Test invernali SBK Sud Africa: Fabrizio (Ducati) domina anche il terzo giorno di prove

Michel Fabrizio, con la Ducati 1098 F09 è andato fortissimo anche nel terzo giorno di test sudafricani, realizzando, nella mattina il tempo di 1’39”714. Può quindi dirsi soddisfatto, considerando che il suo obiettivo, a Kyalami, era scendere sotto gli 1’40”. Biaggi migliora ed è ottavo, ma la moto di mattina perde olio e l’imperatore romano rimane a piedi.

Test invernali sbk sud africa: fabrizio (ducati) domina anche il terzo giorno di prove


Kyalami (SUD AFRICA) 12 dicembre 2008SQUADRE E PILOTI Al termine del terzo ed ultimo giorno di prove sul circuito sudafricano Michel Fabrizio, in sella alla Ducati 1098 F09, è ancora il migliore di tutti con il tempo di 1’39”714, realizzato di prima mattina. In pista faceva un gran caldo e nel pomeriggio hanno girato pochi piloti, con tempi prevalentemente alti. Verso la fine dei test i piloti hanno montato le gomme più morbide, concentrandosi sul giro veloce. Giornata positiva anche per Ben Spies, che con una sola Yamaha R1-09 a disposizione, dopo incidente di giovedì in cui la seconda è andata distrutta, si è piazzato al secondo posto, sfruttando bene gli pneumatici da qualifica. Noriyuki Haga ha realizzato il terzo tempo con 1’39”984. Migliorano le prestazioni del team Honda Ten Kate con l’abilità sorprendente del 22enne Jonathan Rea, quarto, e con il veterano di 35 anni Carlos Checa, quinto. Chiude all’ottavo posto Max Biaggi, che nella mattina ha dovuto interrompere i test, a causa di problemi tecnici: l’Aprilia RSV4perdeva olio e lo ha lasciato a piedi, costringendolo a rientrare ai box. Biaggi lamenta ancora problemi di vibrazioni all’anteriore, in fase d’ingresso curva. Troy Corser, con la BMW S1000RR, è caduto, rimanendo illeso e si è classificato 11esimo, mentre il compagno di squadra Ruben Xaus è stato solo 13esimo.

GOMME – con la tre giorni di test sudafricana, il fornitore unico di pneumatici Pirelli ha stabilito quali mescole metterà a disposizione dei piloti, fra le coperture Evoluzione che saranno utilizzate nel Mondiale Superbike 2009. Il campionato partirà l’1 marzo a Phillip Island, in Australia. Dice Giorgio Barbier, responsabile sviluppo Pirelli SBK: “In condizioni di caldo limite abbiamo acquisito dati molto interessanti che confermano la bontà del nostro prodotto. I tempi sono stati ottimi, ma ci conforta, soprattutto, la stabilità di prestazione sulla distanza di gara”. In ciascuno dei 14 round 2009 la Pirelli fornirà 3-4 soluzioni anteriori e posteriori: per regolamento ciascun pilota può utilizzare un massimo di nuove gomme anteriori e undici posteriori.

I prossimi test invernali della Superbike si svolgeranno da 23 al 25 gennaio a Portimao, in Portogallo, dove, oltre ai team sviluppo (cioè la squadra di punta di ciascuna delle sette Marche che partecipano al campionato), saranno in pista anche tutte le altre squadre.

I tempi finali: 1. Fabrizio (Ita-Ducati) 1'39"714; 2. Spies (Usa-Yamaha) 1'39"978; 3. Haga (Gia-Ducati) 1'39"984; 4. Rea (GB-Honda) 1'40"035; 5. Checa (Spa-Honda) 1'40"170; 6. Neukirchner (Ger-Suzuki) 1'40"394; 7. Kagayama (Gia-Suzuki) 1'40"657; 8. Biaggi (Ita-Aprilia) 1'40"768; 9. Nakano (Gia-Aprilia) 1'40"968; 10. Kiyonari (Gia-Honda) 1'41"067; 11. Corser (Aus-Bmw) 1'41"102; 12. Sykes (GB-Yamaha) 1'41"562; 13. Xaus (Spa-Bmw) 1'41"996.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA