26 November 2013

Test SBK a Jerez: a Luca Scassa piace la Evo

Le giornate di test continuano sul circuito di Jerez per i piloti della Superbike. Corti e Laverty prendono conoscenza con le rispettive nuove moto, mentre Scassa prova la Kawasaki EVO di Pedercini. Sul circuito anche alcuni piloti del Motomondiale

Test sbk a jerez: a luca scassa piace la evo

Continuano i test invernali della Superbike sul circuito di Jerez, dove ieri hanno debuttato Claudio Corti sulla MV Agusta da SBK e Eugene Laverty con la Suzuki del team Voltcom Crescent. Marco Melandri prosegue con lo sviluppo della sua RSV4, mentre il campione Tom Sykes perfeziona il setting della ZX-10R del Kawasaki Racing Team. Le giornate in pista continueranno, per alcuni team, anche domani, mentre altri ancora staranno in Spagna fino a venerdì. Tante le moto in pista, di ogni categoria, sia del mondo Superbike che di quello GP.

 

SCASSA CON LA EVO

Luca Scassa ha preso parte ai test di Jerez con il Team Pedercini Kawasaki, con il compito di provare la ZX-10R EVO che la squadra porterà in gara il prossimo anno: “Mi hanno chiamato sabato scorso per provare la moto. Io sono ancora libero e quindi ho accettato per vedere com'è la EVO”. Luca è soddisfatto della moto e della nuova categoria, tant’è che ha ammesso: “Le prime impressioni sono state molto buone. Anche su una pista guidata come Jerez la moto si comporta molto bene. Sono sicuro che diventerà una bella categoria." Scassa ha continuato dicendo: “Secondo me è la giusta via di mezzo, perché si tratta di una Superbike con motore e centralina Stock. Cambiamenti sono possibili ma non stravolgimenti, da quello che vedo penso che il pilota e le capacità del team di mettere a punto la moto potranno fare maggiormente la differenza".

 

2014 DA DEFINIRE

Forse per Luca Scassa (qui l'intervista fatta all'ultima gara a Valencia) è arrivato il momento di decidere per la prossima stagione: "Spero di arrivare ad un accordo entro il weekend o al massimo entro settimana prossima. Voglio concentrarmi sulla preparazione fisica per il prossimo anno e voglio avere in testa un obiettivo per poter iniziare a lavorare in quest'ottica. Ormai le carte in tavola sono scoperte, dobbiamo solo vedere quale strada è la migliore per il futuro, non solo per il prossimo anno".

 

GLI INTRUSI

In pista a Jerez, oltre ai team del circus della Superbike, ne sono arrivati alcuni della MotoGP. In particolare, c’erano i piloti Moto2 del team Speed Up, cioè Alessandro Nocco, già soddisfatto del feeling con la nuova moto e dei primi tempi, e Sam Lowes. Presente anche Héctor Barberá, con un prototipo CRT su base Kawasaki. Da mercoledì, arriveranno anche Michele Pirro e Yonny Hernández con le Ducati MotoGP (ma ci saranno anche Giugliano e Davies con le Panigale ufficiali), insieme ad altre strutture del Motomondiale e delle derivate di serie: Barni Racing, Team Lorini, Forward Racing, il team Stop and Go e il team Tasca.

 

Aspettando altre news da Jerez, vi consigliamo di guardare le foto delle prime due giornate nella nostra gallery (dove si vede che Leon Haslam ha avuto qualche... bruciante problemino...)!

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA