Come va la MT-09 Tracer: è sportiva, divertente, interessante

Dall'entroterra andaluso ecco le prime impressioni del nostro tester in sella alla nuova crossover di Iwata. Una moto che gli sta piacendo parecchio...

Come va la mt-09 tracer: è sportiva, divertente, interessante

Cosa succede quando monti una semicarenatura su una nuda divertentissima? Per esempio, potresti ottenere una sport-tourer divertentissima, oppure potresti rovinare un'alchimia vincente. Yamaha è stata brava, anzi bravissima: la MT-09 Tracer, presentata a Eicma 2014, è una moto perfettamente riuscita.

 

YAMAHA TRACER: DAMMI TRE PAROLE

La prima parola che ci viene in mente per descriverla è “divertente”. Nello stretto salta da una curva all'altra con grande leggerezza - ci sembra di gran lunga  la più maneggevole, nella categoria. E poi ha un gran bel motore, pronto, robusto, all'occorrenza cattivo. Se già sulla MT-09 ci piaceva, con la rivisitazione delle tre mappature è ancora più gustoso, perché non ha perso la "castagna" ma è diventato perfetto nella risposta alle piccole aperture del gas: scomparso l'effetto on-off. Così dove c'è da guidare con la Tracer si passano sempre dei gran bei momenti, sia che si tratti di una strada di montagna, sia che si affronti un bel misto scorrevole. ABS e TC, entrambi di serie, sono una presenza rassicurante.

 

DOTAZIONE OK, PREZZO PURE

Poi ci viene in mente la parola “completa”. La sella è accogliente e si può regolare su due altezze, il cupolino è protettivo e si può registrate su tre posizioni, il codino ha integrata la predisposizione per gli attacchi delle borse, c'è una bella sella anche per il passeggero, i paramani sono di serie, lo è anche il cavalletto centrale, la presa a 12V, la strumentazione molto completa. 

Infine non si può che pensare alla parola “interessante”: a 9.840 euro indicativi c.i.m., è senza dubbio una delle proposte più... stuzzicanti della categoria.

 

UNA PAROLA NON CI È QUASI VENUTA IN MENTE

La parola “difetti”, in questa piacevolissima giornata di test, ci è passata per la testa davvero raramente. Forse, per guidare a ritmi davvero sportivi, la taratura delle sospensioni è un po' soft - anche se la Tracer rimane piacevole pure quando "spremuta". E manca il pomello per la regolazione del precarico. Altro? Proprio non ci viene in mente.

 

RIVALI A TRE CILINDRI 800

MV Agusta Turismo Veloce 800

Triumph Tiger 800 XRx

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA