, Suzuki RGV Gamma 250 e 500, Yamaha RD 350 e 500. La Bimota V2 500 è arrivata già in età adulta e comunque fuori dalla portata del mio portafoglio (volendo oggi me la potrei noleggiare per farci dei bei giri…). Nei miei fanciulleschi vagheggiamenti onirici, sognavo di costruirmi una special con un bicilindrico 250 -ovviamente 2T- e portarlo a 360 cc. Oppure una supermono con un mostruoso 500 di una moto da cross. A pensarci adesso mi vengono ancora i brividi.

 

SEMBRA UNA HONDA, MA…

Immaginatevi dunque come sono rimasto quando il mio collega Tarcisio mi ha messo a conoscenza dell’esistenza della Ronax, una race-replica 2 tempi come quelle degli anni 90, ma omologata per la strada. Bocca aperta, colpo al cuore. “Ma è la NSR500!”. ho esclamato vedendo le foto. Invece no.

Esteticamente infatti questa moto assomiglia molto alla NSR500 con cui Honda chiuse l’epopea delle due tempi nella classe regina. Feritoia sul muso, carene, codino, disposizione dei silenziatori, persino il disegno del telaio: tutto sembra ricordare la moto con cui Valentino Rossi vinse il titolo nel 2001. Persino la grafica e il numero 46 sono evocativi. Ma, dicono i costruttori, rammenta solo il numero di esemplari in cui sarà costruita la Ronax. Prendiamo per buona questa dichiarazione e, dopo aver sfogliato la gallery, concentriamoci su altro: la vera sostanza della moto.

 

160 CV SENZA ELETTRONICA

I materiali utilizzati sono tra i più pregiati e i componenti i più raffinati: sospensioni Öhlins, freni Brembo, carene in fibra di carbonio, carter motore in alluminio ricavati dal pieno in alluminio, silenziatori in carbon-kevlar…

Quanto alla parte meccanica, senza dubbio la più sfiziosa, la scheda tecnica parla di un 4 cilindri a V di 80°, dunque diverso da quello progettato da Honda, che nelle prime versioni disegnava un angolo di 90°,  addirittura 112° a partire dal modello del 1988. Le due bancate muovono due differenti alberi controrotanti e trasmettono il moto ad un cambio a 6 rapporti. Alesaggio e corsa di ciascun cilindro sono rispettivamente 54,5 e 54 mm, per una cilindrata totale di 499 cc. La potenza dichiarata è di 160 CV a 11.500 giri. Nulla di esorbitante, se si confronta con le moderne Superbike stradali 1000 a 4 tempi, che ormai hanno raggiunto e superato i 200 CV. Solo che le moto moderne sono zeppe di elettronica per evitare di mettersele per cappello ad ogni apertura del gas. La Ronax 500 invece limita l’intervento della centralina ad una doppia mappa: Sport e Rain. Non ci sono traction control, anti wheeling, né tantomeno ABS. Roba da piloti veri. Guardatela in azione nel video.

 

 

PREPARATE UN GROSSO ASSEGNONE

I produttori della Ronax definiscono la propria creatura “una moto da corsa per la strada”. Anche se dubitiamo fortemente di vederne in giro qualcuna in bella piega sui passi alpini o a tutta velocità sulle autostrade tedesche, questa moto è dotata di portatarga, fanali (quello anteriore “nascosto” nella presa d’aria), indicatori di direzione e specchietti. E avviamento elettrico: vi immaginate doverla accendere a spinta tutte le volte? Ma già presumiamo che chi se la potrà permettere la userà solo in pista o forse nemmeno la farà uscire dal salotto.

La Ronax infatti é una moto esclusiva non solo nelle prestazioni, ma anche nel prezzo: ciascuno dei 46 esemplari costa la bellezza di 100.000 euro. Chi la comprerà dovrà avere il portafoglio bello gonfio, oltre ad un discreto manico…

 

www.ronax500.com

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA