di Beppe Cucco - 15 febbraio 2019

Honda CB500X, pronta all'avventura

Aggiornata nel look e nella sostanza, la nuova Honda CB500X 2019 si è dimostrata un'ottima compagna sia per pennellare le curve che per avventurarsi in fuoristrada quando l'asfalto finisce. Ecco le prime impressioni di guida, con i pregi e difetti della moto
1/9 Honda CB500X 2019
Come la sorella naked CB500F e la sportiva CBR500R (qui le prime impressioni di guida) anche l'avventuriera CB500X in vista del 2019 riceve un upgrade, meccanico ed estetico. Il motore bicilindrico frontemarcia di 471 cc mantiene inalterata la sua potenza massima a 48 CV (35 kW - per consentirne la guida con la patente A2) ma è stato rivisto nella fasatura delle valvole e i condotti di aspirazione e scarico sono stati riprogettati, per offrire una coppia e una potenza maggiori ai regimi bassi e medi regimi. Nuovo anche il terminale di scarico a doppia uscita e la frizione è ora assistita con antisaltellamento. Il telaio tubolare in acciaio con struttura a diamante è rimasto inalterato rispetto alla versione precedente, ma ora lavora abbinato ad un nuovo monoammortizzatore, regolabile nel precarico in 5 posizioni, e ad una forcella da 41 mm dalla corsa maggiorata rispetto al modello precedente: 150 mm (+10 mm); aumentata anche l’escursione della ruota posteriore, che passa da 118 a 135 mm (+17 mm). Cambia anche la misura del cerchio anteriore, che cresce da 17" a 19". Nuovo anche il manubrio, più dritto e rialzato. Tra le modifiche troviamo poi un design aggiornato, un parabrezza più esteso, una nuova strumentazione LCD a retroilluminazione negativa con spia di cambiata e indicatore della marcia inserita, indicatori di direzione a LED… Per tutti i dettagli della Honda CB500X 2019 vi rimandiamo al nostro articolo di presentazione.

Ora è arrivato il momento di salire in sella, qui sotto trovate le prime impressioni di guida da Tenerife. Troverete il test completo, con approfondimenti e interviste, su Motociclismo di marzo, in edicola a fine mese.
1/17 Honda CB500X 2019 (foto della Casa)

Come va?

Prima di metterci in viaggio iniziamo con un rapido sguardo all'estetica. Nella versione 2019 la CB500X è maturata: troviamo alcuni dettagli che le donano un aspetto da grande e meno "plasticoso" rispetto al passato, come le fiancate argentate ai lati del serbatoio e quelle vicino alla sella. Cambia anche la zona anteriore, con un becco meno appuntito rispetto al passato, un cupolino più alto (+20 mm) e una carenatura più protettiva. Le finiture? Honda è una garanzia in questo, le plastiche sono di ottima fattura e accoppiate alla perfezione. Nonostante l'altezza della seduta sia leggermente maggiore rispetto al passato (830 vs 810 mm), in sella si tocca bene a terra grazie alla dieta snellente alla quale il profilo laterale è stato sottoposto.

Per quanto riguarda il motore non ci dilunghiamo, in quanto la CB500X monta lo stesso propulsore brioso e divertente di cui sono dotate le sorelle CB500F e CBR500R; stesso discorso per il cambio, sempre perfetto negli innesti, e la frizione, morbida: cliccate qui per saperne di più. Passiamo dunque a quella che è senza dubbio la novità più interessante di questa "X": il cerchio da 19" all'anteriore unito alla forcella con escursione maggiorata. Il cerchio di diametro maggiore rende la CB500X meno agile in ingresso curva e nei cambi direzione rispetto alla versione precedente con cerchio da 17", a favore però di una maggior stabilità. La CB500X offre ora una guida più "rotonda" e trasmette al pilota un grande senso di sicurezza tra le curve, aiutata anche dai pneumatici semitassellati Dunlop Trailmax Mixtour di primo equipaggiamento che offrono un buon grip. Molto efficace la frenata, soprattutto all'anteriore, che regala decelerazioni decise, intense e ben dosabili; il freno posteriore è invece un po' spugnoso e non molto aggressivo. Il nuovo manubrio rialzato dona al pilota una posizione di guida rilassata, con il busto dritto, una posizione che non affatica nemmeno dopo molti chilometri in sella. Le pedane sono basse, più improntate al comfort che alla sportività, come è giusto che sia su una moto di questa categoria. Buona la protezione aerodinamica offerta dal nuovo cupolino (peccato solo che –ancora- non sia regolabile senza l'utilizzo degli attrezzi): la parte alta del casco rimane scoperta, ma viene raggiunta da un flusso d'aria costante che non provoca fastidiose turbolenze. Anche i nuovi fianchetti laterali svolgono bene il loro compito, proteggendo le gambe dall'aria. Come sulle sorelle F e R anche sulla X si presentano vibrazioni sulle pedane sopra i 7.000 giri, in questo caso però le vibrazioni interessano anche il manubrio.

Fuori dall'asfalto

La combo cerchio da 19" più forcella con escursione maggiorata rendono la X una moto capace di affrontare senza problemi anche tratti in fuoristrada, ovvio, non stiamo parlando di mulattiere estreme. La forcella è ben tarata e assorbe senza indecisioni anche le buche profonde. Guidando in piedi il manubrio posto in posizione rialzata assicura un buon controllo in ogni situazione e i fianchi stretti permettono di stringere bene con le gambe per mantenere il giusto equilibrio. Grazie al peso non eccessivo (197 kg) e al suo motore rotondo e brioso, la CB500X permette anche a chi non è esperto di fuoristrada di avventurarsi nella stradina sconosciuta in cima alla montagna. Se poi dovesse essere chiusa non preoccupatevi, gli ingegneri Honda hanno aumentato l'angolo di sterzo e fare inversione per tornare indietro non sarà un problema.

Difetti? Difficile trovarne su una moto così, ad essere pignoli chiederemmo ad Honda la possibilità di regolare il cupolino senza dover ricorrere agli attrezzi e magari dei paramani di serie (sono disponibili come optional) per rendere i trasferimenti ancor più confortevoli, ma come vedete stiamo veramente cercando il pelo nell'uovo. Concludendo possiamo affermare che la CB500X fa tutto quello che è alla sua portata per mettere il pilota a proprio agio, sia su strada che su sterrato. Si è dimostrata una moto facile e divertente, con la quale poter affrontare senza problemi il tragitto quotidiano casa-lavoro, così come la sgasata con gli amici tra le curve o la scampagnata sui colli la domenica. Da non tralasciare i consumi, irrisori: alla fine del nostro test il computer di bordo segnava 4,1 lt per 100 km; tenendo conto che il serbatoio è da 17,7 litri, la CB500X… vi farà dimenticare il benzinaio!

Chiudiamo con il prezzo: in tre colorazioni (rosso, nero o bianco) la nuova CB500X è già disponibile a 7.140 euro c.i.m.*. Troverete il test completo della nuova crossoverina di Tokyo, con approfondimenti e intervista, su Motociclismo di marzo, in edicola a fine mese.

*Il prezzo presente in questo articolo è da considerarsi "chiavi in mano", comprensivo di "messa in strada" che Motociclismo quantifica in 250 euro.

Scheda tecnica

MOTORE
Tipo Bicilindrico parallelo, 8 valvole raffreddato a liquido
Cilindrata 471cc
Alesaggio x corsa 67 mm x 66,8 mm
Rapporto di compressione 10,7 : 1
Potenza massima 48 CV (35 kW) a 8.600 giri/min
Coppia massima 43 Nm a 6.500 giri/min
Capacità olio 3.2L
ALIMENTAZIONE
Tipo Iniezione elettronica Honda PGM-FI
Capacità serbatoio 17,7 L (riserva inclusa)
Consumi 28,6 km/l (ciclo medio WMTC)*
IMPIANTO ELETTRICO
Avviamento Elettrico
Capacità batteria 12V 7.4 Ah
Uscita ACG 25 A/2.000 giri/min
TRASMISSIONE
Frizione Multidisco in bagno d'olio
Cambio 6 marce
Trasmissione finale A catena
TELAIO
Tipo Tubolare in acciaio, a diamante
Dimensioni (L x L x A) 2.156 x 831 x 1.412 mm (1.445 mm high screen)
Interasse 1443 mm
Inclinazione cannotto di sterzo 27,4°
Avancorsa 108 mm
Altezza sella 830 mm
Altezza da terra 181 mm
Peso con il pieno di benzina 197 kg
SOSPENSIONI
Anteriore Forcella con steli di 41 mm, regolabile nel precarico molle, corsa 150 mm
Posteriore Forcellone in acciaio scatolato con ammortizzatore Pro-Link regolabile nel precarico su 5 posizioni, escursione ruota 135 mm

RUOTE
Anteriore In alluminio pressofuso a 7 razze sdoppiate
Posteriore In alluminio pressofuso a 7 razze sdoppiate
Cerchio anteriore 19 x MT2.50
Cerchio posteriore 17 x MT4.50
Pneumatico anteriore 110/80R19 M/C, intaglio on-off
Pneumatico posteriore 160/60R17 M/C, intaglio on-off
FRENI
Impianto ABS A 2 canali
Anteriore Disco wave flottante di 310 mm, pinza a 2 pistoncini
Posteriore Disco wave di 240mm, pinza a 1 pistoncino
LUCI E STRUMENTAZIONE
Strumentazione Tachimetro digitale, contagiri digitale a barre, doppio contachilometri parziale, trip computer consumi, orologio digitale, spia cambio marcia “Shift-Up”, indicatore marcia inserita
Sistema antifurto HISS (Honda Intelligent Security System)
Luci Full-LED
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli