Test- Moto Guzzi Griso 8V Special Edition: motore potente e elastico, frizione durissima

Moto Guzzi propone un’edizione speciale della Griso 8V, dedicata ad Omobono Tenni, il primo motociclista straniero a vincere il Tourist Trophy nel 1937 in sella ad una Guzzi 250. Il motore è potente ed elastico, fluido ai regimi più bassi, ma capace di sfoderare una progressione esuberante dai 6.000 fino agli 8.000 giri indicati. La ciclistica rende in rettilineo come nel misto.

Com’è fatta la Griso 8V S.E




La Griso 8V S.E. sfoggia una nuova livrea in verde satinato dedicata ad Omobono Tenni, valtellinese di Tirano, il primo motociclista straniero a vincere il Tourist Trophy nel 1937 in sella ad una Moto Guzzi 250. Tra le poche differenze con la Griso “standard” anche i cerchi a raggi, belli ed evocativi, e la sella in similpelle con cuciture a vista. La posizione di guida è d’attacco, con il peso caricato sull’anteriore, ma senza che i polsi soffrano troppo; le pedane sono giustamente arretrate e offrono una buona luce di piega, ma la sella un po’ troppo ampia nella zona di contatto con il serbatoio, rende difficile stringere bene la moto con le ginocchia; i piloti alti più di 175 cm dovranno anche mettere in conto qualche “scottante” contatto tra le ginocchia stesse e le teste dei cilindri. Il manubrio è piuttosto largo, ma non infastidisce perché la triangolazione con sella e pedane è quasi perfetta, anzi accentua la sensazione di avere tutto sotto controllo. La strumentazione è composta da un contagiri analogico e da un ampio display digitale ricco di informazioni, che è però difficilmente leggibile in condizioni di piena luce; funzionali ed ergonomici i blocchetti elettrici, anche se di fattura un po’modesta.

Motore




MOTORE La Griso vibra regolare appena si sfiora il comando dell’accensione, ma quelle che in un altro modello sarebbero vibrazioni fastidiose, qui sono tratti essenziali del suo carattere, come la coppia di rovesciamento e la coinvolgente “musica” prodotta dallo scarico. In sella alla Griso non si passa inosservati, ma la città mette in evidenza tutti i difetti della naked di Mandello: il bicilindrico tende a scaldare parecchio, la particolare trasmissione a cardano brevettata da Moto Guzzi e denominata CARC (cardano reattivo compatto) strappa un po’ specialmente ai bassi regimi, la frizione richiede un notevole sforzo per essere azionata, e il peso non proprio piuma (Moto Guzzi dichiara 222 kg a secco) concorre con il ridotto raggio di sterzo a rendere impegnativo lo slalom tra le auto. Nota positiva è la contenuta altezza della sella da terra (800 mm), che permette di gestire senza affanni le manovre da fermo. Appena la strada si apre, la Griso sfodera tutti i suoi talenti. Il motore è potente ed elastico, fluido ai regimi più bassi, ma capace di sfoderare una progressione esuberante dai 6.000 fino agli 8.000 giri indicati, appena prima dell’intervento del limitatore a 8.500. Purtroppo la frizione è particolarmente dura.

Ciclistica





CICLISTICA
La scheda tecnica della Griso parla di quote ciclistiche votate alla stabilità in rettilineo (interasse di 1.554 mm e inclinazione del cannotto di sterzo superiore ai 26°), ma nel misto la bicilindrica di Mandello è maneggevole e veloce, capace di danzare tra le curve con sorprendente agilità; l’avantreno è rigoroso e preciso sia in ingresso che in percorrenza di curva, grazie anche alla forcella a steli rovesciati da 43 mm, regolabile sia nel precarico molla, sia nell’idraulica in estensione e compressione. Completa le dotazioni l’impianto frenante Brembo con pinze ad attacco radiale e dischi da 320 mm, molto potente e modulabile, da sportiva vera.

Prezzi ed accessori




PREZZI ED ACCESSORI Molto ampie le possibilità di personalizzazione. Avete in programma di viaggiare? Ecco le borse laterali semirigide (448 euro), il kit portapacchi con borsa-bauletto (217 euro), la grande borsa da serbatoio (177 euro) e il parabrezza maggiorato (201 euro). Le curve di montagna sono la vostra passione? Non mancano il sistema di scarico sviluppato in collaborazione con Termignoni (811 euro), un cupolino rastremato (150 euro) e numerosi particolari in carbonio. La Griso 8V Special Edition e già disponibile nei concessionari, nella sola colorazione verde, a 13.970 euro chiavi in mano.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA