di Beppe Cucco - 05 agosto 2019

Yamaha lascia il segno nei test MotoGP di Brno

Al termine della giornata di test in Repubblica Ceca il più veloce in pista è Fabio Quartararo, che piazza la sua Yamaha del Team Petronas davanti alla M1 ufficiale di Viñales e a quella del compagno di squadra Franco Morbidelli. Poco più indietro Rossi, che chiude davanti a Marquez

1/31

Test MotoGP Brno 2019 - Fabio Quartararo 

I piloti della MotoGP, dopo la gara vinta da Marc Marquez, si sono fermati in Repubblica Ceca per una giornata di test sul circuito di Brno. Tante le novità viste nei box e tra i cordoli, come ad esempio il nuovo motore provato dal team Monster Energy Yamaha MotoGP, che punta a portare la M1 verso una velocità massima più elevata. Valentino Rossi, inoltre, ha portato in pista una M1 con alcuni nuovi componenti di ciclistica (un nuovo codone e telaio modificato), è la prima versione del prototipo 2020 (qui trovate le prime foto).

Aspettando il ritorno in pista di Jorge Lorenzo (previsto per Silverstone), Marc Marquez ha lavorato su ben tre RC213V, moto vecchie e nuove, concentrandosi in particolar modo sull’elettronica. Il leader della classifica ha svolto il programma di lavoro in parallelo con Cal Crutchlow (LCR Honda Castrol). Il Ducati Team si è concentrato sulle prestazioni e sulla preparazione della prossima gara del Red Bull Ring: poche le parti nuove nel box di Borgo Panigale. Evoluzione ciclistica, invece, per il Team Suzuki Ecstar, con Joan Mir e Alex Rins che hanno provato un nuovo forcellone. Aprilia ha portato un telaio con rinforzi in carbonio e KTM un nuovo forcellone in carbonio e nuove ali… Presente nel box di Mattighofen anche il tester d’eccezione Dani Pedrosa, pronto a dare consigli utili per lo sviluppo della moto. I piloti in pista hanno avuto modo di provare anche una nuova gomma Michelin.

1/14

Test MotoGP Brno 2019 - Daniel Pedrosa nel box KTM 

Quartararo il più veloce

Alle 13 il miglior tempo apparteneva a Fabio Quartararo, poi nel primo pomeriggio qualche goccia di pioggia ha rallentato i lavori. Come successo anche nel week end di gara la pista si è però asciugata in fretta a tutti i piloti hanno potuto riprendere a girare senza nessun problema. Quando mancavano 45 minuti alla fine delle prove Joan Mir è finito a terra alla curva 1: la sua Suzuki è volata oltre le barriere di protezione al termine della via di fuga, ma fortunatamente il pilota spagnolo non ha riportato gravi conseguenze nella caduta. In seguito a ciò, però, i commissari hanno esposto le bandiere rosse. A pochi minuti dal termine della giornata i piloti sono rientrati in pista per finire i test in programma e andare a caccia del best time. Sotto alla bandiera a scacchi il più veloce è ancora il giovane pilota francese della Yamaha, con un best lap di 1’55”616. Dietro di lui la M1 di Maverick Viñales, a soli 12 millesimi di distacco, e in terza posizione Franco Morbidelli, a 139 millesimi. Rossi chiude in sesta posizione, Marquez ottavo.

Qui sotto trovate la tabella con la top ten dei tempi della giornata di test MotoGP a Brno, più in basso la classifica completa.

Pos.PilotaTempo / distacco
1F. QUARTARARO1:55.616
2M. VIÑALES+0.012
3F. MORBIDELLI+0.139
4A. RINS+0.221
5C. CRUTCHLOW+0.324
6V. ROSSI+0.399
7J. MIR+0.548
8M. MARQUEZ+0.621
9F. BAGNAIA+0.632
10D. PETRUCCI+0.729
1/14

Test MotoGP Brno 2019 - Valentino Rossi 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli