Test MotoGP Valencia: Marquez torna in testa

Continuano i test pre 2014 della classe regina del Motomondiale. Tornano in pista i piloti HRC, con Marquez da subito in "pole". I rookie aumentano la confidenza con le moto e si migliorano. Debutto di Hayden sulla nuova Honda Open

Test motogp valencia: marquez torna in testa

È da poco finita la seconda giornata di test della MotoGP a Valencia, che ha visto scendere in pista le moto in modalità 2014. Dopo il meritato riposo di lunedì, i piloti del team Honda HRC sono tornati in sella per proseguire con lo sviluppo della RCV213 2014, riconoscibile dalla livrea nera carbonio e dalla nuova presa d’aria del cupolino. Marc Marquez ha imposto, fin dai primi giri, il suo ritmo, riconfermandosi come il pilota da battere e firmando la giornata con il tempo di 1’30”536, migliore di quello fatto registrare lunedì da Lorenzo, che si è piazzato a 232 millesimi dal rivale. Dietro di lui, le tre Honda di Pedrosa, Bradl e Bautista; solo settimo Valentino Rossi che rincorre Smith, separato di quasi nove decimi dal leader di classifica. Le Ducati pagano il distacco dalle giapponesi e sono capitanate da Andrea Dovizioso, a 1,1 secondi da Marquez. Miglioramenti, invece, per il nuovo arrivato nei box del team Tech3, Pol Espargaró, che sembra adattarsi bene alla sua M1: a fine giornata è nono, lontano un secondo e tre decimi netti dalla testa. Crutchlow continua la conoscenza della sua nuova Ducati, ma non avanza oltre l’undicesima casella.

 

PRODUCTION RACER 

Tra le Open, invece, i riflettori sono puntati su Nicky Hayden, che ha provato per la prima volta la Honda RCV1000R che porterà in gara nel 2014 per il team Aspar, insieme a Hiroshi Aoyama. L’americano, ex-ducatista, ha concluso la giornata di test con un crono di 1’32”576, a cavallo tra le Desmosedici di Pirro e Hernandez. L’altra novità in pista per quanto riguarda la categoria delle Open è stata la Yamaha FTR del team Forward Racing, portata in pista da Aleix Espargaró e Colin Edwards. A differenza delle Honda RCV1000R, che adotta un motore con soluzioni meccaniche più semplificate della moto Factory, il propulsore della Yamaha “Open” dovrebbe essere uguale a quello della M1 2013, ma senza cambio seamless e con centralina unica Marelli e serbatoio da 24 litri. Il cronometro, per Aleix, si è fermato a 1’32”847, permettendo allo spagnolo di staccare il compagno di box Edwards di circa tre decimi. Da segnalare anche la presenza di Randy De Puniet sulla Art del team PBM, insieme a Laverty.

 

Qui sotto la classifica finale della giornata, mentre per le foto potete curiosare nella nostra gallery! Vi aggiorneremo domani, ultimo giorno di prove, sul verdetto finale di questi primi test invernali della MotoGP.

 

Pos.

Pilota

Team

Giro veloce

Distacco

1

Marc MARQUEZ

Repsol Honda Team

1:30.536

 

2

Jorge LORENZO

Yamaha Factory Racing

1:30.768

+0.232

3

Dani PEDROSA

Repsol Honda Team

1:30.948

+0.412

4

Stefan BRADL

LCR Honda MotoGP

1:30.990

+0.454

5

Alvaro BAUTISTA

GO&FUN Honda Gresini

1:31.208

+0.672

6

Bradley SMITH

Monster Yamaha Tech 3

1:31.397

+0.861

7

Valentino ROSSI

Yamaha Factory Racing

1:31.414

+0.878

8

Andrea DOVIZIOSO

Ducati Team

1:31.661

+1.125

9

Pol ESPARGARO

Monster Yamaha Tech 3

1:31.836

+1.300

10

Andrea IANNONE

Pramac Racing

1:31.844

+1.308

11

Cal CRUTCHLOW

Ducati Team

1:32.114

+1.578

12

Michele PIRRO

Ducati Test Team

1:32.473

+1.937

13

Nicky HAYDEN

Power Electronics Aspar

1:32.576

+2.040

14

Yonny HERNANDEZ

Pramac Racing

1:32.800

+2.264

15

Aleix ESPARGARO

NGM Mobile Forward Racing

1:32.847

+2.311

16

Colin EDWARDS

NGM Mobile Forward Racing

1:33.149

+2.613

17

Michael LAVERTY

Paul Bird Motorsport

1:33.672

+3.136

18

Randy DE PUNIET

Paul Bird Motorsport

1:33.833

+3.297

19

Scott REDDING

GO&FUN Honda Gresini

1:34.541

+4.005

20

Mike DI MEGLIO

Avintia Blusens

1:34.618

+4.082

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA