18 January 2014

Test SBK: Aprilia approda a Portimão

Sulla pista portoghese, sempre umida, continuano le giornate di prove prima dell’inizio del Campionato Superbike 2014. Oltre a quelli Honda e Ducati, arrivano anche i piloti Aprilia: Marco Melandri e il tester Alex Hofmann

Test sbk: aprilia approda a portimão

Il meteo nel pomeriggio di sabato ha dato un po’ di tregua ai piloti e ai team presenti a Portimão per i test prestagionali della Superbike, nonostante la pista fosse ancora umida. Nei box sono schierate le squadre Pata Honda, Ducati e Aprilia, appena arrivata in Portogallo con il nuovo pilota Marco Melandri e il tester Alex Hofmann.

 

RIPASSO

Prima di parlare della giornata di oggi, facciamo un piccolo riassunto dei giorni scorsi: i team Kawasaki Racing e Voltcom Suzuki, infatti, hanno rilasciato le impressioni dei piloti dopo aver concluso la sessione di due giorni sul circuito di Almeria. Gli uomini Suzuki hanno cercato di raccogliere la maggior quantità di dati possibile dalla nuova elettronica, che è stata sviluppata durante l’inverno. Nella seconda giornata, venerdì 17, i piloti erano soddisfatti dei miglioramenti ottenuti, riscontrati anche nei tempi sul giro, così si sono concentrati sul setup della moto e delle nuove sospensioni Öhlins del 2014.

 

LOWES ISTINTIVO, LAVERTY METODICO

Eugene Laverty e Alex Lowes torneranno di nuovo in pista domenica 19, questa volta a Portimão. Nel frattempo, Paul Denning (Team Manager) ha ammesso che “Alex continua ha stupire su tutti i fronti – costanza e velocità, pochissimi errori e chiare sensazioni tecniche. È predisposto ad adattarsi e non si aspetta la moto perfetta, va veloce con qualsiasi cosa gli dai. Un best lap di 1’34”7, con una gomma da gara, è circa 2 secondi più veloce di quello fatto a inizio 2013, quindi è un segno positivo che sarà uno dei pretendenti alla vittoria. Eugene è rimasto soddisfatto dei miglioramenti dell’elettronica fatti venerdì e ha fatto grandi passi avanti. Il suo passo era un po’ più lento di quello di Alex, ma è chiaro che stia lavorando metodicamente per trovare il giusto feeling prima di spingere al limite. Siamo molto incoraggiati dalle impressioni di Eugene sul potenziale della Suzuki”.

 

LE VERDONE

Per quanto riguarda le moto di Akashi, Tom Sykes e Loris Baz hanno provato la ZX-10R con alcuni aggiornamenti. I tempi sono stati buoni: 1’34”0 per Tom, mentre Loris cinque decimi più lento. Sykes ha detto: “Il test è andato bene e la tabella di lavoro è stata completata. Abbiamo provato tutto ed è stato tutto positivo. Abbiamo fatto più di 80 giri l'ultimo giorno e sento che abbiamo fatto un passo avanti; siamo riusciti a fare alcuni buoni tempi sul giro, quindi siamo un passo più vicini ai nostri preparativi per Phillip Island. Adesso non vedo l'ora del prossimo test a Jerez.” Il suo compagno di squadra, invece, ha salutato così Almeria: “Dovevamo provare un sacco di cose che avevamo già provato a Jerez l'ultima volta. Volevamo la loro conferma e quella sulla sensazione generale con la moto, ed è andata molto bene. Sono davvero felice dei test, soprattutto su questa pista che è una delle più difficili per me. E ' molto piccola e lenta e ho migliorato più di tre secondi al giro rispetto all'anno scorso.”

 

PRONTI E VIA

Nonostante la pioggia mattutina, Marco Melandri, appena arrivato a Portimão, è stato uno dei piloti più presenti in pista, con lo scopo di proseguire il lavoro sulla sua nuova RSV4: deve ancora trovare il setup base. I tempi, però, sono già in linea con quelli degli altri: le notizie ufficiose parlano di un best lap di 1”44’3 per Melandri, Rea e Giugliano. Haslam e Davies sono un po' più lenti, rispettivamente di uno e due decimi. I tempi fatti segnare sono più lenti del miglior giro in gara, ma la giustificazione sta nell’asfalto ancora freddo e umido. I piloti Honda, comunque, continuano il lavoro sulla nuova elettronica e potranno approfittare della decisione del team di restare in Portogallo per altri due giorni. Le previsioni promettono un meteo più sereno nelle prossime giornate; intanto, ecco la gallery delle foto.

 

Classifica di sabato 18 gennaio (tempi ufficiosi)

1. Davide Giugliano (Ducati) 1’44”3

2. Jonathan Rea (Honda) 1'44”3

3. Marco Melandri (Aprilia) 1'44”3

4. Leon Haslam (Honda) 1'44”4

5. Chaz Davies (Ducati) 1'44”6

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA