Husqvarna Svartpilen 125: come va, pregi e difetti. Il video

Sorella minore della Svartpilen 401, con la quale condivide telaio, sospensioni e impianto frenante, la Svartpilen 125 è una bella naked-scrambrel dalle linee pure ed essenziali, ha una dotazione tecnica completa e la qualità costruttiva è davvero elevata. Vediamo com'è fatta e come va, con i pregi e i difetti. Il video della prova

1/6

1 di 4

Realizzata sulla base tecnica della Svartpilen 401, con la quale condivide anche il look minimalista, la Svartpilen 125 è spinta da un motore monocilindrico 4T bialbero di 125 cc, a iniezione e raffreddato a liquido omologato, ovviamente, Euro 5. Si tratta di un propulsore in grado di erogare una potenza massima di 15 CV a 9.500 giri/min., con un picco di coppia di 12 Nm a 7.500 giri/min. Il motore è abbracciato da un telaio a traliccio in acciaio che lavora abbinato ad un forcellone in lega di alluminio e ad un monoammortizzatore WP. La forcella è un’unità a cartuccia aperta WP APEX con steli rovesciati da 43 mm e 142 mm di escursione, il mono è collegato al forcellone senza interposizione di leveraggi e ha una molla ad avvolgimento progressivo (anche in questo caso l’escursione è di 142 mm). Le piastre manubrio sono in alluminio forgiato e quest'ultimo è dritto con riser in stile off-road, per donare alla Svartpilen 125 una posizione di guida rialzata e un look più aggressivo.

A frenare la moto ci pensa il disco singolo anteriore di 320 mm morso dalla pinza ad attacco radiale ByBre a quattro pistoncini; il disco posteriore è di 230 mm. Di serie l’ABS Bosch che può essere impostato in ‘modalità supermoto’, che disattiva il controllo sulla ruota posteriore. I cerchi sono a raggi da 17” e calzano pneumatici Pirelli Scorpion Rally STR nelle misure 110/70-R17 e 150/60-R17.

Il serbatoio infine è da 9,5 litri; la sella si trova a 835 mm dal suolo, 146 i kg di peso della moto dichiarati a secco.

1/15

Husqvarna Svartpilen 125 2022

Motore

Tipo motore

Monocilindrico 4T

Cilindrata

125 cc

Alesaggio/Corsa

58/47,2 mm

Potenza

11 kW (15 CV) a 9.500 giri/min

Coppia

12 Nm a 7.500 giri/min

Rapporto di compressione

12,8:1

Avviamento / Batteria

Elettrico / 12V 8Ah

Trasmissione

6 rapporti

Alimentazione

Bosch EFI (corpo farfallato da 33 mm)

Distribuzione

4 valvole per cilindro / bialbero DOHC

Lubrificazione

In pressione con 2 pompe

Trasmissione primaria

22:72

Trasmissione finale

14:45

Raffreddamento

A liquido

Frizione

Multidisco in bagno d'olio

Gestione motore

Bosch EMS

Ciclistica

Telaio

Traliccio in acciaio al Cromo-Molibdeno, verniciatura a polvere

Telaietto

Traliccio in acciaio al Cromo-Molibdeno, verniciatura a polvere

Manubrio

Forgiato in alluminio

Forcella

WP APEX - USD, Ø 43 mm

Monoammortizzatore

WP APEX

Escursione ant. / post.

142 mm

Freno anteriore

ByBre, pinza a quattro pistoncini, disco Ø 320 mm

Freno posteriore

ByBre, pinza flottante a pistoncino singolo, disco Ø 230 mm

ABS

Bosch 10.1 MB a due canali

Ruote ant. / post.

A raggi con canale in alluminio, 3 x 17"; 4 x 17"

Pneumatici ant. / post.

PIRELLI SCORPION RALLY STR 110/70-R17; 150/60-R17

Catena

5/8 x 1/4" / X-Ring

Silenziatore

Acciaio inox / Silenziatore in alluminio con catalizzatore e sonda lambda

Inclinazione cannotto

65°

Offset piastre

33 mm

Avancorsa

95 mm

Interasse

1.357 +/-15,5mm

Luce a terra

145 mm

Altezza sella

835 mm

Capacità serbatoio (ca.)

9,5 litri / 1,5 litri riserva

Peso (senza benzina, ca.)

146 kg

La posizione in sella è tutto sommato comoda: il manubrio è largo, alto e permette di guidare assumendo una posizione naturale mentre la seduta è abbastanza ben imbottita ma un po’ stretta. Buono anche lo spazio a bordo, solo chi supera abbondantemente il metro e ottanta avrà le ginocchia che interferiscono con i fianchi del serbatoio, ma è sufficiente arretrare sulla sella per ovviare al problema.

Il motore non entusiasma per il primissimo spunto in partenza, ma sale rapido di giri dando il meglio ai medi, ed è proprio qui dove si apprezza maggiormente il monocilindrico: in città ad esempio, si può inserire la terza marcia e quasi "dimenticarsi" del cambio, sfruttando le doti di coppia e ripresa. Buono anche l’allungo fino alla zona rossa, accompagnato da vibrazioni leggere e poco fastidiose su manubrio e pedane. Su strada si apprezzano il buon bilanciamento e l’agilità, favoriti anche dal peso di soli 146 kg dichiarati a secco, oltre alle dimensioni davvero compatte, che permettono di sgusciare rapidamente fra le auto incolonnate.

La ciclistica è a punto: le sospensioni hanno una buona taratura e incassano bene le piccole imperfezioni dell’asfalto, ma i dossi più pronunciati e il pavè si sentono. Nella guida sportiva invece offrono il giusto sostegno, a patto di non essere troppo bruschi nei comandi. In curva è precisa e scende in piega con la sola forza del pensiero e le gomme semitassellate offrono comunque una buona aderenza sull’asfalto. La frenata infine è potente e sicura: Il disco anteriore morde bene, il posteriore invece ha una risposta più dolce e l’ABS che sorveglia il tutto è ben tarato e non interviene a sproposito. La strumentazione, composta da un piccolo display LCD di forma tonda risulta poco luminosa e con tanta luce si legge a fatica.

1/6

l'Husqvarna Svartpilen 125 è già in vendita dai concessionari al prezzo di 5.760 euro *c.i.m.

*il prezzo presente in questo articolo è da considerarsi con la formula "chiavi in mano", comprensiva di "messa in strada" che Motociclismo quantifica in 250 euro.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA