di Fabio Meloni - 24 marzo 2019

Test Aprilia RSV4 1100 Factory: tutti in pieno sullo scollino!

Abbiamo messo alla prova tra i cordoli del Mugello la nuova Aprilia RSV4 1100 Factory. Ecco le prime impressioni di guida, con i pregi e i difetti, dell’ultima nata tra le supersportive della Casa di Noale
1/22 Aprilia RSV4 1100 Factory 2019

L'Aprilia RSV4 1100 Factory rappresenta l’ultimo step della linea evolutiva della supersportiva di Noale. Il V4 aumenta la sua cilindrata fino a 1.078 cc e la potenza massima sale a 217 CV a 13.200 giri/min, su una moto che in ordine di marcia ferma l'ago della bilancia a 199 kg! Oltre all’incremento di cilindrata rispetto alla versione precedente troviamo geometrie riviste, elettronica avanzata… le ali in stile MotoGP. Gli accostamenti cromatici puntano a mettere in luce i materiali nobili utilizzati, come il carbonio a contrasto con la finitura in titanio del terminale di scarico omologato Akrapovic e con l'alluminio utilizzato per telaio e forcellone.

Per tutti i dettagli dell'Aprilia RSV4 1100 Factory 2019 vi rimandiamo al nostro articolo di presentazione; ora è il momento di raccontarvi come va! L’abbiamo messo alla prova tra i cordoli del Mugello, ecco le prime impressioni di guida, con i pregi e i difetti della moto.

Come va

Giocando col noto "attacco" con il quale Guido Meda accompagna la partenza delle gare di MotoGP, siamo a raccontare l'aspetto più stupefacente della nuova RSV4 1100 Factory: la possibilità di passare a tutto gas sullo scollinamento del rettilineo del Mugello. E che sarà mai?, direte. Beh, quando hai 217 CV che ti spingono a 300 km/h di GPS, quella salita appare minacciosa come una rampa di lancio. Ma se ti fidi a tenere aperto, senti la RSV4 correre come incollata all'asfalto, tant'è che è il tuo corpo a proseguire la traiettoria di decollo, per poi atterrare sulla sella qualche metro dopo. Che esperienza! Motore pazzesco da un lato, aerodinamica efficace dall'altro, e in mezzo la solita ciclistica Aprilia, fatta di inserimenti fulminei, cambi di direzione in un fazzoletto e percorrenze a velocità fotoniche. Non è cambiata in questo la belva di Noale, ed è un mezzo miracolo considerando che schiena pazzesca ha questo motore. E che potenza agli alti! Era prevedibile fosse necessario intervenire sulla reattività a favore della solidità necessaria a imbrigliare muscoli da body builder, invece quella che oggi ha danzato tra le curve del Mugello è la "solita" moto da corsa con targa e frecce. Una moto che può dare tantissimo in mani esperte, ma che senza dubbio è meno amichevole, per chi non è un gran manico, rispetto ad altre supersportive (Yamaha e Kawasaki, ad esempio). D'altra parte parliamo di una delle ciclistiche più affilate del panorama, con, ripetiamo insieme, duecentodiciassette cavalli nascosti sotto le carene. Astenersi deboli di cuore. E pure deboli di fisico! Con questa potenza occorre usare bene il proprio corpo per aiutare la moto a non impennare, per sfruttare tutta l'incredibile potenza dell'impianto frenante (ot-ti-mo!), per cambiare direzione rapidamente anche ad alta velocità (dannate Biondetti!). Quando l'energia viene meno, gli interventi dell'elettronica, provvidenziali, si fanno più frequenti, e necessariamente si rallenta il ritmo. Ma finché mente e corpo vanno alla sua velocità, si vive l'esperienza forse più puramente "racing" che si possa provare in sella a una supersportiva di serie.

Restando in tema, per celebrare i 10 anni dalla nascita della propria supersportiva la Casa di Noale ha svelato ieri al Mugello un'edizione limitata a soli dieci esemplari della RSV4. Si chiama "X", ha 225 CV e pesa 165 kg. Qui trovate tutti i dettagli tecnici, qui sotto le foto.

Prezzo e disponibilità

Aprilia RSV4 1100 Factory è disponibile solo nella grafica "Atomico 6", che sottolinea l’utilizzo di materiali tecnici come il carbonio, grazie al contrasto con la verniciatura opaca total black. Sulla piastra di sterzo superiore è presente la scritta 1100 Factory, ottenuta grazie ad una laseratura a contrasto.

Il prezzo della nuova arma da cordoli di Noale è di 25.449 c.i.m. *

*: il prezzo presente in questo articolo è da considerarsi chiavi in mano, comprensivo di "messa in strada" che Motociclismo quantifica in 250 euro.

Scheda tecnica

Qui sotto la scheda tecnica della nuova Aprilia RSV4 1100 Factory 2019 [tra parentesi i dati di RSV4 RR]

Tipo motore Aprilia 4 cilindri a V longitudinale di 65°, 4 tempi, raffreddamento a liquido, distribuzione bialbero a camme (DOHC), quattro valvole per cilindro
Alesaggio e corsa 81 x 52.3 mm [78 x 52.3 mm]
Cilindrata totale 1.078 cc (999.6 cc)
Rapp. di compressione 13.6:1
Potenza max all'albero 217 CV a 13.200 giri/min [201 CV a 13.000 giri/min]
Coppia max all'albero 122 Nm a 11.000 giri/min [115 Nm a 10.500 giri/min]
Alimentazione Airbox con prese d’aria dinamiche frontali. 4 corpi farfallati Marelli da 48 mm con 8 iniettori e gestione Ride-by-wire di ultima generazione.
Multimappa selezionabile dal pilota in marcia: Track, Sport, Race
Accensione Elettronica digitale Magneti Marelli integrata nel sistema di gestione motore, con una candela per cilindro, bobine tipo “stick-coil”
Avviamento Elettrico
Scarico Schema 4 in 2 in 1, due sonda lambda, mono silenziatore laterale con valvola parzializzatrice comandata dalla centralina gestione motore e catalizzatore trivalente integrato (Euro 4)
Generatore Volano con magneti alle terre rare da 450 W
Lubrificazione A carter umido con radiatore olio/aria, doppia pompa olio (lubrificazione e raffreddamento)
Cambio Estraibile a 6 rapporti
1°: 39/15 (2.600)
2°: 33/16 (2,063)
3°: 34/20 (1.700)
4°: 31/21 (1.476)
5°: 34/26 (1.307) [31/23 (1.348)]
6°: 33/27 (1.222) [34/27 (1.259)]
Comando cambio con sistema elettronico Aprilia Quick Shift (AQS)
Frizione Multidisco in bagno d’olio con sistema antisaltellamento meccanico
Trasmissione primaria A ingranaggi a denti dritti e parastrappi integrato, rapporto di trasmissione: 73/44 (1.659)
Trasmissione secondaria A catena: Rapporto di trasmissione: 41/16 (2.562)
Gestione della trazione Sistema APRC (Aprilia Performance Ride Control) che comprende controllo di trazione (ATC), controllo di impennata (AWC), controllo di partenza (ALC), cruise control (ACC), limitatore di velocità (APT), tutti settabili e disinseribili indipendentemente
Telaio Telaio in alluminio a doppia trave con elementi fusi e stampati in lamiera
Regolazioni previste:
posizione e angolo cannotto di sterzo
altezza motore
altezza perno forcellone
Ammortizzatore di sterzo Öhlins regolabile [Ammortizzatore di sterzo Sachs non regolabile]
Sospensione anteriore Forcella Öhlins NIX steli Æ 43 mm, con trattamento superficiale TIN. [Forcella Sachs steli Æ 43 mm]; Piedini in alluminio per fissaggio pinze radiali. Regolabile in precarico molle, estensione e compressione idraulica. Escursione ruota 125 mm [120 mm]
Sospensione posteriore Forcellone a doppia capriata in alluminio; tecnologia mista di fusione a basso spessore e lamiera.
Monoammortizzatore Öhlins TTX con piggy-back completamente regolabile in: precarico molla, lunghezza interasse, idraulica in compressione ed estensione. [Monoammortizzatore Sachs regolabile in: idraulica in estensione e compressione, precarico della molla, lunghezza interasse]. Escursione ruota 120 mm [130 mm].
Freni Ant: Doppio disco diametro 330 mm flottante con pista frenante in acciaio inox alleggerito e flangia in alluminio con 6 nottolini. Pinze Brembo Stylema [M50] monoblocco a fissaggio radiale a 4 pistoncini Æ 30 mm contrapposti. Pastiglie sinterizzate. Pompa radiale e tubo freno in treccia metallica
Post: Disco diametro 220 mm; pinza Brembo a 2 pistoncini isolati Æ 32 mm. Pastiglie sinterizzate. Pompa con serbatoio integrato e tubo in treccia metallica

ABS Bosch 9.1 MP con funzione cornering, regolabile su 3 mappe, dotato di strategia RLM (Rear wheel Lift-up Mitigation) [e disinseribile].
Cerchi Forgiati in lega d’alluminio, completamente lavorati, a 5 razze sdoppiate. [Aprilia in lega d’alluminio a 3 razze sdoppiate].
Ant: 3.5”X17”
Post: 6”X17”
Pneumatici Radiali tubeless.
ant: 120/70 ZR 17
post: 200/55 ZR 17 (in alternativa 190/50 ZR 17; 190/55 ZR 17)
Dimensioni Interasse: 1.439 mm [1441,6 mm]
Lunghezza: 2.052 mm [2055 mm]
Larghezza: 735 mm
Altezza sella: 851 mm [853 mm]
Inclinazione cannotto di sterzo: 24,5° [24,6°]
Avancorsa: 103,8 mm [101,9 mm]
Peso: 199 kg [204 kg] in ordine di marcia con il pieno di carburante. Peso a secco 177 kg [180 kg]
Consumi 6,50 litri/100 km [6,67 litri/100 km]
Emissioni CO2 155 g/km [156 g/km]
Capacità serbatoio 18,5 litri (4 di riserva)

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove