SPECIALE SALONE EICMA 2022
Tutte le novità Casa per Casa
26 January 2015

Jonathan Rea chiude in testa il Day1 a Jerez, Lowes velocissimo

Cadute per il campione del mondo Sylvain Guintoli e per Tom Sykes, con il primo costretto ai box per il dolore a collo e caviglia. Kawasaki e Ducati a dividersi le posizioni alte della classifica, ma Leon Haslam ha girato senza trasponder e Lowes si è intromesso in chiusura

Jonathan rea chiude in testa il day1 a jerez, lowes velocissimo

Si conclude il Day1 della tre-giorni di test a Jerez de la Frontera. Dopo il fiasco... meteorologico di Aragon e Portimão (qui il riassunto del Day1 e del Day2), arriva finalmente il bel tempo a baciare i piloti della SBK. Cadute per i due iridati più recenti nella top class, Sylvain Guintoli e Tom Sykes, ma i tempi migliori restano appannaggio di Kawasaki e Ducati. Anche se Aprilia...

 

La mattinata: bel tempo, guintoli subito fuori gioco

Sono bastati tre giri a Sylvain Guintoli per essere spedito nelle vie di fuga dalla CBR del team Pata (reduce dalla presentazione al Motor Bike Expo di Verona), quindi difficilmente sapremo esattamente dove si trova la Honda a livello di tempi in questi test. Nella mattinata (e fino alle 15,30) la partita è stata tra Ducati e Kawasaki, che si sono contese le prime quattro posizioni senza lasciare spazio alle altre Case. Dopo pranzo a comandare la lista dei tempi c'era Jonathan Rea, autore di un ottimo 1'41"327, seguito a +0"077 da Sykes, a +0"189 da Giugliano e a +0"215 da Davies. Dietro di loro si portavano la Suzuki di Alex Lowes e la BMW di Sylvain Barrier, adesso con le stesse specifiche dei top riders e non più in una categoria a parte (leggasi EVO). La prima Aprilia era quella di Jordi Torres, settimo a +1"119 davanti a De Puniet (+1"264), Van Der Mark (+1"458) e alla Ducati Althea di Nico Terol (+1"775). 

 

Il pomeriggio: anche sykes a terra, sorpresa lowes

I tempi del pomeriggio devono essere presi con la dovuta calma. Tanto per iniziare Leon Haslam ha girato senza trasponder, e i suoi tempi ufficiosi lo attestano abbondantemente sotto l'1'42, agli stessi livelli di Sylvain Barrier per intenderci. Ad ogni modo, di coloro che il trasponder lo hanno usato il più sorprendente è stato Alex Lowes, che a pochi minuti dalla fine riesce ad intromettersi nelle posizioni che sembravano appannaggio solo di Kawa e Ducati portandosi secondo davanti a Tom Sykes e a soli 12 millesimi di distacco da Rea! Escluso Lowes nessun pilota della Top-5 ha migliorato il suo tempo mentre migliorano i tempi di De Puniet (7°, +0"863), di VD Mark (8°, +0"924) e di Torres (9°, +0"935). Chiude la Top-10 del Day1 Matteo Baiocco con la Panigale del team Althea.

 

Per quanto riguarda Max Biaggi, invece, il romano sta lavorando sull'elettronica Magneti Marelli per Aprilia (versante MotoGP), girando quindi senza trasponder e lavorando a stretto contatto con Michael Laverty, che ha preso il posto di Alex Hoffman in seno ad Aprilia. Al momento il suo best lap ufficioso è intorno all'1'42"9. Alle sorprese oggi si aggiunge una Kawasaki molto strana, fatta con telaio artigianale (Akira), motore derivato dalla serie e condotta da Aegerter, che fino al suo arrivo non sapeva neanche cosa dovesse guidare. Che sia un sondaggio di terreno da parte della casa di Akashi per un rientro in MotoGP, magari insieme a KTM? Dominique ha girato senza trasponder e ha diviso il box con Kenny Noyes, che invece sta testando gomme Michelin con la sua XZ-10R in versione "CEV".

 

Mv agusta e jr racing assenti (in)giustificati

Due sono le grandi assenze di questi test. La prima riguarda MV Agusta, unica casa a non essere presente a Jerez. La Casa Varesina ha preferito ritirarsi nel suo quartier generale per lavorare sul materiale che hanno a disposizione, soprattutto sull'elettronica che sembra dover ripartire da zero, in particolar modo nelle strategie riguardanti il freno motore. Per quanto concerne il team JR di Troy Corser, invece, sembra che i tanto attesi finanziamenti non siano mai arrivati e che il personale abbia dato forfait. A dire la verità le ultime news parlano solo di intoppi burocratici che hanno momentaneamente bloccato il flusso di capitali. Il team ha preferito così saltare la prima tappa del Mondiale per fare le cose "per bene" a partire dal round 2 (con la comprensione e la fiducia della Dorna, che non dovrebbe escludere il team JR dalla entry list del Mondiale 2015).

 

Leon camier su mv: "grande lavoro, ma elettronica da rifare"

Citiamo qui sotto l'intervista che ha rilasciato Leon Camier a MCN riguardo la situazione attuale del team MV Agusta Reparto Corse.

"Considerato quello che abbiamo dovuto passare, abbiamo fatto dei progressi davvero buoni in un lasso di tempo abbastanza breve. Sapevamo la direzione che volevamo prendere e abbiamo fatto molti cambiamenti sul bagnato, ma in quelle condizioni si tira comunque un po' a indovinare se le modifiche funzionano oppure no. Puoi avere delle buone sensazioni, ma finché non si prova in condizioni di asciutto non è possibile ottenere un feedback completo. Ad ogni modo, siamo sicuramente sulla strada giusta. Sicuramente abbiamo bisogno di più chilometri in pista, ma penso che i tempi siano un po' stretti per i ragazzi del team per riuscire a fare tutto. E' un peccato perché credo che abbiamo bisogno di più tempo in pista. Riuscire a fare quello che abbiamo intenzione di fare, per arrivare dove vogliamo arrivare, è un grande lavoro, ma l'unica cosa possiamo fare è continuare a lavorare. Più tempo trascorreremo in pista, meglio sarà per noi, perché le cose diventeranno più chiare. Ci sono molte cose da fare con l'elettronica. Sembra che, rispetto a dove erano arrivati, abbiamo dovuto ricominciare davvero da zero, sin dal funzionamento delle varie strategie. Il controllo di trazione non sembra tanto male, di sicuro si può migliorare, ma il modo in cui lavora il freno motore era completamente sbagliato. Ora partiamo di nuovo quasi da zero. Ecco perché abbiamo bisogno di molto di più tempo in pista."

 

Test sbk 2015 jerez - day 1

Pos.

Pilota

N° giri

Tempo

Gap

Vel. Max.

1

J. REA (Kawasaki) 

87

1:41.327

-----

259,0

2

A. LOWES (Suzuki)

84

1:41.339

0.012

266,0

3

T. SYKES (Kawasaki) 

63

1:41.400

0.073

261,5

4

D. GIUGLIANO (Ducati Aruba)

67

1:41.516

0.189

213,4

5

C. DAVIES (Ducati Aruba)

67

1:41.542

0.215

266,0

6

S. BARRIER (BMW Motorrad Italia) 

71

1:42.087

0.760

216,0

7

R. DE PUNIET (Suzuki) 

66

1:42.190

0.863

241,6

8

M. VD MARK (HONDA)

88

1:42.251

0.924

178,8

9

J. TORRES (Aprilia)

94

1:42.262

0.935

262,1

10

M. BAIOCCO (Ducati Althea)

58

1:42.580

1.253

192,5

11

N. TEROL (Ducati Althea)

55

1:42.699

1.372

228,3

12

T. MERCADO (Ducati Barni)

47

1:42.767

1.440

143,6

13

D. SALOM (Kawasaki Pedercini)

58

1:42.898

1.571

225,5

14

L. HASLAM (Aprilia)

6

1:43.176

1.849

266,7

15

K. SOFUOGLU (Kawasaki SS) 

69

1:43.961

2.634

234,8

16

N. CANEPA (EBR)

46

1:44.008

2.681

229,3

17

M. FACCANI (Kawasaki SS)

70

1:44.116

2.789

-

18

L. PEGRAM (EBR)

86

1:46.120

4.793

166,4

19

K. NOYES (Kawasaki - Akira)

67

1:46.374

5.047

248,8

20

S. GUINTOLI (Honda)

4

1:49.383

8.056

265,4

21

A. VALIA (Ducati)

16

1:50.127

8.800

204,5

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA