Test CRF 250 R 2008

Ultramaneggevole, ma anche molto stabile grazie all'ammortizzatore di sterzo.

Test crf 250 r 2008




Il cambiamento più importante della CRF 250 R 2008 rispetto a quelle degli anni precedenti si avverte, sicuramente, nel motore, divenuto più brillante. Più rapido a prendere i giri e più potente a tutti i regimi, bassi, medi ed alti. Il nuovo propulsore ha un carattere diverso da quelli degli anni precedenti. Il suo unico difetto è l’essere ancora lievemente restio nell’allungo, ma in modo minore rispetto al passato. Il telaio è quello tipico delle Honda CRF che rende la moto facile da guidare, precisa e stabile anche sul “brutto”. Ottime le sospensioni. Per quanto riguarda l’ammortizzatore di sterzo valgono le considerazioni fatte per la CRF 450 R.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA