di Fabio Meloni - 27 marzo 2019

Husqvarna Svartpilen 701, happy hour(s)

Abbiamo messo alla prova la nuova Husqvarna Svartpilen 701: cerchio anteriore da 18", gomme semi-tassellate e manubrio alto. Ecco le prime impressioni di guida, con i pregi e i difetti della moto
1/15 Husqvarna Svartpilen 701 2019: foto dal press test di Lisbona
Allo scorso Salone di Milano Husqvarna ha presentato la versione definitiva della Svartpilen 701. La freccia nera è meccanicamente identica alla freccia bianca Vitpilen, ma si differenzia grazie alla sua indole da “flat track”, al cerchio anteriore da 18", alle gomme semi-tassellate Pirelli MT60 RS, al manubrio alto e alla "cornice" intorno al faro anteriore tondo.

Il motore che spinge la Svartpilen 701 2019 è un monocilindrico di 692,7 cc, raffreddato a liquido, capace di erogare una potenza massima di 75 CV a 8.500 giri/min e 72 Nm di coppia massima a 6.750 giri/min. Ad abbracciare il propulsore c’è un telaio a traliccio con tubi in acciaio al cromo-molibdeno. La ciclistica prevede una forcella WP a steli rovesciati da 43 mm, con escursione di 150 mm; al posteriore invece lavora un monoammortizzatore WP. Il comparto frenante vanta due dischi anteriori da 320 mm morsi da pinze radiali Brembo a 4 pistoncini, mentre al posteriore c’è un singolo disco da 240 mm. Tra le altre caratteristiche troviamo l’iniezione elettronica, l’acceleratore ride-by-wire e la frizione anti-saltellamento…

Per tutti i dettagli tecnici della moto vi rimandiamo al nostro articolo di presentazione, ora è arrivato il momento di salire in sella. Qui sotto trovate le prime impressioni di guida, con i pregi e i difetti della moto.
1/10 Husqvarna Svartpilen 701 2019

Come va?

Guardandola potreste pensare: classica moto da aperitivo, nata per attirare l'attenzione. Forse è anche quello. Più di ogni altra cosa, però, è una delle moto più belle che potreste mai guidare. Non una sola ora felice a sollevare spritz, insomma, ma parecchie ore di entusiasmo a ruotare il gas. C'è poco da dire: meno di 160 kg, 75 CV, 72 Nm. Tanti si sono ormai dimenticati cosa voglia dire guidare una moto leggera e potente il giusto, precisa e con un bell'equilibrio. Beh, è la miglior esperienza motociclistica che possa capitare. È piacevole persino fare le manovre a motore spento e lo slalom nel traffico. Figuriamoci tra le curve.

Nessun intervallo tra comando e azione: inserimento(fatto), scelta traiettoria(fatta), colpetto di frizione e decollo della ruota anteriore(fatto). La ciclistica tra l'altro funziona benissimo, mescolando a dovere agilità e precisione, con sospensioni sostenute quanto serve dove l'asfalto "attacca" ma capaci anche di mangiarsi sconnessioni anche pronunciate - ergo, ci si diverte pure se la strada è bruttina. Si va forte nello stretto, si fila bene nel veloce: soprattutto ci si diverte sempre. Il motore è un tassello fondamentale nel pacchetto. È il miglior monocilindrico del mondo, più vicino a un bicilindrico per regolarità e allungo, ma coi medi tipici di 700 cc che "picchiano" su un grosso pistone. Ha anche un ottimo cambio elettronico. Vibra un pochino quando si tirano le marce, ma meno di alcuni bicilindrici. A 130 km/h non è per nulla fastidioso.

Tutto questo, messo a disposizione attraverso una triangolazione disegnata per offrire il miglior controllo. Pura guida. Che bello!
1/34 Husqvarna Svartpilen 701 2019

Prezzi e disponibilità

Nella sola livrea nera, la nuova Husqvarna Svartpilen 701 è in vendita a 10.590 euro c.i.m.*

Troverete il test completo della nuova Husqvarna Svartpilen 701, con interviste e approfondimenti, su Motociclismo di maggio.

*: il prezzo presente in questo articolo è da considerarsi chiavi in mano, comprensivo di "messa in strada", che Motociclismo quantifica in 250 euro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli