di Nicolas Patrini - 03 aprile 2019

BMW R 1250 R: come tu mi vuoi

Sulle strade del Chianti abbiamo provato la naked di riferimento della gamma BMW, ora spinta dal motore boxer a fasatura variabile di 1.254 cc. Nel look è cambiata poco, ma la R 1250 R 2019 punta tutto sulla sostanza, anche grazie ai nuovi controlli elettronici
1/34 BMW R 1250 R 2019

Con la R 1250 R, BMW punta più sulla sostanza che sulla forma

La naked baverese si affaccia al 2019 spinta dal nuovo bicilindrico boxer a fasatura variabile di 1.254 cc (qui trovate la storia del motore boxer), ben indicato anche a moto ferma dalla scritta "shift cam" sulle teste. La potenza sale a 136 CV a 7.750 giri/min e la coppia massima è pari a 143 Nm a 6.250 giri/min (prima 125 CV a 7.750 giri/min e 125 Nm a 6.500 giri/min), mentre lo stile rimane lo stesso della moto lanciata nel 2015, fatto salvo per il puntale e i fianchetti copri radiatore, che ora si adattano alla presenza del nuovo motore. Nuova anche la firma luminosa a LED del fanale, mentre la strumentazione analogica lascia posto a un moderno display TFT.

Telaio e sospensioni rimangono invariate rispetto alla versione precedente; a cambiare sono il peso, dato che la bilancia si ferma ora a quota 239 kg (7 in più rispetto al vecchio modello) e l’altezza della sella terra, che passa da 79 a 82 cm. Il pacchetto elettronico della R 1250 R si amplia grazie al Connectivity Pack. Di serie sono presenti due mappature, il sistema di controllo automatico della stabilità ASC, la funzione Hill Start per le partenze su strade con pendenze accentuate e l’ABS. Se si vuole alzare l’asticella, BMW offre i “Riding Mode Pro”, che prevedono le mappe Dynamic e Dynamic Pro (interamente regolabile). Il tutto è associato al Dynamic Traction Control DTC e alle sospensioni elettroniche ESA di nuova generazione. Come optional sono presenti anche l’ABS Pro con funzione “cornering” ed il Dynamic Brake Control DBC, che elimina ogni minima apertura del gas durante la fase di frenata. Il cambio elettronico, optional, funziona sia in salita che in scalata. Nella lista degli optional compare l’Intelligent Emergency Call, un pulsante presente sul manubrio della moto per chiamare i soccorsi in caso di necessità. A completare l'offerta degli optional ufficiali ci sono anche selle, scarichi, specchietti, leve e altre modifiche estetiche e funzionali.

Qui sotto trovate le foto delle livree disponibili; il prezzo della nuova R 1250 R è di 14.950 euro c.i.m.
1/22 BMW R 1250 R 2019

Come va

Dopo aver detto addio al Telelever qualche anno fa, la Roadster di BMW dà il benvenuto a un’altra novità sostanziale: il propulsore Boxer di 1.254 cc. Questa la cosa più interessante presente sulla naked bavarese, che nel 2019 non si presenta stravolta dal punto di vista ciclistico e del look, con una nuova cover radiatore, un nuovo puntale e la strumentazione TFT da 6,5” dotata di un inedito supporto. Insomma, dettagli che suggeriscono di non scambiarla per la “vecchia” 1.200. Concentriamoci, dunque, sul cuore della nuova R 1250 R, che ci ha convinti in quanto a fluidità e disponibilità di coppia a tutti i regimi di rotazione. Già a 2.000 giri/min, al ruotare della manopola del gas, si ha una risposta tanto vigorosa quanto gentile e i rapporti vi consentono di viaggiare in terza da 20 km/h a velocità ben al di sopra dei limiti imposti dalla legge. Ciò permette di godersi la strada, dimenticando quasi l’esistenza del cambio. Il vero godimento arriva però quando si sfrutta la schiena ai medi regimi, dove senza vibrazioni fastidiose si ha davvero tutto quello che occorre per andare forte. Sia chiaro, anche “in alto” questo motore non delude, ma l’allungo verso il limitatore non brilla quanto tutto ciò che viene prima e porta con sé qualche vibrazione in più. Meglio quindi stare sotto i 6.500 giri e farsi fiondare fuori dalle curve: la schiena di questo motore è eccezionale. Il merito va senza dubbio anche al nuovo sistema Shiftcam, che interviene sulle valvole di aspirazione in base al regime e alla coppia richiesta dal pilota.
1/34 BMW R 1250 R 2019
Nessuna novità per quanto riguarda la ciclistica rispetto al vecchio modello. La forcella sostiene bene gli spostamenti di carico e ben digerisce l’asfalto rovinato; tra i pregi dell’avantreno c’è quello di mantenere la traiettoria impostata: aprendo il gas, la moto non allarga e si rivela sempre all’altezza del compito, anche nella guida sportiva. Sembra che la ciclistica sia stata perfettamente accordata con il motore e a vigilare sul rapporto tra pilota e asfalto ci pensa l’elettronica. La moto che abbiamo provato era full optional e quindi dotata di modalità di guida “Pro” e settaggi con cui giocare. Nulla da dire sulla frenata: potente, dosabile, con un ABS ben tarato. Nel complesso la R 1250 R è una moto sincera ed efficace, ma il peso la rende meno svelta di altre naked negli inserimenti in curva e nei cambi di direzione. Da questo punto di vista non aiutano le coperture di serie, che non offrono la confidenza sperata e durante il test hanno fatto lavorare il controllo di trazione DTC. Quindi, più che cercare la guida aggressiva, la R 1250 R sembra chiedere un ritmo meno indiavolato, più rotondo. Se assecondata, la nuda di Monaco regala grande feeling e la possibilità di divertirsi anche senza tirarle il collo. Sia inteso, quando si vuole andare forte soddisfa e convince, diciamo però che non è fatta solo per quello e richiede un minimo di fisicità nella guida. Rispetto ad altre naked, però, vince 10 a 0 in quanto a comfort negli spostamenti più lunghi. Per quanto riguarda l’ergonomia possiamo dirvi che la posizione in sella non stanca grazie a una triangolazione non esasperata e che ci si trova seduti sul morbido; ovviamente, il riparo aerodinamico non è quello di una tourer, ma questo chi compra una roadster lo sa già. Tuttavia, il generoso serbatoio e i cilindri sporgenti proteggono bene le gambe.

In estrema sintesi possiamo dire che si tratti di una nuda (non di una streetfighter) che può trasformarsi in ciò che volete che sia: una compagna di viaggio, una “mangiacurve”, una moto per andare al lavoro, ...

Scheda tecnica

Motore
Tipo Motore boxer bicilindrico a 4 tempi raffreddato ad aria/liquido con due alberi a camme in testa azionati da ingranaggi, un contralbero di equilibratura e sistema di fasatura variabile BMW ShiftCam
Alesaggio x corsa 102,5mm x 76mm
Cilindrata 1.254 cm3
Potenza nominale 100 kW a 7.750 giri/min
Coppia massima 143 Nm a 6.250 giri/min
Rapporto di compressione 12,5 a 1
Alimentazione / gestione del motore Iniezione elettronica nel condotto di aspirazione / gestione digitale: BMS-O con e-gas
Depurazione dei gas di scarico catalizzatore a 3 vie regolato, normativa sui gas di scarico EU-4
Prestazioni / consumo (dichiarati)
Velocità massima oltre 200 km/h
Consumo per 100 km secondo il WMTC (World Motorcycle Test Cycle) 4,75 l/100km
Emissioni di CO2 secondo WMTC 110 g/km
Tipo di carburante, raccomandato benzina super senza piombo, 95 ottani (RON), adattabile tramite comando motore (da 91 a 98 RON)
Impianto elettrico
Alternatore Alternatore a magnete permanente 508 W (potenza nominale)
Batteria 12 V / 12 Ah priva di manutenzione
Trasmissione
Frizione a bagno d'olio con funzione antisaltellamento, ad azionamento idraulico
Cambio a sei marce ad innesti frontali con dentatura elicoidale
Trasmissione secondaria ad albero cardanico
Assetto / freni
Telaio tubolare diviso in due parti - principale e posteriore avvitata, motore con funzione portante
Guida ruota anteriore / sospensione Forcella telescopica Upside-Down
Guida ruota posteriore / sospensione forcellone oscillante monobraccio in fusione di alluminio con Paralever BMW Motorrad; ammortizzatore progressivo WAD; regolazione idraulica continua del precarico della molla mediante manopola; freno in estensione dell'ammortizzatore regolabile mediante manopola.
Escursione complessiva anteriore / posteriore 140 mm / 140 mm
Passo (in posizione normale) 1,515 mm
Avancorda (in posizione normale) 125,6 mm
Inclinazione asse di sterzo (in posizione normale) 62,3°
Cerchi A razze in alluminio
Dimensione cerchio anteriore 3.50'' x 17''
Dimensione cerchio posteriore 5.50'' x 17''
Pneumatico anteriore 120/70 ZR 17
Pneumatico posteriore 180/55 ZR 17
Freno anteriore A disco doppio flottante, diametro 320 mm, pinze ad attacco radiale a 4 pistoncini
Freno posteriore A disco singolo, (diametro 276 mm), pinza flottante a 2 pistoncini
ABS BMW Motorrad Integral ABS, escludibile
Misure / Pesi
Altezza sella 820 mm (SA sella bassa: 760 mm; SA sella Sport: 840 mm)
Lunghezza al cavallo 1.840 mm (SA sella bassa: 1.720 mm; SA sella Sport: 1.875 mm)
Capacità utile del serbatoio circa 18 l
Riserva circa 4 l
Lunghezza (compre-so paraspruzzi) 2,165 mm
Altezza (compreso parabrezza) 1,300 mm
Larghezza (compresi specchi) 880 mm
Peso in ordine di marcia (con pieno di benzina) 239 kg
Peso totale ammesso 460 kg
Carico utile (con equipaggiamento di serie) 221 kg
© RIPRODUZIONE RISERVATA