02 April 2014

Test SBK bagnati a Jerez: brillano Guintoli e Lowes

Il brutto tempo ha rovinato la terza giornata di prove sul circuito spagnolo. Guintoli riesce a chiudere con un 1'42 davanti ad Alex Lowes e Jonathan Rea. Giugliano decide di non prendere rischi e si ferma sull'1'44. Poco lavoro anche per il team Ducati MotoGP

Test sbk bagnati a jerez: brillano guintoli e lowes

Si chiude in modo un po' deludente la parentesi dei test per la Superbike a Jerez. La pioggia, come previsto, è arrivata e ha inondato il tracciato rendendo inutile tutta la mattinata e una parte del pomeriggio. Un pallido sole si è affacciato dopo pranzo mala pista non è mai stata veramente a posto come nei giorni precedenti. In condizioni cosi incerte, Guintoli riesce a mettersi in testa alla classifica del day 3, seguito da Alex Lowes e Rea.

 

DAY 3, TANTA PIOGGIA E POCO LAVORO

Purtroppo il motociclismo è uno sport "metereopatico", e tutti i piloti (compresi gli ufficiali Ducati MotoGP, presenti a Jerez) hanno pensato che non era il caso di prendersi rischi esagerati ad una settimana dal prossimo round di campionato, che per la SBK è Aragon e per la MotoGP è Austin (qui il calendario SBK e qui quello della MotoGP). Nonostante il tempo poco amichevole che ha rovinato la mattinata, Sylvain Guintoli in sole 14 tornate è riuscito a stampare un 1'42"118 che lo ha posto in cima alla lista dei tempi, seguito da Alex Lowes che è stato anche l'unico altro pilota a scendere sotto il muro dell'1'43. Il terzo tempo è di Jonathan Rea, che è anche il pilota che ha girato di più di tutti, mentre Marco Melandri ha chiuso la classifica con un solo giro all'attivo. Peccato, perchè il terzo giorno avrebbe dovuto contribuire ad una lettura più precisa di questi test (qui il day 1 e qui il day 2). Dovremo invece attendere fino ad Aragon per sapere se la Ducati ha ciò che serve per essere stabilmente davanti a tutti e se le Aprilia sono davvero in difficoltà. E poi c'è Sykes, che non ci pare abbia dato tutto... Qui la gallery dei test.

 

DAVIDE GIUGLIANO: "TANTO LAVORO, OTTIMI RISULTATI"

"Siamo partiti il primo giorno con una pista irriconoscibile. Condizioni difficili, ma tanto lavoro che ci ha permesso di migliorare la messa a punto della moto, da lì i buoni tempi già durante la prima sessione. Abbiamo provato varie componenti nuove, paragonando vecchie e nuove configurazioni, e le cose sono andate abbastanza bene... Nel day 2 siamo sicuramente stati veloci, ma sempre con gomme da tempo… La cosa davvero positiva è stata girare costantemente in 1'41.0 con gomma da gara. Su una pista come Jerez dovevamo sfruttare la buona guidabilità che ha la nostra moto, quindi ho voluto lavorare molto sulle mie sensazioni in sella, soprattutto nel binomio telaio-elettronica. C'è da dire che Jerez è una pista su cui abbiamo avuto la possibilità di provare parecchio. Se potessimo essere veloci sulle altre piste come qui, sarebbe un affare!".

 

CHAZ DAVIES: "MIGLIORATI I RIFERIMENTI A JEREZ"

"I test sono stati molto utili, soprattutto dopo la pausa di oltre un mese. Sono riuscito a migliorare i miei riferimenti qui a Jerez e, altrettanto importante, ad essere molto costante. Abbiamo lavorato sulla nuova elettronica e sul setup della moto e sono soddisfatto di come la mia Panigale si comporta specialmente sull’anteriore".

 

MARCO MELANDRI: "IL TERZO GIORNO NON ABBIAMO FATTO GRANCHÈ"

"Fortunatamente siamo riusciti a lavorare molto, concentrandoci su quanto non ci era piaciuto a Phillip Island. Nel primo giorno abbiamo puntato sull'assorbimento delle sconnessioni e sull'ingresso curva, mentre nel secondo abbiamo cercato di far girare e chiudere meglio le curve alla RSV4. E' stato un percorso difficile ma alla fine siamo riusciti a mettere insieme un pacchetto che ci permette di migliorare, avevamo anche altre idee da provare ma purtroppo il terzo giorno non siamo riusciti a lavorare granchè. Ad Aragon mi aspetto un salto di qualità, quello che ci serve per essere vincenti".

 

SYLVAIN GUINTOLI: "SONO SODDISFATTO DEGLI AFFINAMENTI"

"Per noi questi tre giorni erano importanti innanzitutto per tornare in sella dopo Phillip Island, è stata una pausa molto lunga ed avevo bisogno di fare chilometri con la moto. Avevamo anche molti particolari da provare, oltre a nuove strategie elettroniche, quindi sono stati dei test molto intensi. Sono soddisfatto degli affinamenti, ci presenteremo ad Aragon forti e motivati e questa è la cosa importante".

 

CLASSIFICA DAY 3

1 Guintoli (Aprilia) 1'42”118 

2 Lowes (Suzuki) 1'42”662  

3  Rea (Honda) 1'43”125  

4 Laverty (Suzuki) 1'43”479  

5 Haslam (Honda) 1'44”229  

6 Giugliano (Ducati) 1'44”444 

7 Neukirchner (Ducati) 1'56”467 

8 Fores (Ducati) 1'56”958  

9 Davies (Ducati) 1'59”894  

10 Melandri (Aprilia) 2'04”204  

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA