Test Moto2 e Moto3: l'Italia inizia bene con Fenati e Antonelli

Nel primo shakedown della stagione, sono stati gli spagnoli Salom e Marquez a balzare in testa alle classifiche Moto2 e Moto3. Nella classe coi motori 250 cc si difende bene l’Italia, con Antonelli e Fenati all’inseguimento di Alex Marquez. Brutta caduta per Simeon in Moto2: niente di rotto, ma i test per lui sono finiti

Test moto2 e moto3: l'italia inizia bene con fenati e antonelli

La stagione delle gare è ormai alle porte. Non solo MotoGP, con uno strepitoso Marquez tallonato da Rossi nei test di Sepang, ma anche Moto2 e Moto3, impegnate ad Almeria. I test sul circuito spagnolo continueranno fino all'8 febbraio.

 

MOTO3: ANCORA MARQUEZ (L’ALTRO)

Deve essere una questione di famiglia. Dopo il dominio del fratello Marc nei primi test MotoGP di Sepang, ieri, nella prima giornata di test Moto3 ad Almeria, il più veloce è stato Alex Marquez (1’39”830), in sella alla nuova Honda NSF250R Factory HRC. Non molti piloti hanno usato i transponder, quindi i tempi sul giro sono da prendere con le molle, ma fa comunque piacere vedere due italiani sul podio virtuale. Stiamo parlando di Niccolò Antonelli, sulla KTM del team Go&Fun di Gresini (2° a +0.570) e Romano Fenati, sulla KTM del team SKY Racing VR46 (3° a +0.852). Francesco Bagnaia, suo compagno di squadra, alle prese con la nuova moto, ha concluso al 5° posto con un ritardo di oltre 2”.

 

Queste le parole del Team Manager Sky Racing, Vittoriano Guareschi: “Oggi ci siamo concentrati e abbiamo fatto un buon lavoro. Quelli che teniamo d’occhio si sono confermati veloci, ma noi siamo lì. I tempi sono schizzati al mattino, quando magari era un po’ troppo presto per spingere perché avevamo bisogno di girare un po’. Abbiamo utilizzato il pomeriggio per fare il lavoro di sviluppo, anche se purtroppo le condizioni meteo sono peggiorate molto, con un vento che ha dato fastidio ai piloti”.

 

MOTO2: SALOM IN VETTA, SIMEON IN TERRA

Pochi trasponder e tempi ufficiosi anche nella categoria “di mezzo”, la Moto2, dove Luis Salom ha fermato il cronometro sull’1’37”143, seguito da Edgar Pons (+2.600) e Jesko Raffin (+4.007). Da segnalare, piuttosto, la brutta caduta di Xavier Simeon. Il pilota del team Gresini dopo pochi giri è incappato in una caduta, conseguentemente alla quale ha riportato numerose ferite al volto. Trasportato in ospedale è stato sottoposto ad accertamenti medici, i quali hanno fortunatamente escluso problemi più gravi: niente di rotto, ma test finiti e tempi di recupero incerti. Il compagno di squadra del pilota belga, Lorenzo Baldassari, ha fermato il cronometro sull’1’38”7.

 

Si è così espresso Fausto Gresini: “Sono molto dispiaciuto per Xavier, gli faccio i miei migliori auguri di pronta guarigione. Questa caduta proprio non ci voleva. Non sappiamo ancora bene quali saranno i tempi di recupero, ma ci auguriamo tutti di poterlo rivedere in sella molto presto, anche perché già ci manca. Puntiamo molto su di lui quest’anno e siamo sicuri che tornerà in forma al più presto. Baldassarri, dal canto suo, ha ripreso il suo percorso di apprendimento iniziato alla fine del 2013, replicando già in questa prima giornata i tempi fatti lo scorso novembre, quindi siamo fiduciosi relativamente alla sua crescita”.

 

Moto2

1) Luis Salom (Spagna), Kalex, 1’37”143

2) Edgar Pons (Spagna), Kalex, 1’39”743
3) Jesko Raffin (Svizzera), Kalex, 1’41”150

 

Moto3

1) Alex Márquez (Spagna), Honda, 1’39”830

2) Niccolò Antonelli (Italia), KTM, 1’40”400

3) Romano Fenati (Italia), KTM, 1’40”682

4) Enea Bastianini (Italia), KTM, 1’41”900

5) Francesco Bagnaia (Italia), KTM, 1’42”215

6) Luca Grünwald (Italia), Kalex-KTM, 1’44”017

7) Gabriel Ramos (Venezuela), Kalex-KTM, 1’44”624

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA