di Beppe Cucco - 14 febbraio 2020

Thundervolt NK-E e NK-ER: piccole moto, grande divertimento

Abbiamo messo alla prova la versione "standard" e la "racing" della pit bike elettrica creata da Loris Reggiani e soci. Thundervolt NK-E e NK-ER sono molto diverse tra loro, ma entrambe sanno far divertire, molto

1/14

1 di 4

Thundervolt è il marchio creato un paio di anni fa da Loris Reggiani, Giuseppe Sassi e Bruno Greppi, “tre pazzi sessantenni malati di moto che non riescono a fermarsi mai” come amano definirsi loro stessi.

Il nome dell’azienda lascia subito intuire il settore in cui opera: è il risultato dell’unione tra il tuono, thunder, che sta a rappresentare la forza, e l’unità di misura della tensione elettrica, i Volt. La prima nata dell’azienda è la NK-E, una pit-bike con ruote da 12” spinta da un motore elettrico integrato nella ruota posteriore in grado di sviluppare una potenza di 4 kW nominali (8 kW di picco) e una coppia di 168 Nm, per una velocità massima di 90 km/h. Caratteristica molto interessante è il fatto che è disponibile un software per variare le curve del freno motore, dell’accelerazione e della velocità massima. La batteria è ai polimeri di litio da 72V e 40Ah, che garantisce un’autonomia di circa 30 minuti di utilizzo in pista. Batteria che può essere ricaricata a bordo (per 30’ di utilizzo la carica dura 1 ora) oppure, ancor più comodamente, sostituita in un minuto. Il telaio è a traliccio di tubi ad alto resistenziale e le dimensioni totali raggiungono una lunghezza di 1.580 mm, interasse di 1.120, altezza 950 mm per un peso di 85 kg (19 kg il peso della sola batteria). L'impianto frenante è composto da un disco da 220 mm con pinza a 4 pistoncini all'anteriore e uno da 200 mm con pinza a 1 pistoncino al posteriore. Il tutto a 4.500 euro più Iva.

1/17

Thundervolt NK-E

Ad affiancare questa versione “standard” arriva ora la NK-ER, la sorella “racing” che verrà utilizzata quest’anno nel nuovo campionato “Thundervolt NK-ER”. La “R” si differenza per un nuovo software motore che porta le prestazioni a 5 kW di potenza continuativa (e 10 kW di picco) e 185 Nm di coppia massima alla ruota. Troviamo poi forcella e monoammortizzatore completamente regolabili, pompa freno anteriore di tipo radiale con pinza a 4 pistoncini, ammortizzatore di sterzo e gomme slick PMT. Il tutto… allo stesso prezzo della versione “standard”, nonostante i 1.000 e passa euro di optional di cui è dotata (l’unico vincolo è quello di dover partecipare al trofeo, trovate tutti i dettagli in fondo all’articolo)!

Ma come vanno le pit bike elettriche Thundervolt? Per scoprirlo siamo andati al Galliano Park di Forlì per metterle alla prova. Nelle pagine successive trove le impressioni di guida, il regolamento del trofeo e la scheda tecnica della NK-ER.

1/8

Thundervolt NK-ER

Iniziamo dalla versione “standard”, la NK-E: nonostante le dimensioni compatte la moto è pronta ad ospitare, e far divertire, anche i piloti più alti. Il motore ha un’erogazione fluida e spinge deciso già fin dai primi metri, bisogno solo abituarsi al suo… silenzio. In configurazione standard è un po’ libero di freno motore -ma vi ricordiamo che può essere regolato via software- e questo obbliga ad intervenire maggiormente sui freni per arrivare in ingresso di curva alla giusta velocità. La discesa in piega è rapida, ma manca un po` di confidenza sull’avantreno, molto “leggero”. Bisogna guidarla caricati in avanti, per avere un maggior feeling in curva, oppure, sfilare di un centimetro gli steli della forcella. Inutile dirlo, nei cambi di direzione è un fulmine e la sua ciclistica si dimostra svelta ed equilibrata.

Tornati ai box con il sorriso sulla faccia, lasciamo la “E” per salire in sella alla “R”, che già da una prima occhiata si dimostra una moto da competizione, dove tutti i dettagli sono stati curati e studiati con grande attenzione. E non solo l’estetica è da moto da competizione. Bastano due curve per rendersi conto che la R è molto diversa dalla sorella. Innanzitutto è più caricata sull’avantreno e letteralmente piantata a terra: grazie a sospensioni più performanti e alle gomme slick PMT è praticamente impossibile farle perdere aderenza. Le regolazioni delle sospensioni permettono poi di cucirsi addosso la moto in base al proprio stile di guida ed è incredibile notare come questa “R” risponda anche a soli pochi “click” di regolazione, cambiando in modo radicale la sua dinamica. La differente mappatura del motore le offrono una spinta più vigorosa e maggior freno motore, che la rende più simile come guida ad una moto “tradizionale”. Anche i freni sono più efficaci. E il divertimento maggiore! Ammettiamo che in sella alla NK-ER ci siamo divertiti come dei matti e dentro a noi ha iniziato a farsi spazio un po' di invidia nei confronti dei partecipanti che prednereanno parte al trofeo...

Concludendo, possiamo affermare che sia la NK-E che la sorella NK-ER ci sono sembrate il mezzo perfetto per chi cerca una motoretta con la quale divertirsi e allo stesso tempo tenersi in allenamento.

1/10

Thundervolt NK-ER

Come anticipato, quest’anno, ad affiancare il Campionato Italiano Minimoto 2020, prenderà il via anche il Trofeo monomarca Thundervolt NK-ER. L’iscrizione al campionato è completamente gratuita, offerta in toto dalla Federazione Motociclistica Italiana. I partecipanti dovranno solo “noleggiare” la moto, a 4.499 euro + IVA, per tutta la stagione (l’abbiamo messo tra virgolette perché in pratica è un acquisto, visto che a fine campionato potete portarvi a casa la vostra NK-ER a 1 euro se partecipate a tutte le gare, in caso contrario ci sono delle penali).

12 il massimo di partecipanti ammessi, più una eventuale “wild card” fuori classifica. Semplici, chiare e poche le regole:

  • il motore e la batteria non potranno essere smontati per nessuna ragione. Ogni eventuale problema tecnico verrà valutato e risolto dal personale Thundervolt presente su tutte le piste.
  • ogni concorrente verrà dotato di Software dedicato per poter “entrare” con un PC e modificare i parametri di: freno motore, gestione potenza e coppia
  • non è ammesso alcun cambio di batteria durante le sessioni di prove di qualifica
  • il peso complessivo moto+pilota (in assetto da gara) è fissato in 170 Kg. Chi non raggiunge questo limite dovrà zavorrarsi
  • le sospensioni dovranno mantenere l’involucro esterno originale
  • Pompe e pinze freni non sono sostituibili, pastiglie libere
  • Gli pneumatici sono in regime di monomarca (PMT-­‐Tyres) e il numero degli stessi è limitato a 1 treno per ogni weekend di gara.

Dieci manche, suddivise in cinque giornate di gara. Il punteggio segue lo stesso criterio del motomondiale e a fine campionato, il vincitore avrà in premio un buono acquisto ricambi per un valore di 3.000 euro, il 2° classificato di 1.500 euro e il 3° di 750 euro.

Cliccate qui per il regolamento completo.

CALENDARIO

  • Round 1: 19 aprile – Kartodromo Happy Valley Cervia (RA)
  • Round 2: 17 maggio – Minimotodromo X Bikers Ferrara
  • Round 3: 28 giugno – Circuito La Scintilla Rieti
  • Round 4: 30 agosto – Le Querce Karting Cascia (PG)
  • Round 5: 27 settembre – Pista Azzurra Jesolo (VE)
1/10

Thundervolt NK-ER

MOTORE: brushless sulla ruota posteriore

POTENZA: 5 kW continuativa e 10 kW di picco

COPPIA MAX: 185 Nm alla ruota

VELOCITÀ MAX: 90 km/h

MAPPATURA: personalizzabile in freno motore, accelerazione e velocità

BATTERIA: Lithium 72V 50 Ah

AUTONOMIA D’ESERCIZIO: 20 minuti circa (in circuito)

TEMPO DI RICARICA: 75 minuti circa

TEMPO DI SOSTITUZIONE: 60 secondi circa

TELAIO: in acciaio a traliccio di derivazione MiniGP con forcellone monobraccio

SOSPENSIONE ANTERIORE: forcella telescopica con steli rovesciati e regolazione idraulica compressione e ritorno + precarico molla

SOSPENSIONE POSTERIORE: monoammortizatore con regolazione idraulica compressione e ritorno + precarico molla

FRENO ANTERIORE: idraulico con disco di 220 mm, pinza radiale a 4 pistoncini e pompa al manubrio (a destra)

FRENO POSTERIORE: idraulico con disco di 200 mm, pinza trainata mono pistone e pompa al manubrio (a sinistra)

RUOTA/GOMMA ANTERIORE: in lega leggera, 2.75x12” / PMT-tyres “slick racing” 100/90-12

RUOTA/GOMMA POSTERIORE: in lega leggera, 3.00x12” / PMT-tyres “slick racing” 120/80-12

INTERASSE: 1.120 mm

LUNGHEZZA: 1.580 mm

LARGHEZZA: 800 mm

ALTEZZA: 950 mm

PESO: 85 Kg

1/10

Thundervolt NK-ER

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli