di Beppe Cucco - 25 febbraio 2020

I test SBK a Phillip Island si chiudono con Rea davanti a tutti

Il Campione del Mondo in carica fa segnare il miglior tempo assoluto nei due giorni di test SBK in Australia. Nella seconda giornata di prove la Kawasaki di Jonathan Rea anticipa la Yamaha di Loris Baz e la BMW di Tom Sykes. I primi 17 piloti racchiusi in 1,5”

1/14

Test WSBK 2020 - Phillip Island - Jonathan Rea

Dopo la zampata di Razgatlioglu nel day 1 det test SBK di Phillip Island, nel secondo e ultimo giorno di prove sul tracciato australiano Jonathan Rea “ristabilisce le gerarchie”. In una giornata caratterizzata dalla pista a tratti umida e dall’esposizione di bandiere rosse per via di alcune cadute (a farne le spese anche Rea, Redding e Bautista) il Campione del Mondo in carica chiude davanti a tutti, con un crono di 1’30”448. Il neo compagno di team, Alex Lowes, continua l’adattamento alla moto e, nonostante una caduta alla curva 6 durante la mattinata, chiude i test in 14esima posizione. Dovrà lavorare ancora molto per puntare alle posizioni che contano nel primo week end di gara.

In seconda posizione in questa giornata conclusiva di test troviamo Loris Baz, (Ten Kate Racing Yamaha) che, nonostante stia utilizzando ancora il motore 2019 e non il 2020 sulla sua R1, si conferma ancora una volta il migliore dei piloti indipendenti in pista. Loris chiude con un ritardo di soli 78 millesimi da Rea. Terzo tempo, a 120 millesimi di distacco dalla vetta, per il Campione del Mondo SBK 2013 Tom Sykes (BMW Motorrad Team), che guida il gruppo delle BMW.

Dopo gli ottimi risultati fatti vedere ieri, oggi le cose sono andate diversamente per il team Pata Yamaha SBK, con Toprak Razgatlioglu che non riesce a replicare la performance della giornata precedente e si deve “accontentare” della quarta posizione, a 3 decimi dalla vetta. Leon Haslam (Team HRC) si trova ancora una volta nelle posizioni alte della classifica: al termine della giornata è quinto a 434 millesimi da Rea. Miglioramenti in termini di tempo sul giro secco per Scott Redding, che porta la sua Ducati in sesta posizione, a soli 3 millesimi di distacco dal 5° posto di Haslam. Con il sesto posto di Redding troviamo, come ieri, cinque moto diverse nei primi sei posti della classifica.

La SBK entrerà ora nel vivo dell’azione questo week end (28 febbraio – 1 marzo), con la prima gara dell’anno, il GP di Australia, che si terrà proprio sul circuito di Phillip Island; CLICCATE QUI PER GLI ORARI TV.

Qui sotto trovate i tempi dei primi sei piloti in base alla classifica combinata della seconda giornata di test; nell’immagine più in basso la classifica combinata completa.

  1. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Tea) - 1’30”448
  2. Loris Baz (Ten Kate Yamaha Racing) - + 0,078
  3. Tom Sykes (BMW Motorrad Team) - + 0,120
  4. Toprak Razgatlioglu (Team Pata Yamaha SBK) + 0,304
  5. Leon Haslam (Team Honda HRC) - + 0,434
  6. Scott Redding (Aruba.it Racing Ducati) - + 0,437
1/15
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli